in

Mercedes ed Italia insieme per il sociale

Autoappassionati
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo Berlino, Londra, Barcellona, Berna la European Youth Sports Cup è approdata a Roma con un evento pubblico martedi 11 marzo.

L’evento, finanziato dall’Unione Europea, rappresenta il momento di condivisione del Metodo Laureus studiato ed attivato per combattere il disagio sociale e la criminalità giovanile attraverso percorsi sportivi ed educativi.

Ospite d’eccezione Fabio Capello, Commissario tecnico della Nazionale russa di calcio, che porterà il proprio contributo su quesiti riguardanti lo sport, la leadership e il lavoro di squadra, valori che, se acquisiti in giovane età, possono essere traslati nella vita privata e nel lavoro.

La European Youth Sports Cup proseguirà all’interno del Borgo Ragazzi Don Bosco che ha deciso di accogliere il Metodo Laureus ed i ragazzi in difficoltà all’interno delle loro squadre, dando vita al progetto Polisportiva Laureus Roma.

Alwin Epple, Presidente di Mercedes-Benz Italia, ha dichiarato: “La European Youth Sports Cup è un nuova occasione per sottolineare l’impegno del Gruppo Daimler ad andare oltre la semplice vocazione commerciale, con iniziative concrete sul territorio. L’obiettivo di Laureus non è, infatti, quello di creare campioni, ma aiutare i giovani a diventare adulti sereni, equilibrati, rispettosi delle regole, di se stessi e degli altri”.

METODO LAUREUS:

Nelson Mandela con la storica frase “Sport has the power to change the world” ha promosso l’unica Fondazione nel mondo che combatte e previene il disagio giovanile con percorsi sportivi ed educativi.

La Fondazione Laureus porta nei quartieri più a rischio di Roma, come nel resto del mondo, il Metodo Laureus per coinvolgere, attraverso lo sport, minori provenienti da contesti socialmente difficili o con problematiche conclamate in un’attività a forte valenza formativa grazie alla costante presenza di educatori e psicologi durante le sessioni di allenamento.

Le attività di Laureus promuovono la creazione sul territorio di una rete tra Scuole Pubbliche che intercettano i ragazzi con difficoltà e li segnalano a Laureus, e società sportive che lavorano negli stessi territori in grado di accogliere i minori Laureus nelle proprie squadre.

Dì la tua

Autoappassionati

Audi festeggia la crescita del 2013

XXIV Giro di Sicilia: dal 5 all’8 giugno 2014