in

Lamborghini Huracan in fiamme ad Avellino: passeggeri illesi

Tempo di lettura: 2 minuti

Un terribile incidente ha bloccato per diverse ore l’autostrada A16 Napoli-Canosa vicino ad Avellino nella giornata di domenica. Una carambola che ha coinvolto una Lamborghini Huracan in fiamme a Napoli, completamente distrutta dopo un incidente ad altissima velocità. Incredibilmente, però, la sicurezza della Supercar di Sant’Agata Bolognese ha permesso ai due occupanti della Huracan di uscirne pressochè illesi. Il 46enne alla guida e la sua passeggera, sono riusciti ad uscire dall’auto prima che prendesse fuoco e di cavarsela solo con lievi ferite. Purtroppo distrutta dalle fiamme la Lamborghini Huracan su cui viaggiavano, che però, possiamo dirlo con certezza, ha salvato ai due passeggeri la vita.

Terribile incidente a quasi 300 km/h sulla Napoli-Canosa: Lamborghini Huracan in fiamme, passeggeri con lievi ferite

L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di domenica 20 novembre all’altezza del casello di Avellino Est, al km 46 della A16 Napoli-Canosa. La Lamborghini Huracan su cui viaggiavano i due passeggeri stava viaggiando ad altissima velocità. Un video postato sui social dalla passeggera, infatti, mostra proprio pochi minuti prima dell’impatto il tachimetro della Supercar segnare i 297 km/h. Poco dopo, l’automobile ha sbandato, probabilmente a causa dell’altissima velocità e dell’asfalto viscido a causa della pioggia, caduta in quei minuti sulla zona.

Dalle prime ricostruzioni, la Lamborghini Huracan ha prima sbattuto contro il guardrail e poi sul muro alla destra della carreggiata, arrestando la sua corsa nella corsia di destra dell’autostrada A16. Grazie al rigidissimo telaio in fibra di carbonio, però, la supercar di Sant’Agata Bolognese è riuscita a proteggere in maniera eccellente i due occupanti.

La vettura, invece, ha avuto la peggio. In pochi secondi infatti la Lamborghini Huracan su cui viaggiavano (da alcune fonti riportata come vettura a noleggio) ha preso fuoco, probabilmente per una perdita di benzina dal serbatoio o dai tubi del carburante, entrambi danneggiati nel terribile impatto. In pochi secondi, la sportiva bolognese è stata inghiottita dalle fiamme. Come spesso succede ad una Lamborghini Huracan in fiamme, e in generale ad una Supercar con carrozzeria in fibra di carbonio, la scocca è finita per sciogliersi completamente. In pochi minuti, della sportiva bolognese non restava che un cumulo di cenere e di rottami.

I passeggeri sono stati visitati dal 118 e non hanno avuto bisogno del ricovero ospedaliero, riportando solo lievi ferite. L’autostrada ha visto invece la chiusura di una corsia per permettere alle Forze dell’Ordine di spegnere l’incendio e rimuovere i resti della Lamborghini Huracan in fiamme, ormai ridotta ad un cumulo di macerie. Nei primi minuti c’è stata una coda lunga circa un chilometro, prontamente smaltita dagli uomini delle Forze di Polizia. Per la povera Lamborghini in fiamme, invece, non c’è stato molto da fare. La supercar bolognese, dotata di un motore 5.2 V10 aspirato a benzina da 640 CV e trazione integrale nella sua variante Evo e dal prezzo di listino di almeno 224.000 euro, non è sopravvissuta all’impatto, ma ha salvato i suoi occupanti. Se volete sapere come si guida una Lamborghini Huracan “intera”, vi rimandiamo alla nostra adrenalinica prova su strada della Lamborghini Huracan STO.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    777 hypercar

    777 Hypercar, nasce a Monza il prototipo con telaio Dallara e motore V8 aspirato

    Ferrari vuole chiudere il 2022 con una novità: ecco il teaser