in

Norauto e il Coronavirus: formazione, supporto e contributo economico extra

Norauto Coronavirus
Tempo di lettura: 2 minuti

Norauto non si è mai fermato, nemmeno durante la “fase 1” e proprio per questo motivo l’Amministratore Delegato, Jean-Luc Dony, e il suo Comitato Leader, hanno deciso di riconoscere ai dipendenti un contributo extra del 10% della retribuzione lorda in busta paga per ogni ora di cassa integrazione effettuata durante il lockdown.

Nei mesi di marzo e aprile infatti Norauto aveva deciso di tenere aperte, su base volontaria dei rispettivi direttori e collaboratori, alcune officine dei 38 Centri presenti in Italia per continuare ad essere al fianco degli automobilisti legittimati a circolare: clienti, personale medico e sanitario e forze dell’ordine.

Il Gruppo ha riservato a tutti i collaboratori una serie di iniziative di aggiornamento, come video esplicativi e formativi sulla normativa vigente in materia di Covid-19 (i vari DPCM) e sulla cassa integrazione per i dipendenti, oltre a servizi specifici, come il supporto psicologico per aiutare i dipendenti a superare i momenti più difficili e fronteggiare al meglio la situazione di emergenza. Inoltre, sono stati creati gruppi d’ascolto tenuti dai vari leader di rete e dall’ufficio risorse umane per offrire consulenza, aiuto, supporto morale e permettere ai colleghi di vivere un’esperienza di condivisione, di solidarietà e di forza reciproca. Sono stati realizzati infine video messaggi motivazionali sulle iniziative locali (#insiemepiùforti) e organizzate riunioni periodiche da remoto per l’aggiornamento su normative del settore e sulla sicurezza nell’ambiente di lavoro.

Laddove possibile è stato organizzato lo smart-working, così l’azienda ha potuto sperimentare il nuovo metodo di lavoro che, visti i risultati, potrebbe essere adottato in futuro. Tutti gli 800 dipendenti hanno potuto chiarire dubbi e perplessità inerenti alla retribuzione, contratto, buste paga, congedi familiari, maternità e altro grazie ad una consulenza personalizzata offerta dalle Payroll specialist dell’azienda. Ogni caso è stato ascoltato ed analizzato per rassicurare i collaboratori e per rispondere ad ogni specifica esigenza.

Inoltre, i collaboratori Norauto hanno potuto avvalersi del welfare aziendale, una piattaforma di servizi messa a disposizione per tutti i dipendenti già dal 2017, per effettuare acquisti: questa soluzione permette la copertura dei costi per una babysitter, rimborsi di spese sanitarie o per le vacanze estive.

Anche la formazione, fondamentale per i lavoratori di Norauto, non è stata sospesa durante il lockdown, anzi, con il lancio di nuovi progetti e servizi per affrontare al meglio l’emergenza Covid sono state indette giornate di video-formazione straordinarie, per trasmettere ad ogni singolo collaboratore che il Gruppo ha fortemente creduto nella ripresa e nel futuro dell’azienda e non era intenzionato a fermarsi.

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Documento Unico di Circolazione e di Proprietà del veicolo

Documento Unico di Circolazione e di Proprietà: cos’è e cosa cambia

Miura The Italian Job

Quella Lamborghini Miura…L’epica scena iniziale di “The Italian Job” [VIDEO]