in

MINI celebra i 100 anni di produzione

Tempo di lettura: 2 minuti

Nello stabilimento MINI di Oxford sono in corso i preparativi di un evento eccezionale: da 100 anni si producono automobili a Oxford.


Laddove oggi viene costruita la MINI si trovava anche la culla della Mini classica, uno dei modelli più importanti costruiti a Oxford dal 1913 in poi. La Mini classica, però, non aveva solo delle radici britanniche, bensì anche un carattere europeo: infatti, per decenni il modello venne assemblato anche in altri paesi d’Europa. Per dare il via ai festeggiamenti in occasione dell’anniversario, cinque MINI prodotte a Oxford partiranno per un giro attraverso l’Europa che le condurrà a otto dei vecchi centri produttivi della Mini classica.
Il giro d’Europa degli attuali modelli MINI vuole ricordare il carattere transfrontaliero della produzione. Dal 13 marzo le Mini, accompagnate da rappresentanti dei media e dalla MINI Community, sono in viaggio, tappa dopo tappa, negli otto ex siti produttivi. La destinazione del giro sarà Oxford il 27 marzo, la vecchia e nuova patria di MINI, dove il 28 marzo verrà celebrato il centenario della produzione automobilistica.
Il giro dei vecchi siti produttivi si estenderà per oltre 10.500 chilometri e includerà le tappe di Novo Mesto (Slovenia), Milano in Italia, il vecchio stabilimento produttivo di Malta, la città portoghese Vendas Novas, Pamplona in Spagna, Seneffe in Belgio, Amersfoort in Olanda e la capitale irlandese Dublino. Solo in tre degli otto siti si producono delle automobili ancora oggi.

Oggi, la produzione delle MINI è concentrata su un numero di stabilimenti nettamente inferiore. Essa ha luogo in Gran Bretagna, nel cosiddetto MINI production triangle che comprende, oltre allo stabilimento di assemblaggio di Oxford, quello presse di Swindon e il centro di costruzione motori Hams Hall vicino a Birmingham. Entro il 2014 il BMW Group investirà circa 500 milioni di sterline nell’ampliamento e nella modernizzazione delle capacità produttive in Gran Bretagna. Dal 2000 a oggi, gli investimenti complessivi dell’azienda nei centri di produzione britannici hanno superato 1,5 miliardi di sterline. Nel frattempo, MINI è uno dei tre principali produttori di automobili del paese. Cinque degli attuali sette modelli MINI vengono costruiti a Oxford. I due restanti modelli, MINI Countryman e MINI Paceman sono costruiti dal partner di produzione e sviluppo Magna Steyr di Graz, sempre però con elementi “made in Great Britain”.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Il 2012 di Porsche

Photo by Alex Galli

Gallery Shakedown 2012