lunedì, 10 dicembre 2018 - 2:03
Home / Notizie / Mercato / Mercato auto settembre: Groupe PSA cresce in un’Europa rallentata
mercato auto

Mercato auto settembre: Groupe PSA cresce in un’Europa rallentata

Tempo di lettura: 2 minuti.

I dati ACEA condividono dati che affermano un trend sul mercato auto più che positivo per Groupe PSA; anche l’Europa se la cava altrettanto bene dopo l’entrata in vigore del nuovo ciclo WLTP?

Groupe PSA: avanti così

Analizzando le stime del mercato auto, tra gli andamenti del mese di settembre Groupe PSA si è dimostrato il Gruppo automotive numero uno in Europa in termini di immatricolazioni di vetture.

Secondo le informazioni che sono state raccolte e divulgate da ACEA, la spinta positiva di Groupe PSA ha permesso una scalata e un sorpasso di un posto nella classifica costruttori.

Tale risultato nel mercato auto, che si registra per la prima volta nella sua storia, è da attribuire a diversi fattori produttivi:

  • Groupe PSA grazie a scelte tecnologiche lungimiranti si è fatto trovare pronto rispetto alle nuove normative di omologazione WLTP. Una legislazione che è iniziata recentemente, a partire dal mese di settembre
  • Una crescita propositiva di tutti i Marchi appartenenti al Gruppo; e in particolar modo evidenziamo Opel/Vauxhall, che sono i brand con la quota di mercato più alta in Europa nel mese di settembre (7,4%)
  • Tra i primi 10 marchi nella classifica stilata da ACEA è da notare che Peugeotha ottenuto la miglior progressione del mercato; segue in seconda posizione Citroen  (sul totale dei primi 9 mesi di produzione di questo anno)

Un’Europa che dondola?

Nel mese di settembre 2018 il mercato auto non delinea una cornice altrettanto positiva: le registrazioni di immatricolazioni nel territorio europeo calano con un decisivo -23,5%.

Analizzando a posteriori qualcuno potrebbe pensare “non è una sorpresa”: questo perché probabilmente è stato messo in bilancio già mesi fa. Non è stata una sorpresa quanto i test WLTP, i quali hanno portato un’eccezionale ondata di immatricolazioni.

Prima abbiamo citato le nuove norme WLTP: i test condotti lo scorso mese di agosto hanno portato a un discreto incremento di registrazioni (attestato al +31,2%). A settembre, invece, molti Paesi dell’UE hanno sofferto una perdita in doppia cifra, compresi quelli quotati nelle prime posizioni di vendita.

Il contentino sui primi 9 mesi: e l’Italia?

Se si considerano le vendite dei primi 9 mesi dell’anno sul mercato auto, la domanda rimane se non altro positiva (+2,5%), mantenendo le previsioni di crescita annuale per questo anno. Considerando i primi cinque Paesi classificati, la domanda è cresciuta:

  • In Spagna dell’11,7%
  • In Francia del 6,5%
  • In Germania del 2,4%

Purtroppo l’Italia ha avuto una leggera contrazione (-2,8%). Invece in Inghilterra il calo è stato più vistoso, con un -7,5%: primi effetti della Brexit.

Autore: Simone Arnulfo

Potrebbe interessarti

prezzo nissan qashqai

Prezzo Nissan Qashqai : novità per il C-SUV giapponese

Si aggiorna il listino del C-SUV re delle vendite nel segmento delle medie alte da …