Mercedes Classe E Coupé 2022
in

Mercedes Classe E Coupé 220d 2022: prova su strada, interni, motore e prezzi

Tempo di lettura: 6 minuti

Chi cerca una passista capace di abbinare eleganza a stile e un pizzico di sportività guarda sempre a lei: la Mercedes Classe E Coupé 2022. La versione berlina gode del soprannome di “regina dell’autostrada”, questo modello è giunto nel 2021 al restyling di metà carriera, dopo essere stato lanciato nella serie W 213 nel 2016.

Insieme a “C” ed “S”, la Classe E crede ancora molto nel Diesel e, infatti, noi abbiamo messo alla prova la rodatissima 220d in carrozzeria coupé, in grado di abbinare una maggiore “giovinezza” estetica a un propulsore che regala sempre grandi soddisfazioni. Scopriamo cosa cambia sulla nuova Classe E Coupé 2022, dagli esterni agli interni, passando per motore e prezzi di listino.

Esterni e interni Mercedes Classe E Coupé 2022

Guardando gli esterni della Mercedes Classe E Coupé 2022, oggettivamente cambia poco rispetto al modello pre-facelift. Sul frontale si riconosce una nuova firma luminosa a LED che abbandona le due “fiaccole” sposando la nuova tecnologia Full LED High Performance, proposta di serie, o come nel nostro caso dove, invece, si confermano i full LED con Intelligent Light System.

Cambia anche il powerdome sul cofano, mentre si conferma al posteriore la bella firma luminosa, sottile e allungata come su tutte le coupé della Stella, ma che non cambia rispetto al passato, ma modifica la disposizione dei LED interni. Molto elegante e sportivo al tempo stesso l’abbinamento colore Nero ossidiana della carrozzeria, abbinato ai cerchi in lega da 19 pollici AMG a 5 doppie razze, caratterizzati dalla particolare striscia che corre all’interno del cerchione.

Gli interni della Mercedes Classe E Coupé 2022 tradiscono ancora una forte parentela con la quinta generazione lanciata nel 2016, ma con alcune, sostanziali novità. Si parla quindi, da una parte, di tanti tasti fisici, specie sul tunnel e nella parte bassa del cruscotto, rimasti pressoché gli stessi rispetto al recente passato, mentre dall’altra c’è il widescreen cockpit con doppio schermo da 12,3” dell’MBUX, che prima era assente. Fondamentale, a mio avviso, la presenza di Apple CarPlay in collegamento wireless, ormai un must su ogni vettura, a maggior ragione sui modelli premium.

Con i comandi vocali dell’MBUX l’autodiventapiù pratica ed intelligente ma, a confronto con Classe C e Classe S, pesa un po’ la mancanza dello schermo centrale a disposizione verticale cui i fan della Stella si sono presto abituati. Nulla da ridire, invece, sui sedili, sempre comodi e ampiamente regolabili elettricamente, ai quali si aggiunge il sempre apprezzato porgi cintura che sa molto di Mercedes SEC anni ’80, così come i finestrini anteriori e posteriori che scendono insieme senza montanti.

Su materiali e assemblamenti non si può dire nulla, con le plastiche rigide riservate alle zone nascoste e l’assenza di ogni scricchiolio all’interno dell’abitacolo. L’altra grande novità è data dal volante, che dispone di razze sdoppiate, condite da pulsanti touch control integrati, cioè attivabili con il semplice sfioramento. All’inizio si fa un po’ di fatica a capire cosa premere e cosa non premere in base alle esigenze, ma presto si fa l’abitudine e le quattro file di tasti offrono tutto quello che serve a portata di dito.

Se le poltrone anteriori offrono tanto spazio e comodità, anche dietro i due passeggeri non stanno poi così male, anche se l’essere così “incassati” dietro può non essere così piacevole, soprattutto a livello di spazio per la testa. In ogni caso molto meglio di molte altre coupé. Completano il tutto le dimensioni della Mercedes Classe E Coupé 2022: lunghezza 4,835 m, altezza 1,43 m, larghezza 1,86 m e capienza del bagagliaio di 425 litri.

Alla guida della Mercedes Classe E Coupé 220d 4Matic 2022: OM 654, la massima espressione del Diesel

Niente tecnologia ibrida per il propulsore da noi provato, mentre è presente il mild hybrid per le E 200 benzina e 300, sia benzina, sia Diesel. Nella variante 220d 4Matic da noi provata, con i suoi 194 CV, la Classe E Coupé si è dimostrata perfetta alleata per percorrere lunghe distanze, ma non solo. Con la trazione integrale, 400 Nm di coppia e il cambio a 9 rapporti, la E Coupé passa da 0 a 100 km/h in 7,7 secondi e offre un supporto ottimale in ogni situazione di guida. Il merito è anche del ben noto “cervello” di questa vettura: il Dynamic Select con le sue cinque modalità di guida (Confort, Eco, Sport, Sport+ e Individual). Tolta la poca utilità delle modalità Confort e Sport, con la selezione Individual che permette di scegliere a piacimento i vari settaggi di sterzo, cambio e compagnia, tutto quello che potete desiderare dalla Classe E Coupé è ben svolto dalle modalità Eco e Sport+.

La prima, infatti, permette di tenere, in totale comfort, i consumi bassi e la guida parca e rilassata, mentre Sport+, garantisce maggiore reattività e rigidità, per una guida dinamica e divertente al punto giusto, sempre considerando i limiti imposti da peso (siamo sui circa 1.800 kg) e fisica. A patto che non si esageri, infatti, la Classe E Coupé ha un comportamento molto neutro, sia in ingresso, sia in uscita di curva, e conferma che, anche un modello di queste dimensioni può ospitare cavallerie ben più generose. L’habitat naturale, come per la berlina e la station wagon, rimane infatti l’autostrada, ma anche in città e su strade di montagna, la 4Matic, con trazione integrale on demand, sa il fatto suo.

Bene lo sterzo, piuttosto preciso, anche se è un po’ troppo leggero in tutte le modalità scelte. In sostanza, la vocazione della Classe E Coupé è ben chiara, con il comfort che regna sovrano in ogni condizione, mentre tutto il resto viene dopo, compresa una sportività che si nota a sprazzi e che si fa apprezzare. Quello che però colpisce maggiormente è la versatilità, nonostante le dimensioni. Ci si può muovere agevolmente in città e tra le curve senza sacrificare l’indole di questa vettura; il tutto con consumi da citycar. Il merito, vale la pena sottolinearlo ulteriormente, è del Diesel “made in Mercedes” (la sua denominazione tra gli addetti ai lavori è OM654), capace di calzare alla perfezione praticamente in ogni modello della gamma.

A questo proposito, i consumi di 5,6 l/100 km nel ciclo misto omologato fanno apparire infiniti i 66 litri di serbatoio (optional) e noi, anche aumentando l’andatura, non siamo riusciti a registrare più di 7 l/100 km.

Merita un’attenzione particolare l’assistenza alla guida, infatti, se la guida in autostrada è particolarmente rilassante, molto del merito lo si deve al cruise control adattivo, con sistema Distronic, che è in grado di mantenere la giusta distanza rispetto ai veicoli che precedono, ma anche di seguirli autonomamente fino a 210 km/h. La guida autonoma si avvicina e con lei la Classe E Coupé, che ci dà qualche assaggio di conduzione indipendente della vettura, che potrebbe avvenire anche senza le mani appoggiate sulla corona del volante (dotata di sensori), se solo la legge non lo vietasse; così dopo qualche secondo di guida nel quale la “E” tiene autonomamente il centro della corsia a velocità costante, il piccolo volante verde disegnato sul display, diventa giallo e vi chiede di rimettere le mani al posto giusto.

Il nuovo sistema di frenata attivo frena inoltre il veicolo in presenza di altri veicoli fermi o pedoni, funzione che ora viene resa disponibile anche in fase di svolta con attraversamento della corsia opposta. Vengono poi riconosciuti i segnali stradali e la dotazione ora comprende anche l’adattamento della velocità in funzione del percorso prima di curve, rotatorie, caselli autostradali, incroci a T e prima della svolta per immissione/uscita da autostrade/superstrade. Insomma, ogni volta un passo verso la guida sempre più sicura e automatizzata, anche se il controllo rimane sempre nelle mani del guidatore, che guida in maniera più leggera e rilassata, soprattutto durante le lunghe percorrenze.

Prezzi di listino Mercedes Classe E Coupé 2022 e concorrenti

Il listino prezzi della Mercedes Classe E Coupé 2022 varia in base ai cinque allestimenti disponibili: Sport, Business, Business Sport, Exclusive, Premium e Premium Plus, ma anche a seconda della carrozzeria. Si parte dai circa 55.000 euro per la entry level già dotata di MBUX evoluto con due schermi da 10,25”, fari LED, Sign Assist, telecamera posteriore e la piastra di ricarica wireless per lo smartphone. La top di gamma Premium Plus attacca a 64.600 euro e aggiunge fari Multibeam LED, Keyless Go, pacchetto parcheggio con telecamera a 360° e la realtà aumentata per la navigazione. Sempre piuttosto ricca la lista optional disponibile per ogni versione.

La 220d 4Matic Coupé da noi provata parte, invece, dal prezzo di 65.882 euro, ma l’esemplare che vedete nelle nostre foto sale ulteriormente, per via dell’allestimento Premium Plus (5.543 euro), del Night Pack (915 euro), del Nero ossidiana (1.061 euro), degli interni in pelle beige Como (244 euro), del pacchetto integrazione per smartphone Apple o Android (488 euro) e del Pacchetto assistenza alla guida (1.769 euro). Il risultato è un prezzo di listino pari a poco meno di 76.000 euro.

Per quanto riguarda le concorrenti della Mercedes Classe E Coupé 2022, non ci sono modelli che rispettano gli stessi canoni, poiché per dimensioni e prezzo si posiziona tra BMW Serie 4 e Serie 8, è più grande di una Audi A5 e completamente diversa per spirito design e prestazioni alle altre coupé come Camaro e Mustang.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    Accelerazione Ferrari LaFerrari: sullo 0-300 km/h non c’è tempo per pensare [VIDEO]

    Le 10 auto usate con il maggiore aumento di prezzo: la prima è impensabile