lunedì, 6 Aprile 2020 - 19:14
Home / Saloni / NAIAS Detroit 2013: Audi RS 7 Sportback

NAIAS Detroit 2013: Audi RS 7 Sportback

Tempo di lettura: 3 minuti.

La famiglia RS si allarga ancora. Questa volta è il turno di RS7 Sportback, la nuova grande coupé a cinque porte di Audi. Il cuore è il 4.0 TFSI, che porta la strategia Audi del downsizing nel segmento delle vetture di fascia alta.

La potenza di 560 CV (412 kW) viene erogata dal v8 biturbo tra 5.700 e 6.700 giri. La coppia di 700 Nm è invece disponibile tra 1.750 e 5.500 giri.
I due turbocompressori Twin Scroll donano al motore una grande spontaneità di risposta, mentre l’impianto d’aspirazione senza valvola a farfalla contribuisce a conferire dinamicità al V8. Premendo un tasto e accelerando vigorosamente, le apposite valvole regolabili nell’impianto di scarico provvedono a rendere ancora più piene le sonorità del motore (optional l’impianto di scarico ancora più sportivo).

Lo scatto da 0 a 100 km/h avviene in soli 3,9 secondi e la velocità massima è limitata a 250 km/h, ma con il pacchetto Dynamic o Dynamic plus (entrambi a richiesta) è possibile aumentarla, rispettivamente, a 280 e 305 km/h.

I consumi dichiarati sono piuttosto contenuti con una media di 9,8 litri di carburante ogni 100 km, grazie al contributo della tecnologia di serie Start&Stop e dell’innovativo sistema di gestione termica. La RS 7 Sportback monta anche a soluzione cylinder on demand (COD), che ai carichi e ai regimi del motore medio-bassi esclude i cilindri 2, 3, 5 e 8 chiudendo le valvole di aspirazione attraverso attuatori elettromagnetici.
La trasmissione tiptronic ha otto rapporti (di serie) ed è stato ritarata in sintonia con il carattere della vettura. Il guidatore potrà scegliere tra le modalità D ed S oppure decidere di cambiare manualmente le marce con la classica leva del cambio o con le palette al volante.
RS7 monta la trazione integrale permanente quattro di serie. In base alla necessità, un differenziale bloccante ripartisce la coppia tra avantreno e retrotreno con un ampio margine di variazione; nella configurazione base ne invia il 60% al retrotreno e il 40% all’avantreno.
Inoltre, insieme al Torque Vectoring – il sistema che assiste il differenziale nelle condizioni limite in curva con interventi frenanti leggerissimi sulle ruote non dotate di aderenza – a richiesta è disponibile un differenziale sportivo al retrotreno che ripartisce la coppia gradualmente tra le ruote posteriori.

La carrozzeria dell’Audi RS 7 Sportback è composta per il 20% da alluminio e comprende al suo interno molti componenti in acciai altoresistenziali e ultra-altoresistenziali.

Una serie di dettagli di design specifici rivelano l’anima racing di questa vettura. Tra questi troviamo i paraurti dal disegno pronunciato e le griglie di protezione in nero lucido con struttura a nido d’ape del frontale, nonché i componenti applicati in alluminio opaco. Nella parte posteriore della vettura, che termina con uno spoiler che fuoriesce elettricamente, risaltano il diffusore e i due grandi terminali di scarico ovali.

I cerchi in lega di serie sono fucinati con lucidatura a specchio da 20 pollici a sette razze doppie, ma a richiesta la coupé cinque porte ad alte prestazioni può montare cerchi in lega da 21 pollici in tre diverse versioni. Dietro alle grandi ruote si nascondono quattro dischi auto ventilanti – all’anteriore con diagonale di 390 millimetri – che sono bloccati da pinze a sei pistoncini verniciate di nero o, a richiesta, anche in rosso (optional i dischi freno carboceramici di 420 millimetri di diametro con pinze grigio antracite).
Dieci i colori carrozzeria disponibili, tra cui anche il nuovo grigio Nardò e la verniciatura esclusiva grigio Daytona effetto opaco.

Sportività ed eleganza proseguono all’interno dell’abitacolo: gli strumenti circolari hanno quadranti neri, scale bianche e lancette rosse. La chiave, il volante in pelle a tre razze appiattito, i listelli battitacco illuminati e gli indicatori dell’MMI e del sistema d’informazione per il conducente (FIS) sono dotati di emblemi RS. Un flash di cambio marcia nel sistema d’informazione del conducente avvisa se è stato raggiunto il numero di giri massimo.
I Sedili sportivi RS hanno i fianchetti pronunciati, i poggiatesta integrati e la scritta RS 7, mentre i rivestimenti sono nella combinazione Alcantara/pelle nera, con parte centrale impreziosita da impuntura a losanghe. A seconda della posizione degli schienali la capienza del bagagliaio può variare tra 535 e 1.390 litri.

Nella dotazione di serie della nuova Audi RS 7 Sportback vi sono anche fari xeno plus, un sistema di controllo della pressione degli pneumatici, il sistema di ausilio al parcheggio plus, il climatizzatore automatico a tre zone, un dispositivo di regolazione della velocità e l'”Audi sound system”. Tra gli optional sofisticati rientrano anche un “head up display”, un pacchetto Comfort, e i già citati pacchetti Dynamic e Dynamic plus.
A integrazione del sistema di navigazione di serie MMI plus è disponibile il telefono veicolare Bluetooth online. Il suo modulo UMTS porta sul monitor di bordo i servizi su misura di Audi connect, mentre un hotspot WLAN collega i dispositivi mobili dei passeggeri. L’offerta di moduli audio culmina nell’Advanced Sound System di Bang & Olufsen.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

salone auto futuro

Digital Auto Show: ecco come potrebbero cambiare i saloni dell’auto

L’ultima esperienza con il Salone dell’auto di Ginevra 2020 ha scombussolato un po’ tutti gli …