in

Le 10 auto più attese al Salone di Parigi 2014

Tempo di lettura: 3 minuti

Manca poco all’inizio del Mondial de l’automobile di Parigi – apertura al pubblico dal 4 ottobre al 19 – e abbiamo deciso di stilare un elenco delle vetture più attese da noi appassionati.

Tra le tante anteprime, ben dieci novità hanno catalizzato la nostra attenzione e, prima di mostrarvele e raccontarvele dal vivo il 2 e 3 ottobre durante le giornate stampa, vi anticipiamo le prime informazioni. Ecco il nostro elenco.

Fiat 500X: La gemella della Jeep Renegade è finalmente pronta al debutto. Dopo i video teaser ufficiali e le immagini ufficiose che sono uscite negli scorsi giorni, ci siamo già fatti un’idea di quali sono le linee generali della vettura e siamo pronti a scommettere che sarà un grande successo. La crossover della Fiat verrà prodotta a Melfi e probabilmente sarà equipaggiata con il 1.4 MultiAir Turbo a benzina, il diesel 1.6 e il 2.0 MultiJet con cambio manuale, automatico 9 marce e doppia frizione a 6 rapporti. Non vediamo l’ora di vederla.

Mercedes AMG GT: Sono già uscite tante immagini in seguito alla presentazione in anteprima, ma vedere e toccare con mano il secondo modello targato AMG sappiamo che rappresenterà qualcosa di totalmente diverso. Motore anteriore 4.0 V8 biturbo da 462 e da 510 cavalli, trazione posteriore e una sfida, quella con la Porsche 911, che rimarrà negli annali.

Jaguar XE: Dopo gli ultimi prodotti di una bellezza mozzafiato – F-Type coupè su tutte – il Marchio di origine britannica sfida le tedesche anche nel loro campo, quello delle berline medie. Esteticamente il family feeling rimane e con lui il fascino “Jag”, mentre per quanto riguarda i motori la XE si vedrà equipaggiata con gli efficienti ‘Ingenium’ come il 2.0 diesel da 163 cavalli e con propulsori sportivi come il 3.0 V6 benzina con compressore da 340 CV. Cambio automatico ZF a otto rapporti o manuale a 6 marce. Ne vedremo delle belle.

Mazda MX-5: Svelata a cavallo tra agosto e settembre, la nuova generazione della Mazda Mx-5 promette molto bene, dato il successo che ha riscosso dopo le prime immagini. I punti di forza rimangono gli stessi della “vecchia” Miata prima serie: trazione posteriore, peso ridotto e piacere di guida. I nuovi motori Skyactiv-G dovrebbero pensare anche a farci divertire, abbinati a cambio manuale o automatico a 6 marce. Aspettando la “cugina italiana” ci sfogheremo volentieri con la piccola giapponese.

Land Rover Discovery Sport: E’ il nuovo SUV compatto premium che, sull’onda dell’entusiasmo targata Evoque, punta a fare strage di cuori per la sua bellezza, ma anche per la sua praticità e affidabilità tradizionalmente Land Rover. Lungo 4,60 metri sarà dotato di motori 2.0 benzina Si4 da 240 CV e 2.2 TD4 da 150 CV e SD4 190 CV turbodiesel. Il 4×4 rimane una garanzia così come l’ormai collaudato cambio ZF a nove rapporti.

Lamborghini: Il nome non si sa ancora, poiché in Lamborghini hanno fatto un ottimo lavoro, totalmente sotto traccia. C’è chi afferma che la novità riguarda una berlina quattro porte, ma noi pensiamo che si tratti di un SUV, evoluzione della ormai celebre Urus, vista per la prima al Salone di Pechino del 2012. Voi quale vedreste bene per il marchio del Toro?

Skoda Fabia: Tra le “piccole” ci interessa molto il lancio della nuova attesissima Fabia, dal design rinnovato ancora più moderno e giovanile grazie alle molteplici possibilità di personalizzazione. Sarà anche leggermente più larga per una migliore abitabilità. I motori saranno 3 e 4 cilindri benzina da 60 a 110 cavalli, e 3 cilindri diesel da 75 a 105 CV, in attesa della versione sportiva che, come la sorella Polo GTi, avrà il 1.8 turbo. La commercializzazione è prevista per il 2015.

Alfa Romeo 4C Spider: Ci ha emozionato a Ginevra, dove ha fatto il suo debutto lo scorso marzo, a Parigi vedremo la versione definitiva, pronta per essere lanciata sul mercato. Il tettuccio sarà removibile in stile Lotus Elise, l’impianto di scarico, invece, suonerà sinfonie scritte da Mr. Akrapovič e i gruppi ottici saranno diversi dalla versione coupè. Invariata la potenza del motore e l’adozione del cambio TCT.

Opel Adam S: Non poteva mancare una piccola sportiva nel nostro elenco e la nostra scelta è ricaduta su di lei. Design aggressivo per interni ed esterni, nuovo assetto, freni più potenti e un 1.4 Ecotec turbo da 150 cavalli per affrontare 500 Abarth & Co. Ci sarà da divertirsi.

Ford Focus ST M.Y. 2015: Una delle più veloci Hot Hatch degli ultimi anni si rinnova e, per la prima volta sotto il marchio ST, propone anche una versione sportiva abbinata a un motore diesel. Oltre al 2 litri turbo benzina da 250 cavalli, infatti, verrà lanciato anche il 2.0 turbo diesel da 184, sulle orme di una scelta vincente come quella che da anni Volkswagen, con Golf GTI e GTD, applica con notevole successo. Esteticamente non cambia molto, ma il design sarà leggermente più marcato e all’interno arriverà il sistema di infotaiment Sync 2.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Seat Leon Eurocup 2014: a Monza un Campionato da Autoappassionati

Salone di Parigi 2014: seguilo live su Autoappassionati.it