in

Mazda CX-50: solo per l’America il nuovo SUV prodotto con Toyota

Tempo di lettura: 2 minuti

Mazda ha presentato la CX-50, il nuovissimo SUV pensato esclusivamente per il mercato nordamericano. La nuova Mazda CX-50 è un SUV importante per la casa giapponese e sarà il primo ad essere prodotto, a partire da gennaio, nello stabilimento Mazda Toyota Manufacturing (MTM) di Huntsville, in Alabama.

MTM è una fabbrica di nuova generazione costruita e gestita al 50% con Toyota, a pieno regime sarà capace di garantire una capacità produttiva di oltre 300.000 veicoli complessivi. La condivisione con Toyota non si ferma alle linee produttive, gli scambi e lo sviluppo condiviso riguarderà anche la tecnologia per le auto elettriche.

Mazda CX-50: stile rugged e tanta sostanza

La Mazda CX-50 affiancherà la CX-5 ponendosi un gradino più in alto, riproponendo le proporzioni muscolose già viste sulla CX-30 (qui la nostra prova) con cui condivide la piattaforma. Presto arriverà una variante elettrificata coadiuvata dal rodato motore benzina Skyactiv-G da 2,5 litri. Lo stile da vera offroad non è solo un vezzo stilistico, la CX-50 è i fatti dotata del più recente sistema i-Activ AWD e del Mazda Intelligent Drive Select (Mi-Drive), che offre diverse modalità di guida per varie condizioni.

Gli interni della Mazda CX-50 sono impreziositi dal grande tetto panoramico, elemento inedito nel panorama Mazda, che contribuirà ad offire un’esperienza di viaggio ai massimi livelli di caregoria. Per il resto gli interni ricalcano fedelmente lo stile elegante e tecnologico a cui Mazda ci ha abituato con i suoi ultimi modelli.

Per l’Europa sono in arrivo due SUV ancora più grandi

Nonostante questa vettura non sarà disponibile in Europa, anticiperà nella concezione altri due SUV che al contrario arriveranno nel vecchio continente. Parliamo della Mazda CX-60 e della grande CX-80, di quest’ultima possiamo già anticipare che prevederà una configurazione con 3 file di sedili.

Le Mazda in arrivo segneranno anche l’importante passo verso i powertrain ibridi plug-in che combineranno il motore a benzina a un motore elettrico capace di muovere la vettura anche in autonomia. Il risultato sarà una power-unit capace di unire potenza, emissioni e bassi costi di esercizio. Mazda è conscia che per molti automobilisti il Diesel e il benzina siano la scelta più sensata, inoltre i nuovi propulsori della Casa garantiscono consumi ed emissioni record. Per tale ragione saranno proposti anche il premiato benzina Skyactiv-X a sei cilindri in linea con accensione per compressione di nuova generazione e un Diesel Skyactiv-D.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Maserati Grecale in arrivo: una foto da record segna il primo passo

    Tempesta di neve al Sestriere e auto in panne, tutte tranne una [VIDEO]