venerdì, 21 settembre 2018 - 6:24
Home / Notizie / Ecologia / Mercedes-Benz aderisce alla campagna ‘Non mi rifiuto’

Mercedes-Benz aderisce alla campagna ‘Non mi rifiuto’

Tempo di lettura: 2 minuti.

Mercedes-Benz Italia è la prima casa automobilistica ad aderire a ‘Non mi rifiuto’, la campagna di educazione ambientale alla raccolta differenziata e al riciclo, realizzata da Ancitel Energia e Ambiente, con il patrocinio di Anci e del Ministero dell’Ambiente.

Da diversi anni Mercedes-Benz è impegnata nel rendere i processi produttivi e le componenti delle proprie automobili sempre più sostenibili e riciclabili. Oggi, oltre il 95% dei materiali impiegati nelle vetture della Stella è totalmente riciclabile ed entra nel circuito del riciclo più del 90% degli scarti degli impianti produzione.

L’attenzione all’ambiente è totale e coinvolge anche la selezione dei fornitori come, ad esempio, MIKO un’azienda italiana che ogni anno, dalle bottiglie di PET, produce la microfibra ecologica DINAMICA per gli interni di oltre un milione di Mercedes. Ideale ambasciatrice di questa filosofia a basso impatto ambientale, la nuova Classe E con 72 componenti realizzati in plastiche riciclate di alta qualità (+30% rispetto alla precedente generazione) e ben 90 elementi in materiali naturali.

L’importanza dei processi di riciclo rappresenta un elemento strategico nell’ambito delle politiche ambientali nazionali ed internazionali. Un tema cui, da diversi anni, la Casa della Stella rivolge particolare attenzione ed ingenti investimenti. Un impegno che vede oggi Mercedes-Benz Italia scendere in campo a sostegno di ‘Non mi rifiuto’ la campagna promossa da Ancitel Energia e Ambiente, con il patrocinio di Anci e del Ministero dell’Ambiente, per educare i cittadini alla cultura del riciclo. ‘Non mi rifiuto’ è la prima campagna ambientale ‘a km 0’ veicolata attraverso un video clip musicale sulle note di un rap contagioso che le amministrazioni locali e tutti i sostenitori del progetto potranno scaricare gratuitamente ed utilizzare per promuovere buone pratiche di raccolta e riciclo.

Daimler analizza l’impatto ambientale di tutti i suoi modelli nell’intero ciclo di vita, dalla produzione fino al riciclo dei materiali, attraverso molti anni di utilizzo, con risultati che vanno ben oltre i requisiti di legge in materia di ambiente e prodotti che rappresentano l’eccellenza ecofriendly nei rispettivi segmenti. Un processo produttivo esemplare e innumerevoli innovazioni tecnologiche che trovano la massima realizzazione nella nuova Classe E, ideale ambasciatrice di questa filosofia. L’ultima generazione di questa icona della Stella rappresenta, infatti, il punto più avanzato dell’industria 4.0 applicata all’automobile, anche sotto l’aspetto ambientale, a partire dai materiali.

Ben 72 componenti della nuova Classe E sono, infatti, realizzati interamente in plastiche riciclate di alta qualità, per un peso totale di oltre 54 kg: il 30% in più rispetto alla precedente generazione. Inoltre, 90 elementi, per un peso complessivo di oltre 31 kg, sono stati prodotti utilizzando materiali naturali. In totale, il peso dei componenti realizzati attraverso l’utilizzo di materie prime rinnovabili è circa 60% in più rispetto alla vecchia generazione di Classe E.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Volvo V60

Auto, sostenibilità e Agreenment: Volvo V60 veste di muschio

Tempo di lettura: 2 minuti. Volvo segue la linea della sostenibilità insieme agli studenti del Politecnico di Milano: nel progetto …

something