in

Lamborghini Huracan LP 610-4 | Prova su strada

Foto di Gabriele Bolognesi - Alessandro Altavilla & Studio SIMPOL
Tempo di lettura: 4 minuti

Fin dalla notte dei tempi la figura taurina è simbolo di potenza bruta e incontrollata. Le stesse caratteristiche riscontrabili sulle vetture della Casa del Toro di Sant’Agata; conturbanti ed in grado di intimorire al primo sguardo. Anche la Huracán LP 610-4 che abbiamo messo alla prova non tradisce la filosofia Lamborghini, ma rispetto alle antenate, il nuovo toro aggiunge un’innata eleganza che, coniugata ad una potenza dirompente, la rende terribilmente affascinante.

Affilata come una freccia

A livello estetico le linee sono nette e taglienti, la bellezza delle forme è scultorea, in linea con la tradizione del Marchio. Le dimensioni della vettura evidenziano i contorni di un cuneo lungo 4.459 mm, largo 1.924 mm, alto 1.165 mm e con un passo di 2.620 mm, una forma dinamica in cui risaltano i contrasti tra curve tese, bordi affilati e superfici geometriche. Anche di notte l’auto è assolutamente inconfondibile: tutte le luci – eccetto le lampade del vano bagagli, del vano portaoggetti e di ingombro delle porte – sono infatti realizzate di serie con la tecnologia LED, una prima assoluta nel segmento delle super sportive.

Miglioramenti non solo a livello di pelle, ma anche sotto di essa. Il telaio è, infatti, un ibrido di nuova concezione che unisce fibra di carbonio e componenti in alluminio. La scocca ultra leggera è alla base del ridotto peso a secco del veicolo, appena 1.422 chilogrammi. La sua eccellente rigidezza garantisce inoltre la precisione di guida tipica di una supercar.

Lamborghini Huracan 2

Dentro la Huracán, il guidatore e il passeggero godono di una migliore visibilità e si trovano in un ambiente più spazioso rispetto a quanto accadeva sulla Gallardo. Una plancia innovativa è l’elemento dominante dell’abitacolo. Il pannello strumenti su schermo da 12,3 pollici può essere configurato in molti modi diversi e fornisce al pilota tutte le informazioni chiave in formato virtuale. Materiali raffinati caratterizzano gli interni, che possono essere personalizzati in modo esteso, mentre l’attenzione al dettaglio nella lavorazione dei materiali stessi garantisce una percezione della qualità senza precedenti. Curiosa la posizione del tasto per attivare gli indicatori di direzione, posizionato sul volante in stile motociclistico.

 Cuore di Toro

Come su ogni Lamborghini, l’elemento più interessante per ogni appassionato di auto è il propulsore. Il V10 che equipaggia la Huracán trae la propria fenomenale forza propulsiva da una cilindrata di 5.2 litri. Eroga una potenza di 449 kW / 610 Cv a 8.250 giri/min e una coppia massima di 560 Nm a 6.500 giri. La nuova “Iniezione Diretta Stratificata” combina iniezione diretta e indiretta del carburante, portando un incremento dei valori di potenza e coppia rispetto al modello precedente, uniti però a un calo dei consumi e delle emissioni. Con il suo rapporto peso/potenza di appena 2,33 chilogrammi per Cv, l’erede della Gallardo è capace di prestazioni straordinarie. La velocità massima è di oltre 325 km/h e i valori di accelerazione – da 0 a 100 km/h in 3,2 sec, da 0 a 200 km/h in 9,9 sec – sono superbi. Tre modalità di guida differenti (STRADA, SPORT e CORSA) pensate per adattarsi a diverse condizioni, dalla strada alla pista, possono essere selezionate utilizzando un selettore apposito sul volante. Il sistema è chiamato “ANIMA” (Adaptive Network Intelligent Management” ed esercita un’azione su motore, cambio, trazione integrale, i controlli elettronici dell’ESC, lo sterzo attivo e le sospensioni adattative.

Lamborghini Huracan 3

La potenza generata dal dieci cilindri viene scatenata sull’asfalto tramite il nuovo cambio a sette rapporti “Lamborghini Doppia Frizione” (LDF) e la trazione integrale caratterizzata da una nuova frizione idraulica multidisco. 

Il propulsore è in grado di regalare alla vettura tanta esuberanza, un sound inconfondibile impreziosito da scoppiettii e ritorni di fiamma, una notevole facilità d’utilizzo e una versatilità che non ci saremmo aspettati. Sì, perchè da una Lamborghini ti aspetti tutto, ma non l’educazione che è stata capace di mostrare nel piccolo utilizzo cittadino. Nella modalità STRADA, infatti, l’assorbimento delle asperità rimane abbastanza buono per una supercar e la possibilità di alzare il muso di qualche millimetro (come sulla Gallardo) per affrontare i dossi più alti, facilita la vita, non poco. Infine, grazie ai sensori anteriori e posteriori e alla retrocamera, parcheggiare non rappresenta un problema.

In SPORT si privilegia il divertimento. Il leggero traverso è concesso e la guida sporca si esalta in questa modalità, mentre quando si seleziona CORSA, la Huracán si affila ulteriormente è la parola d’ordine è prestazione, nella sua concezione più pura. Grazie al nuovo sistema di trasmissione, il classico effetto “fucilata” per ogni cambiata al limitatore raggiunge nuovi livelli di coinvolgimento che sicuramente accontenteranno anche i clienti più esigenti.

Lamborghini Huracan 4

In ogni profilo di guida comunque la Huracán è capace di andare fortissimo, facendo sentire il guidatore in totale sicurezza, grazie ai potentissimi freni carboceramici, al chirurgico inserimento in curva e alla spinta delle quattro ruote motrici che permettono uscite veramente impressionanti. La precisione d’inserimento è dovuta anche al taglio netto di potenza quando si rilascia l’acceleratore che garantisce il trasferimento di peso sull’anteriore, una soluzione derivata dal mondo delle corse.

Già dal primo istante in cui si è seduti a bordo della Lamborghini ci si sente perfettamente a proprio agio e si può iniziare subito a spingere sull’acceleratore, confortati dalla risposta della vettura. Performance che creano assuefazione e, nonostante la precisione e la compostezza della vettura, non annoiano chi è seduto dietro al volante, anzi, lo invogliano ad avvicinarsi sempre più ai limiti che la fisica impone.

Prezzo e concorrenti: una scelta passionale

Comfort e prestazioni di altissimo livello per la Huracán che viene proposta ad un prezzo, tasse escluse, di 169.500 Euro. La livrea del nostro esemplare era del particolare e bellissimo Blu Caelum, colore dell’esclusiva gamma Ad Personam che rappresenta una delle tante possibilità di personalizzazione studiate da Lamborghini. Nello specifico la nostra Lamborghini Huracan LP 610-4 raggiunge la cifra, tasse escluse, di 202.850 euro.

Dalla Aston Martin V12 alla Porsche 911, passando per l’Audi R8, la Ferrari 488 GTB e la McLaren 650S, la concorrenza si presenta in gran forma. Comprare una Lamborghini, però, rappresenta una scelta di cuore e sicuramente chi decide di sposare il Marchio del Toro, non vede concorrenti.

Lamborghini Huracan 5

Guidatore della domenica

Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Dì la tua

Daimler: al via il primo tirocinio professionale per 40 rifugiati

Nuova Fiat Tipo: al via gli ordini in Italia