Maserati Q4, la trazione integrale del Tridente | Prova su strada

Tempo di lettura: 3 minuti

Se fino a qualche tempo fa sarebbe stato impensabile vedere una Maserati nel periodo invernale in certe località sciistiche, oggi lo scenario è completamente cambiato dato che la Casa di Modena offre una vasta gamma di modelli a trazione integrale, denominata Maserati Q4 che ha debuttato per la prima volta sulla Quattroporte nel 2013.

Sulle berline Maserati, il sistema è accoppiato al motore benzina V6 Twin-Turbo da 3 litri con 410 cavalli, mentre su Levante la trazione integrale Maserati Q4 è di serie e quindi disponibile sia alle motorizzazioni a benzina (V6 Twin-Turbo da 3 litri da 430 cavalli), sia alle motorizzazioni diesel (V6 Turbo da 3 litri e 250 o 275 cavalli) e come per tutte le vetture della casa di Modena la garanzia è di tre anni con chilometraggio illimitato.

Aspetti tecnici della trazione integrale Maserati Q4

Grazie alla tecnologia on-demand allo stato dell’arte del sistema integrale Maserati Q4, la trazione è assicurata persino sui fondi più scivolosi senza compromettere l’economia dei consumi.

A livello tecnico il sistema lascia passive le ruote anteriori (cioè scollegate al cambio). Queste però possono intervenire istantaneamente e con intelligenza in 100 millisecondi quando è necessario per assicurare la trazione.

L’architettura del sistema si basa su una frizione multidisco in umido a controllo elettronico, installata in una scatola di rinvio sul cambio e collegata all’assale anteriore mediante un semiasse. La coppia all’avantreno è fornita in maniera più o meno graduale grazie all’ausilio di questa frizione disposta vicino al cambio.
In caso di perdita di aderenza dovuta ad un’eccessiva velocità in curva, accelerazioni repentine o grip molto ridotto sull’assale posteriore – come nel caso della nostra prova su strade montane con nevischio – il sistema adegua alle diverse condizioni l’erogazione della potenza. La trazione integrale Maserati Q4 è in grado di concentrare fino al 100% della trazione sulle ruote posteriori (frizione completamente aperta), se necessario, ma riesce anche a operare fino una ripartizione 50-50 tra gli assali (frizione completamente chiusa).

Il sistema a trazione integrale Maserati Q4 opera per la maggior parte del tempo con una configurazione spiccatamente arretrata per non penalizzare la guida sportiva. In condizioni normali fino a 80km/h, funziona con una ripartizione in costante adeguamento, con circa il 70% della trazione concentrata sull’assale posteriore. La coppia erogata sull’assale anteriore scende quindi fino al 10% a 130 km/h per ridursi quasi a zero man mano che la velocità della vettura aumenta.
Quindi se serve maggior grip, come a basse velocità, il comportamento della vettura cerca di esser il più neutro possibile, e l’asse anteriore “spinge” la vettura fuori d’impaccio.
Se ci troviamo ad alte velocità, si suppone che il grip sia elevato e la trazione va a solo al posteriore per diminuire i consumi ed aumentare la reattività.

La coppia massima all’anteriore in caso di accelerazione massima da vettura ferma non supera normalmente il 35% questo dato permette di capire la bontà delle motricità al posteriore delle vetture dotate della trazione integrale Maserati Q4.

Inoltre il sistema è molto leggero, pesando solo 60 kg e grazie all’integrazione con il Maserati Stability Program (MSP – sistema di controllo della stabilità) rende le vetture del Tridente particolarmente sicure.

Non manca la sportività infine con il differenziale autobloccante posteriore che garantisce una più efficiente distribuzione della coppia motrice sulle ruote posteriori ed un migliore handling. Su Maserati Levante questa la presenza di serie del Limited Slip Differential è una vera chicca non riscontrabile tra altri SUV sportivi prodotti dalla concorrenza.

Modalità Off-Road per Levante

Su Maserati Levante oltre alle tradizionali modalità selezionabili Normal, I.C.E. e Sport, presenti anche su Ghibli e Quattroporte, troviamo la modalità Off-Road, introdotta per la prima volta su una vettura Maserati.

In modalità Off Road se il guidatore imposta una determinata marcia, la vettura la mantiene anche sulle pendenze: questa caratteristica è particolarmente utile nelle salite e discese impegnative, regolando i giri grazie al freno motore, mentre il guidatore può rimanere concentrato sulla guida.

Quando è selezionata la modalità Off Road automatica, la trasmissione (tramite il RRD – Rough Road Detection) riconosce i vari tipi di terreno, interagisce con l’ESP e modifica di conseguenza la cambiata.

Per testare le doti dinamiche e le quattro differenti modalità di guida della Maserati Levante abbiamo portato il SUV del Tridente sulla pista ghiacciata di Cervinia in compagnia del campione del mondo rally Alex Fiorio. In modalità Normal il comportamento della Levante era estremamente divertente consentendo traversi e una guida sportiva senza interventi invasivi elettronici, ideale per scatenarsi su una pista a bassa aderenza. Passando su I.C.E. il comportamento della vettura cambia radicalmente, l’auto diventa stabile ed incollata al suolo non perdendo aderenza anche nelle situazioni più estreme. Sport e Off-Road sono invece gli opposti, la seconda regala un grip straordinario mentre la prima esalta al massimo le prestazioni da sportiva della Levante, guardare per credere:

I prezzi delle vetture Maserati Q4

Come detto la trazione integrale Maserati SQ4 è disponibile su Ghibli, Quttroporte e di serie su tutte le versioni di Levante. I prezzi per la Maserati Ghibli S Q4 con il 3.0 V6 da 410 CV partono da 88.180 euro, mentre la Maserati Quattroporte S Q4 Gransport e S Q4 Granlusso con il 3.0 V6 da 410 CV i prezzi partono da 126.215 euro. Per Levante, i diesel 3.0 V6 250 CV e 3.0 V6 275 CV partono entrambi da 73.417 euro, mentre la pepata 3.0 V6 S da 430 CV parte da 91.358 euro.

Come per tutte le altre vetture del Tridente, la garanzia è di tre anni con chilometraggio illimitato.

Federico Ferrero: Direttore Autoappassionati.it