martedì, 11 dicembre 2018 - 15:28
Home / Notizie / Curiosità / Musei Ferrari: mai così tanti visitatori come nel 2017
Musei Ferrari

Musei Ferrari: mai così tanti visitatori come nel 2017

Tempo di lettura: 2 minuti.

La passione per le auto e la storia della Casa di Maranello non finisce mai. Il 2017 si sta chiudendo come uno dei migliori anni per numero di visitatori ai Musei Ferrari, capaci di toccare al 30 novembre (in attesa del collettivo annuo) il record storico di oltre 500.000 visitatori, il 12% in più rispetto allo stesso periodo del 2016.

Il Museo Enzo Ferrari di Modena in particolare ha registrato a novembre una crescita annua del 19% pari a circa 150.000 visitatori, la maggior parte dei quali attirati dalla mostra “Driving with the Stars” che espone le Ferrari di grandi protagonisti dello sport, della cultura, dell’industria e dello spettacolo.

Grande successo anche per il Museo Ferrari di Maranello, in crescita dell’8% a oltre 350.000 visitatori nei primi undici mesi del 2017, mesi ricchi di allestimenti ancora visitabili: da una parte la mostra “Rosso infinito”, tuttora in corso, e “Under the Skin”, che dal 15 novembre si è duplicata al Design Museum di Londra, dove resterà fino al 15 aprile del 2018.

Il segreto di questo successo è da ricercare, oltre che nella sfrenata passione dei ferraristi, nella vendita del biglietto unico valevole per entrambi i Musei Ferrari (quasi un quinto del totale dei biglietti venduti), a dimostrazione dell’ottima sinergia fra le due strutture. Questi risultati confermano i Musei Ferrari fra i poli espositivi più visitati in Italia, che attirano tifosi e appassionati da tutto il mondo capaci di rinnovarsi e proporre sempre  nuovi contenuti all’insegna della passione rossa.

Ultima mostra inaugurata nelle scorse settimane è “GP d’autore”. Si tratta di 20 tavole realizzate da 9 maestri della graphic novel raffiguranti ognuna delle tappe che hanno alimentato la stagione appena trascorsa in F.1, prendendo spunto dalla tradizione e dalle leggende di ogni Paese.
Musei Ferrari

Le imprese della monoposto SF70H della Scuderia Ferrari sono così immortalate in opere popolate da piramidi e supereroi, grattacieli e draghi, montagne e deserti, fra citazioni della storia di ieri e di oggi. Le opere saranno esposte al Museo fino a febbraio, insieme alle mostre in corso “Under the Skin” e “Rosso Infinito”.

Durante le festività “GP d’autore” non sarà visitabile nella giornata del primo gennaio. Per le restanti giornate, l’orario di visita è dalle 9:30 alle 18:00.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

mobilità sostenibile

Open Source Lab: la rotta sulla mobilità sostenibile per Volkswagen

Open Source Lab darà una nuova direzione e un orientamento di base per i prossimi …