in

Mini John Cooper Works, con il “mega” alettone, continua i test in pista

Tempo di lettura: < 1 minuto

I primi test drive nel centro prove di BMW della Mini John Cooper Works sono stati un successo e l’ottimismo del team Bulldog Racing accompagna i buoni risultati verso la gara di resistenza al Nurburgring.

Si studia l’assetto della Mini John Cooper Works

L’obbiettivo dei test, effettuati vicino a Marsiglia, era valutare il carico esercitato sul telaio e la durata delle componenti di propulsione.

Il test, reso ottimale dall’esperienza sul campo dell’ingegner Patrick Haussler (specializzato nella progettazione di telai e gran conoscitore del tracciato francese), ha permesso di conoscere a fondo le migliorie apportate all’ultimo aggiornamento della Mini da 306 CV. 

Un altro grande vantaggio di queste prove di endurance in casa riguarda la diretta preparazione dell’auto alla gara, potendo studiare e modificare velocemente il setup dell’assetto e le modifiche fondamentali richieste dal pilota.

L’esito positivo dei test soddisfa gli ingegneri in vista delle qualifiche

La configurazione dell’attuale mini soddisfa il palato dell’ingegnere tedesco che, con un certo orgoglio, riconosce i grandi passi avanti riscontrati alla guida della JCW, pilotata per la prima volta durante la 24h di Miramas. Questo risultato permette ai tecnici di poter già lavorare sulla configurazione e i test degli pneumatici.

La prima gara a cui la macchina dovrà presentarsi è la qualifica del 6/5/2022, ma l’impressione di Patrick Haussler e del suo team è sempre più positiva.

Autore: Nicola Accatino

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Justin Bieber entra nella lista nera di Ferrari: ha esagerato con la sua 458

    Prime foto spia di BMW serie 1 2023: come cambieranno esterni e interni