martedì, 18 Febbraio 2020 - 4:55
Home / Notizie / Motorsport / Lotus Cup Italia a Misano: 1 a 1 tra Nespoli e Pasotti
Lotus Cup Italia a Misano

Lotus Cup Italia a Misano: 1 a 1 tra Nespoli e Pasotti

Tempo di lettura: 2 minuti.

Un appuntamento quello della Lotus Cup Italia a Misano che potrebbe essere la chiave di volta per tanti fattori in questa appassionante stagione del monomarca Lotus.

Nonostante una vittoria a testa tra Franco Nespoli e Stefano Pasotti, il bresciano della LG Motorsport ha ceduto la seconda posizione in classifica a causa del ritiro in Gara 2, proprio quando la doppietta sembrava a portata di mano.

Gara 1 della Lotus Cup Italia a Misano

Sul Circuito intitolato a Marco Simoncelli, Gara 1 ha offerto un crescendo di emozioni, regalando duelli al fulmicotone. Su tutti, a prevalere è stato il giovane Stefano Pasotti: il bresciano della LG Motorsport, dopo esser scattato al comando, ha condotto la gara fino alla bandiera a scacchi, nonostante un tenace e mai domo Franco Nespoli (Cipriani Motorsport) alle sue spalle; più staccato , con arrivo in solitaria, Giacomo Giubergia (Pellin Racing) il torinese che si conferma sempre più quale terza forza della serie promossa da PB Racing (non l’abbiamo anche intervistato).

Gara 2

Questa verrà ricordata sicuramente come una tra le più spettacolari e imprevedibili degli ultimi anni. Dopo innumerevoli colpi di scena, a conquistare la meritata vittoria è stato Franco Nespoli: lo svizzero, sempre in lotta per la leadership, approfittava dopo alcuni giri di un inconveniente elettrico sulla vettura di Stefano Pasotti, consolidandosi al primo posto sino alla bandiera a scacchi. Alle sue spalle, l’imprevedibile: dopo il problema accusato dal portacolori LG Motorsport, un ottimo Stefano Zerbi (autore di una partenza perfetta) si issava in seconda posizione controllando abilmente Giacomo Giubergia fino a che l’olio lasciato in pista dalla Lotus di Mike Dean lo tradiva alla curva del Rio, finendo mestamente in ghiaia.

Lotus Cup Italia a Misano

La palma del weekend nero è andata di diritto a Luca Flaccadori: lo svizzero della LG Motorsport anche in Gara 2 ha dovuto alzare bandiera bianca nel corso del primo giro per un problema tecnico. Con questo risultato Nespoli incrementa il suo vantaggio in classifica generale salendo a quota 141 lunghezze, con Giacomo Giubergia che ne approfitta e si issa in seconda posizione assoluta staccato di 21 punti dall’elvetico e con 5 di vantaggio sul campione in carica Stefano Pasotti.

Loading...

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Mads Ostberg Citroen C3 R5

Dopo il Montecarlo, seconda vittoria in Svezia per la C3 R5 in WRC2

Dopo una perentoria affermazione nel rally inaugurale della stagione, si ripete lo stesso copione per …