in

LIVE – TOYOTA YARIS HYBRID – R: DEBUTTA AL SALONE DI FRANCOFORTE 2013

Tempo di lettura: 4 minuti

E’ possibile unire l’ecologia di un’ibrida alle prestazioni di una sportiva? Toyota ci è riuscita con la nuova Yaris Hybrid – R, una vettura capace di unire la tecnologia della Yaris Hybrid alla sportività della TS030 Hybrid. Il risultato di questa innovativa unione? Un veicolo straordinario in grado di massimizzare le prestazioni e di offrire un ottimo piacere di guida.

La base di partenza è il modello a 3 porte della Toyota Yaris ma il cuore pulsante di questa vettura è la vera innovazione tecnologica. La Toyota Yaris Hybrid – R è equipaggiata con una soluzione ibrida che unisce un motore benzina da 1.6 litri a due potenti motori elettrici. Una trasmissione integrale elettrica ed intelligente capace di regalare grandi emozioni.

Entrando nello specifico scopriamo che sulla Toyota Yaris Hybrid – R le ruote anteriori sono spinte da un motore 4 cilindri turbo benzina a iniezione diretta da 1.6 litri e 300 CV, sviluppato appositamente dalla Toyota Motorsport GmbH (TMG) in base alle regole previste dalla FIA (Federation Internationale de l’Automobile). La trazione alle ruote posteriori è invece fornita individualmente da due propulsori elettrici da 60 CV ciascuno, gli stessi presenti sulla Yaris Hybrid.
La soluzione ibrida riesce così a sviluppare una potenza totale di ben 420 CV.

Gli ingegneri nipponici hanno progettato i due motori elettrici per essere inoltre utilizzati come generatori di energia durante le fasi di frenata, fornendo una potenza supplementare in accelerazione. L’energia recuperata in fase di decelerazione viene accumulata all’interno di un super accumulatore, collocato sotto il sedile posteriore, capace di un’elevata densità di potenza e di un’elevata velocità di ricarica.

Toyota Yaris R

Le sorprese sembrano non finire perchè un terzo motore elettrico da 60 CV è stato posizionato tra il motore e il cambio sequenziale a 6 marce con due precisi scopi: fornire energia al super accumulatore in fase di decelerazione e garantire potenza immediata ai motori elettrici posteriori in fase di accelerazione. Infine quest’ultimo motore elettrico viene impiegato come una sorta di sistema di controllo della trazione avanzato, in grado quindi di trasformare la coppia in eccesso in energia elettrica da destinare alle ruote posteriori, tutte le volte in cui avremo un esubero di potenza alle ruote anteriori che possa mettere in crisi l’aderenza e l’handling del veicolo.

Un design aggressivo

La nuova Toyota Yaris Hybrid – R non scherza nemmeno in materia di look rigorosamente sportivo. La cifra stilistica Keen look e Under Priority viene rafforzata dall’adozione di nuovi gruppi ottici, da una griglia anteriore più ampia e dai dettagli blu e neri in contrasto con il colore bianco della scocca. Il particolare design del paraurti incorpora due ampie prese d’aria e luci di marcia diurne a LED di colore blu. Le prese d’aria contribuiscono al raffreddamento dell’impianto frenante anteriore, mentre la forma del paraurti inferiore è studiata per incanalare centralmente il flusso dell’aria sotto il veicolo. I passaruota alloggiano cerchi TRD da 18″ con pneumatici 225/40 R18 Michelin Pilot Sport Cup dall’impronta asimmetrica. I dischi dei freni, sportivi,sono abbinati a pinze a sei pistoncini sulla parte anteriore e da pinze a quattro pistoncini sul retrotreno. Al posteriore le luci a LED mantengono invariata la forma della versione di serie, un esclusivo spoiler è stato posizionato sul tetto ed il nuovo paraurti incorpora un ampio diffusore con tubo di scarico incorniciato tra due estrattori.

Un abitacolo non da meno
La stessa sportività la ritroviamo nell’abitacolo dove, riprendendo i colori esterni, i sedili Recaro Bucket bicolore sono caratterizzati da rinforzi laterali in pelle nera e Alcantara® blu. La leva del cambio sequenziale è stata posizionata il più vicino possibile alla mano del guidatore in modo da agevolare la rapidità nei cambi di marcia. Il volante sportivo, rivestito in Alcantara®, dispone di un pulsante per la selezione, a veicolo fermo, delle modalità “Track” oppure “Road”, oppure per impostare la funzione “Boost” durante la marcia. Il posto guida è infine arricchito dal un
set di pedali sportivi derivati dalla GT 86.

Una doppia anima

La casa nipponica ha previsto inoltre due modalità di funzionamento: “Road” e “Track” per la nuova Yaris Hybrid – R. In modalità “Road” si pensa ai consumi e all’emissioni di anidride carbonica riducendo la potenza erogata dal sistema ibrido. Il sistema agisce in pratica riducendo il rapporto di compressione del motore e regolando la mappatura relativa ad iniezione e scoppio. Il sistema ibrido interviene solo all’avvio e ai bassi regimi, il super accumulatore può rilasciare energia per circa 10 secondi, la potenza dei due motori elettrici viene limitata ad un massimo di 40 CV e il terzo motore elettrico viene utilizzato come generatore. In modalità “Track” viene sfruttato al massimo il sistema ibrido. Il motore 1.6 turbo sviluppa una potenza di 300 CV, per una coppia di 420 Nm, mentre i propulsori elettrici possono raggiungere insieme un picco di 120 CV per 5 secondi. Il terzo motore elettrico trasmette energia ai motori posteriori, trasformandosi in un avanzato sistema di controllo della trazione.

I motori elettrici posteriori, uno per ciascuna ruota, permettono quindi di migliorare l’handling della Yaris Hybrid-R in curva, modificando la distribuzione della coppia tra la ruota di destra e quella di sinistra. Tali unità possono essere utilizzate sia come generatori che come propulsori, ottenendo lo stesso effetto di un differenziale con distribuzione di coppia. Grazie all’elevata potenza della trasmissione ibrida ed al sistema di gestione dell’energia studiato per massimizzare le prestazioni e l’handling, il prototipo Yaris Hybrid-R incarna una delle possibili evoluzioni della tecnologia ibrida, concepita per garantire al cliente il massimo piacere di guida.

Dì la tua

LIVE – Mazda 3 al Salone di Francoforte 2013

LIVE Francoforte 2013: Tutte le novità BMW al Salone