in

Mazda e il KODO Design al FuoriSalone di Milano

Tempo di lettura: 2 minuti

Alla Milano Design Week Mazda dà ulteriore prova della sua passione e attenzione per la bellezza e lo stile, che si traducono nel pluripremiato ‘KODO Design – Soul of Motion’ delle sue automobili.

Ikuo Maeda, global head of design Mazda, ha incontrato i giornalisti con i suoi colleghi europeo e americano – Peter Birtwhistle e Derek Jenkins – per condividere con Autoappassionati e con tutti gli artisti giunti nella città meneghina una creazione che sfida le convenzioni.

La cifra stilistica dell’oggetto progettato da Maeda San e dal suo team era chiaramente ispirata al KODO Design, ma il creativo giapponese – tolto il velo che ricopriva la sua creazione – non ha rivelato un’automobile, bensì una sedia. La sedia KODO. Pur essendo un oggetto statico, la KODO Chair trasmette un forte dinamismo, accentuato dalle sue forme filanti e dalle gambe anteriori, slanciate in avanti quasi ad evocare il balzo di un felino. In perfetto contrappunto stanno le gambe posteriori, più massicce e verticali, che danno invece stabilità e solidità al complesso. La realizzazione dell’elemento d’arredamento è stata curata nel minimo dettaglio – come da tradizione giapponese – con le gambe provenienti da un unico blocco d’alluminio e le cuciture e finiture della seduta ispirate alle tecniche con cui vengono creati i celebri kimono.

“Mazda si sta rivolgendo a un mondo più vasto qui alla Design Week di Milano” ci ha detto Maeda San “siamo qui per condividere la nostra visione creativa ed ampliare i nostri orizzonti, per trarre ispirazione da un ambiente così stimolante e, spero, per ispirare gli altri. Crediamo che l’approccio che abbiamo intrapreso con la KODO Chair potrebbe influenzare il design delle nostre future auto, specie per quanto riguarda la linea delle gambe e il dinamismo che trasuda da questo oggetto. Il nostro atteggiamento è quello di accettare qualsiasi sfida, se crediamo di poter creare qualcosa di unico. Questo è il modo giusto di sviluppare un veicolo, dal nostro punto di vista”.

La sedia è stata svelata al Mazda Con-Temporary Space (MACS), una location istituita da Mazda in Via Tortona 9, Milano e concepita intorno ai temi del movimento e del “soul of motion”. Al MACS è possibile vedere la nuova Mazda6 (vincitrice del ‘red dot award: product design 2013’ e finalista al World Car Design of the Year 2013), oltre ad una mostra unica di Giuliana Cunéaz, un’artista italiana la cui visione riflette in molti modi l’approccio progettuale e stilistico di Mazda. Creata appositamente da Giuliana Cunéaz per il MACS, la mostra ‘Forma Fluens’ esprime movimento utilizzando 3D e installazioni video HD con dipinti, sculture, fotografie e disegni che puntano a portare l’osservatore in un viaggio affascinante attraverso un paesaggio metamorfico, virtuale, esplorando le nanotecnologie e le altre forme di scienza. ‘Forma Fluens’ può essere visitata al MACS fino al 14 aprile prossimo.

Dì la tua

Lancia Ypsilon Elefantino

VIDEO – Peugeot RCZ (Paolo Andreucci) Vs Downhill (Lorenzo Suding)