in

Lamborghini: dal 2023 solo plug-in. Nel 2028 la prima elettrica, ecco come sarà

Tempo di lettura: 3 minuti

Lamborghini, il CEO Winkelmann annuncia i piani per il futuro del Toro

Il 2022 sarà l’ultimo anno in cui le vetture Lamborghini saranno disponibili con soli motori a benzina. A dirlo è il CEO di Lamborghini, Stephan Winkelmann, in un’intervista a un collega tedesco. Il manager tedesco ha rivelato inoltre che a partire dal 2023 Lamborghini lancerà i suoi primi modelli ibridi plug-in, per poi elettrificare l’intera gamma nel 2024. Nella seconda metà del decennio, più precisamente nel 2028, arriveranno le prime vetture completamente elettriche. E proprio su questo argomento, Winkelmann si è sbilanciato lasciando intendere come sarà la prima Lamborghini a zero emissioni.

Lamborghini, il futuro è ibrido (ed elettrico): dal 2023 tutte le Lamborghini avranno una spina

Che il futuro sia tutto puntato sull’elettrificazione è ormai noto a tutti. Anche le Case che, da fuori, sembrano le più tradizionaliste e legate al passato sanno che programmare una transizione verso una mobilità a zero emissioni è fondamentale. Un esempio lampante di questo è proprio Lamborghini, che al momento offre tutti i suoi modelli a listino, da Huracàn a Urus passando per Aventador, esclusivamente con motorizzazioni a benzina a 8, 10 o 12 cilindri. Questo però non vuol dire che Lamborghini non abbia pronto un piano per l’elettrificazione, anzi.

In un’intervista a un collega tedesco, il CEO della Casa di Sant’Agata Bolognese Stephan Winkelmann ha dichiarato che, nonostante non ci sia ancora un modello di serie ibrido o elettrico, il futuro va proprio in quella direzione. “Il 2022 sarà l’ultimo anno in cui offriremo solamente modelli con motori termici.”, ha dichiarato Winkelmann. “Il 2022 è partito molto bene: abbiamo praticamente venduto tutta la produzione per quest’anno durante il 2021.” Il successo dei modelli attuali, e il lancio di nuove versioni come la folle Huracan Sterrato in arrivo quest’anno, non sposta però il focus della Casa dall’elettrificazione.

Stephan Winkelmann

Dalle dichiarazioni di Winkelmann, infatti, apprendiamo come Lamborghini abbia investito la cifra record di 1,5 miliardi di euro per il passaggio alla produzione di auto ibride plug-in. Dopo questa transizione, a Sant’Agata Bolognese programmano di passare alle auto totalmente elettriche dal 2025. Strategica sarà l’alleanza con il Gruppo Volkswagen, che porterà tutte le sue competenze nel mondo dell’elettrificazione anche tra le vetture del Toro. Vedremo quindi la prima Lamborghini ibrida plug-in nel 2023, e la prima a far partire questa rivoluzione sarà l’erede della Aventador. L’ammiraglia di Casa Lamborghini dovrebbe infatti sfoggiare un V12 aiutato da un sistema ibrido alla spina, e trazione integrale.

La prima Lamborghini elettrica? Secondo Winkelmann, sarà una quattro porte per tutti i giorni

Lamborghini vuole quindi unire il futuro con il suo glorioso passato e presente, senza rinunciare ancora al suo mitico 12 cilindri a V. Dalla prima Aventador ibrida plug-in, la Casa poi passerà ad elettrificare anche gli altri modelli, dalla “piccola” supercar successiva alla Huracan al vendutissimo Urus, che sta segnando veri e propri record di vendita per la Casa. Dal 2025, però, ci saranno nuovi modelli, compresa la prima Lamborghini elettrica. Il CEO di Lamborghini ha già dato la data per la prima Lambo EV: il 2028.

E come sarà fatta la prima Lamborghini senza un motore termico, teatrale e vigoroso? Secondo Stephan Winkelmann, i progetti per la prima Lamborghini elettrica sono ancora in fase di sviluppo. Il CEO ha però svelato, a grandi linee, quale sarà la prima vettura del Toro a zero emissioni. “Stiamo ancora lavorando al prodotto finale della nostra prima elettrica. Siamo però indirizzati verso un modello a quattro porte adatto all’utilizzo di tutti i giorni.” Come espresso da Winkelmann, inoltre, la prima Lamborghini elettrica sarà un’auto capace di stare a metà tra il mondo dei SUV, capitanato da Aventador, ma con l’indole e la guidabilità di una supercar: una GT elettrica a quattro porte, a metà tra SUV e Supercar.

Per scoprire tutto sulla prima Lamborghini elettrica dovremo ancora attendere diversi anni, fino al 2028. Ma perché la Casa di Sant’Agata ha scelto una data così apparentemente lontana? Lamborghini ha sempre dichiarato di non voler essere i primi a lanciarsi nella transizione elettrica, ma i migliori. In più, secondo il CEO Winkelmann nel 2028 ci sarà uno step evolutivo tra batterie, infrastrutture e tecnologie tale per cui sarà possibile lanciare un’automobile elettrica di successo e senza le controindicazioni odierne. Di sicuro, però, Lamborghini elettrificherà l’intera gamma entro il 2024, prima di passare alle sole EV. In ogni caso, comunque, il Toro manterrà il suo essere anche quando la transizione sarà completata. L’obiettivo è infatti quello di rimanere, anche per i clienti più giovani, il punto di arrivo, la Casa a cui aspirare. Sempre, e comunque, nel segno del Toro.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Honda-e Red Bull

    Honda-e Type R: cattivo il rendering con la livrea Red Bull

    render Ferrari Purosangue

    Ferrari Purosangue 2022 senza veli? No, è una fake news [VIDEO]