in

Mercato auto gennaio 2021: si parte col segno meno sulle immatricolazioni

mercato auto febbraio 2020
Tempo di lettura: 3 minuti

Il mercato dell’auto, dopo il tonfo di San Silvestro, stenta a riprendere aria e apre l’anno con una flessione a doppia cifra. Nel primo mese del 2021 sono state immatricolate 134.001 nuove vetture con un calo del 14% rispetto alle 155.867 del gennaio 2020. 

Il mese di gennaio è stato certamente penalizzato da due giorni lavorativi in meno, ma ancor  più dalle limitazioni nelle zone più colpite dall’emergenza da Covid-19 e dall’apertura tardiva  del portale per la richiesta degli incentivi. A questo va aggiunto che il mancato adeguamento al nuovo ciclo WLTP dei valori di CO2 previsti per l’applicazione dei fringe benefit ha causato  turbativa nel mercato delle auto aziendali. Da sottolineare che il calo sarebbe stato certamente  ancora più pesante in assenza del pacchetto di incentivi previsto dall’emendamento bipartisan alla Legge di Bilancio, che ha prorogato di fatto quanto egregiamente già previsto nel noto  emendamento dell’On. Benamati approvato a luglio nel corso dell’iter di conversione in Legge del DL Rilancio. 

L’avvio degli incentivi, infatti, sta fornendo grande sostegno al comparto, con un notevole  successo per le richieste di rottamazione sulla fascia incentivata da 61 a 135 g/km: un ottimo  risultato per l’ambiente, ma la disponibilità di fondi rischia di esaurirsi rapidamente nel primo  trimestre.  Inoltre, se le vetture a ricarica esterna (BEV+PHEV), come auspicato, dovessero raggiungere  una market share a doppia cifra, allora anche per la fascia 0-60 g/km i fondi non basterebbero  a coprire l’intero anno. 

In questo scenario la nostra stima per il mercato delle autovetture nel 2021 è di 1.550.000  immatricolazioni, che indica un andamento positivo del +12% rispetto all’annus horribilis  appena chiuso, ma che va letta in relazione al trend pre pandemia: parliamo ancora di un  pesante calo del 19% rispetto ai livelli 2019 e non è certamente una stima prudenziale”, afferma  Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione delle Case automobilistiche estere. 

I programmi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ndr) rappresentano un’occasione storica per l’Italia, fondamentali per il  decollo della mobilità verde e il rilancio del settore automotive, con benefici per l’ambiente la  stabilità occupazionale e il bilancio dello Stato – conclude il Presidente. In questo quadro, il  nostro settore può giocare un ruolo centrale per il riavvio dell’economia, attraverso tre pilastri strategici su cui convogliare le risorse disponibili: un corretto supporto allo sviluppo della  mobilità green, rispettando la neutralità tecnologica; la realizzazione di infrastrutture di  rifornimento per i veicoli di nuova generazione; una maggiore competitività delle aziende  italiane, allineando la fiscalità delle imprese che si avvalgono di auto aziendali a quella dei  principali Paesi europei, riducendo il gap competitivo di cui soffrono”. 

Mercato auto gennaio 2021: top 5 per segmenti (dati UNRAE al 31/01/2021, % sul mercato)

Segmento A (17,3%): Fiat Panda, Fiat 500, Toyota Aygo, Hyundai i10, Suzuki Ignis

Segmento B (39,2%): Toyota Yaris, Lancia Ypsilon, Citroen C3, Opel Corsa, Peugeot 208

Segmento C (29,0%): Jeep Renegade, Volkswagen T-Roc, Dacia Duster, Fiat 500X, Jeep Compass

Segmento D (12,3%): Volkswagen Tiguan, Audi Q3, BMW X1, Ford Kuga, Mercedes GLA

Segmento E (1,8%): Mercedes GLE, Audi A6, Mercedes GLE Coupé, BMW Serie 5, BMW X5

Segmento F (0,3%): Porsche 911, Maserati Ghibli, Porsche Taycan, Mercedes Classe S, Ferrari F8

Mercato auto gennaio 2021: top 5 per alimentazione (dati UNRAE al 31/01/2021, % sul mercato)

Benzina (36%): Fiat Panda, Citroen C3, Opel Corsa, Peugeot 208, Volkswagen T-Roc 

Diesel (26,9%): Jeep Renegade, Peugeot 3008, BMW Serie 1, Fiat 500X, Jeep Compass

GPL (6,1%): Dacia Duster, Dacia Sandero, Renault Clio, Renault Captur, Fiat Panda

Metano (2,0%): Seat Arona, Volkswagen Polo, Skoda Kamiq, Seat Ibiza, Skoda Octavia

Ibride HEV/MHEV (24,3%): Fiat Panda, Toyota Yaris, Lancia Ypsilon, Fiat 500, Ford Puma

Ibride plug-in (2,8%): Volvo XC40, Jeep Compass, Jeep Renegade, Renault Captur, Peugeot 3008

Elettriche (1,9%): Fiat 500, smart fortwo, Renault Zoe, Opel Corsa, Peugeot 208

Mercato auto gennaio 2021: la top ten delle auto più vendute in Italia (dati al 31/01/2021 – fonte: UNRAE)

  1. Fiat Panda (12.162)
  2. Toyota Yaris (4.337)
  3. Lancia Ypsilon (4.048)
  4. Citroen C3 (3.542)
  5. Jeep Renegade (3.467)
  6. Opel Corsa (3.229)
  7. Peugeot 208 (3.190)
  8. Volkswagen T-Roc (2.992)
  9. Dacia Duster (2.749)
  10. Fiat 500 (2.728)

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    Lexus LFA al banco prova: mamma mia che ululato! [VIDEO]

    bollo auto uecoop

    Auto: nel 2020 risparmi medi per 905 euro a famiglia