Renault Megane E-Tech 2021

renault megane e-tech

Come annunciato dallo stesso Luca De Meo, per Renault nuova Megane E-Tech rappresenta un nuovo inizio per la Casa della Losanga. Nascerà a Douai, già soprannominata la nuova ElectriCity, dove nascerà lei ma anche tutte le altre Renault elettriche, che non mancheranno, del futuro. Nuova Renault Megane E-Tech 2021 sarà la prima in oltre 26 anni di storia a elettrificarsi. Nuovo il design, con una rinnovata firma luminosa, una nuova concezione degli interni ma soprattuto solo più motori elettrici.

La nuova generazione quindi si discosta totalmente dalla precedente Megane ed è l’auto della scommessa per il costruttore francese. Due le varianti, si parte da 130 CV e si arriva fino ai 218 CV. Due le batterie (40 e 60 kWh) cui corrispondo autonomie di 300 e di 470 km. Nuova Megane E-Tech si ricarica in corrente alternata (22 kW) e in continua (fino a 130 kW). Ordini aperti da febbraio 2022, consegne da marzo 2022.

Listino prezzi Renault Megane E-Tech

Ancora non sono stati svelati i prezzi della Renault Megane E-Tech, difficile di conseguenza posizionare la nuova berlina/crossover francese nel segmento delle elettriche. I prezzi della Megane E-Tech potrebbero però partire da circa 30/35.000 euro per la versione con il motore base da 130 CV, più vicina la soglia dei 40.000 euro per la motorizzazione da 218 CV.

Tra le novità annunciate, prima del suo listino prezzi ufficiale, l’arrivo sul mercato. Sarà in concessionaria da marzo 2022 ma già ordinabile il mese precedente. Sappiamo che verrà immessa sul mercato in tre allestimenti (Equilibre, Techno e Iconic) e conosciamo la gamma colori, che potete scoprire nel paragrafo successivo.

LISTINO PREZZI RENAULT MEGANE E-TECH IN AGGIORNAMENTO

Motori Renault Megane E-Tech

Inedito e presentato per la prima volta al Salone di Monaco è il motore della nuova Renault Megane E-Tech. Prodotto in Giappone per Nissan e in Francia per Renault, è stato oggetto di sviluppi fin dal lancio di Zoe, ormai più di dieci anni fa, e sarà il protagonista della mobilità elettrica del futuro. Parte, ma ne arriveranno diverse versioni, con due livelli di potenza e con un guadagno sulla bilancia che permette di risparmiare il 10% del peso rispetto alla già nota elettrica.

Due, quindi, le versioni per il lancio di Renault Megane E-Tech: la prima, da 96 kW (130 CV) con 250 Nm di coppia, la più potente da 160 kW (218 CV) e 300 Nm. In questa versione, 7,4 secondi sono sufficienti per passare da 0 a 100 km/h. Importante anche il lavoro sulla frenata rigenerativa, ottimizzata secondo i diversi stili e situazioni di guida. Quattro i livelli, settabili dai paddle dietro il volante: con 0 si elimina la frenata rigenerativa, con 3 si imposta al massimo questo parametro, utile in città per non toccare (quasi) mai i freni.

La batteria di Renault Megane E-Tech è molto sottile (appena 11 centimetri, quasi la metà della batteria di una Zoe), e pesa 395 kg, progettata ad hoc per la piattaforma CMF-EV dell’Alleanza.

Tale compattezza è stata ottenuta investendo sulla chimica delle batterie agli ioni di litio aumentando la quantità di nickel. Due le capacità: 40 kWh (autonomia 300 km WLTP), 60 kWh (470 km WLTP). Entrambe le capacità sono garantite 8 anni e vengono sostituite gratuitamente se in quel periodo viene dimostrato che la loro efficienza decade sotto al 70%.  Renault Megane E-Tech si ricarica da casa (2,3 kW monofase) sia dalla colonnina (max. 22 kW). In questo caso si recuperano 160 km in un’ora, ma chi avesse poco tempo può comunque trovare una coloninna fast charge (corrente ammessa fino a 130 kW) e di conseguenza chiudere il discorso ricarica, anche della versione 60 kWh, in circa mezz’ora.

motore renault megane e-tech

Dimensioni Renault Megane E-Tech

L’auto che segna la svolta per il costruttore francese, la nuova Renault Megane E-Tech, è lunga 4,21 metri ma sembra più lunga grazie agli sbalzi estremamente ridotti. Le dimensioni della Renault Megane E-Tech segnano poi un passo di 2,7 metri grazie alla nuova piattaforma modulare CMF-EV, specificatamente studiata per i veicoli elettrici di nuova generazione dell’alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi. Grande sforzo sullo spessore della batteria, solo 11 centimetri, che ha permesso ai designer di osare con le forme, tanto che la vettura è alta 1,50 metri e ne guadagna l’impatto generale. Nuovissima la firma luminosa: dietro debutto per i fari LED micro-ottici, davanti le diurne a LED non sono più le classiche C-Shape bensì disegnano una nuova forma geometrica combinata ai Full LED.

I cerchi da 20″ donano carattere alla vettura in linea laterale, ma sulle entry level ci saranno cerchi da 18″. C’è una forte similitudine con la concept car Morphoz vista nel 2019 e lo si evince da elementi quali le maniglie a scomparsa, la griglia anteriore chiusa (dove spicca il nuovo logo Renault molto stilizzato) che suggerisce la trazione elettrica e, non di meno, le nuove tinte pensate proprio per la nuova Megane E-Tech: tra le altre, la Grigio Aviation, Grigio Scisto, Blu Notturno, Rosso Passion, Nero Etoilé e Bianco Ghiaccio. Presenti anche tinte bi-tono con tetto/montanti e calotte retrovisori a contrasto, con 13 possibili combinazioni.

Renault Megane E-Tech posteriore

La vista posteriore suggerisce la nuova firma luminosa, con luci LED micro-ottiche a effetto 3D evolutoDavanti, poi, il paraurti è rifinito con la nuova tinta dorata “Warm Titanium”, per un tocco di eleganza e sportività. Con queste dimensioni compatte, la nuova Renault Megane E-Tech 2021 strizza l’occhiolino al mondo delle crossover, abbandonando di fatto le forme tipiche del segmento C. La sua lunghezza, infatti, la inserisce poco sotto la Renault Captur (4,22 metri), classificata come B-SUV. 

Interni Renault Megane E-Tech

Gli interni della Renault Megane E-Tech 2021, completamente rinnovati, sposano in pieno la digitalizzazione. C’è anche un nuovo nome per la plancia della Megane E-Tech 2021, OpenR. Mai nessuna Renault si era spinta tanto oltre con schermi e qui il costruttore francese ha davvero puntato in alto. La strumentazione digitale da 12,3″ non è una grande novità, molte Case utilizzano questa diagonale, mentre lo schermo da 12″ con risoluzione 4K è inedita. Il sistema di infotainment si basa sul sistema operativo Android Automotive OS, con tanto di mappe Google e relativi servizi.

Interni Renault Megane E-Tech 2021

Con tutto questo spazio dedicato agli schermi interni della Renault Megane E-Tech, molti tasti fisici sono finiti sui volanti, dove c’è anche il selettore per le modalità di guida del sistema Multi-Sense. Tanti i materiali di pregio impiegati, tra cui Alcantara e una nuova tipologia di legname lavorata al laser (Nuo). Anche l’illuminazione interna è stata oggetto di grande studio: seguono il ciclo biologico di una normale giornata e per questo sono state rinominate Living Lights. 440 litri la capacità minima del bagagliaio, più ampio della media del segmento grazie appunto alla soglia molto bassa data dall’assottigliamento delle batterie.

Opinioni Renault Megane E-Tech - Prova su strada

Con Renault Megane E-Tech la Losanga inizia un nuovo capitolo verso la più completa elettrificazione. Grazie alla nuova piattaforma CMF-EV mai si era raggiunto un tale livello di ingegnerizzazione: la batteria è sottile (11 centimetri) e questo ha permesso di ottenere una grande abitabilità ma ha anche migliorato il baricentro per una guida più dinamica, ottimizzata grazie alla distribuzione dei pesi. Nuovi anche gli interni della Renault Megane E-Tech con il nuovo sistema di infotainment OpenR.

Nuovo è anche il servosterzo elettrico, molto agile e diretto, per facilitare le manovre, mentre a livello di assetto si segnala la presenza di un sistema sospensivo posteriore di tipo Multilink (Parallel Link). Un nuovo brevetto è stato invece registrato per l’insonorizzazione della vettura. Si tratta di una nuova tecnologia che aumenta il comfort di bordo (Cocoon Effect Technology) grazie a uno strato di schiuma interposto tra la superficie della batteria e il pianale. Sopra i 30 km/h, si ottiene questo effetto degno delle auto premium.

Grandi passi avanti anche sul fronte della guida autonoma e dei sistemi di assistenza alla guida, con il nuovo Active Driver Assist, il migliorato Lane Keep Assist e altri ancora.