giovedì, 6 Agosto 2020 - 17:54
Home / Notizie / Novità / Lamborghini Sián Roadster: 19 esemplari per l’ibrida scoperta da 819 CV
Lamborghini Sián Roadster

Lamborghini Sián Roadster: 19 esemplari per l’ibrida scoperta da 819 CV

Tempo di lettura: 3 minuti.

Arriva la Lamborghini Sián Roadster, supersportiva open-top ibrida in edizione limitata di sole 19 unità, che in verità sono già state tutte vendute. Sviluppata con l’inedito powertrain ibrido, anche la Sián Roadster propone il V12 6.5 aspirato da 785 CV, al quale si unisce un motore elettrico da 34 CV, per una potenza massima totale di 819 CV. Il prezzo della Lamborghini Sián Roadster non è stato reso noto, ma dovrebbe superare i 2,5 milioni di euro, mentre la coupé si attestava sui circa 2 milioni più tasse.

Design, dimensioni e interni Lamborghini Sián Roadster

Al debutto nella colorazione Blu Uranus abbina cerchi rifiniti in Oro Electrum, il colore scelto dalla Casa del Toro come simbolo dell’elettrificazione. Gli interni della Lamborghini Sián Roadster propongono un’elegante combinazione di bianco, dettagli in Blu Glauco ed elementi in alluminio nello stesso Oro dei cerchioni, mentre le bocchette dal design rinnovato, realizzate mediante stampa 3D, possono essere personalizzate con le iniziali del cliente.

Lamborghini Sián Roadster

Dimensioni Lamborghini Sián Roadster

Lunghezza: 4.980 mm

Larghezza: 2.101 mm

Altezza: 1.133 mm

Passo: 2.700 mm

La Lamborghini Sián Roadster mantiene il design della Coupé, ma aggiunge inevitabilmente nuove forme, grazie all’abitacolo open-top. La vista dall’alto rievoca l’iconico taglio periscopio della prima Countach, che corre trasversalmente dal cockpit al retrotreno, per poi culminare nei convogliatori aerodinamici alle spalle di conducente e passeggero. Sul frontale bassissimo, con splitter integrato in fibra di carbonio, sono alloggiati gli iconici gruppi ottici Lamborghini dalla linea a Y.

Il flusso d’aria è convogliato dagli splitter e dal cofano anteriori, tramite le prese e le uscite d’aria laterali e sopra lo spoiler posteriore, senza alcuna compromissione dell’efficienza aerodinamica dovuta al design aperto. Le alette di raffreddamento attive posteriori sfruttano una tecnologia unica, brevettata da Lamborghini: l’attivazione è innescata dalla reazione di una serie di materiali smart alla temperatura generata dal sistema di scarico, determinando la rotazione delle alette e offrendo al contempo una soluzione di raffreddamento elegante e leggera.

Il posteriore conferma le sei luci posteriori esagonali ispirate alla Countach, mentre l’alettone posteriore è integrato nel profilo e si apre solo durante la guida.

Lamborghini Sián Roadster

Motore e tecnologia ibrida Lamborghini Sián Roadster

La Sián, che in dialetto bolognese significa “lampo” o “fulmine”, è la prima vettura di Lamborghini a proporre un sistema ibrido, ma non lo fa in modo convenzionale. Per garantire una risposta immediata e migliori prestazioni, sul cambio è stato incorporato un motore elettrico da 48 V, che sviluppa 34 CV, e supporta le manovre a bassa velocità, come retromarcia e parcheggio, sfruttando l’energia elettrica.

La vera novità, però, è la tecnologia di accumulo dell’energia: al posto di una batteria agli ioni di litio, la Sián Roadster, così come la versione Coupé, innova l’applicazione del supercondensatore, capace di immagazzinare una quantità di energia dieci volte superiore rispetto a quella di una batteria agli ioni di litio. Il sistema, posizionato tra abitacolo e motore, garantisce una perfetta distribuzione del peso. Tre volte più potente di una batteria dello stesso peso e tre volte più leggero di una batteria di potenza analoga, il sistema elettrico composto da supercondensatore e motore elettrico pesa 34 kg, per un rapporto peso-potenza di 1,0 kg/CV.

Questa avanzata tecnologia si affianca al motore della Sián Roadster, un V12 che include valvole di aspirazione in titanio ed è stato potenziato fino a 785 CV (577 kW) a 8500 giri/min. Grazie anche ai 34 CV del sistema ibrido, la Sián Roadster è quindi in grado di sprigionare 819 CV (602 kW), di accelerare da 0 a 100 km/h un 2,9 secondi e di superare i 350 km/h di velocità massima. In Lamborghini assicurano anche che il motore non soffre di alcun vuoto durante l’accelerazione o la ripresa, grazie alla coppia istantanea del motore elettrico, che colma ogni vuoto.

Lamborghini Sián Roadster

La Lamborghini Sián Roadster, infatti, è dotata di un sistema di frenata rigenerativa altamente sofisticato, sviluppato appositamente, che, grazie al comportamento simmetrico del supercondensatore che, a differenza delle normali batterie agli ioni di litio, può essere caricato e scaricato con la medesima potenza, il sistema di accumulo della Sián si carica completamente ogni volta che la vettura frena. L’energia immagazzinata costituisce un aumento di potenza subito disponibile, che consente al conducente di sfruttare istantaneamente l’aumento di coppia in accelerazione, fino a 130 km/h quando il motore elettrico si disconnette in automatico.

Questo va a migliorare la fluidità di manovra e rende la vettura il 10% più veloce di un’auto che non monta questo sistema, oltre a permettere di ottenere un’accelerazione istantanea a marce basse, con una forza di trazione migliorata, grazie alla combinazione del motore V12 con il sistema ibrido.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

gma t.50

Gordon Murray T.50: scopriamo l’erede della McLaren F1 [VIDEO]

Gordon Murray, per chi ha qualche capello bianco, è una specie di dio greco, anche …