in

Nuova BMW M2 Coupe’: tutte le informazioni

Tempo di lettura: 3 minuti

La nuova BMW M2 Coupé non è solo il successore diretto della famosa BMW Serie 1 M Coupé, ma, in base alla propria filosofia, anche un tardo successore della prima BMW M3 della Serie E30 e della BMW 2002 turbo. Quest’ultima fece furore oltre 40 anni fa e rappresentava già all’epoca i principi dell’attuale BMW M GmbH, cioè una straordinaria dinamica di guida, la massima agilità e il controllo ottimale della vettura.

La nuova BMW M2 Coupé è riconoscibile già a prima vista come membro della famiglia BMW M e sottolinea anche a livello estetico la priorità dedicata alla dinamica di guida. Ispirata ai modelli che hanno scritto la storia del motorsport BMW, la nuova BMW M2 Coupé esprime la sua aggressività grazie alla grembiulatura frontale abbassata con le grosse prese d’aria, alle fiancate muscolose con i caratteristici elementi a branchia M, ai cerchi in alluminio da 19 pollici nel tipico design M a raggi sdoppiati e alla bassa e larga sezione posteriore con lo speciale impianto di scarico M a doppi terminali.

BMW M2 3

Il tipico carattere M si manifesta però anche nel design degli interni. L’utilizzo dell’Alcantara per i pannelli interni delle porte e la consolle centrale, abbinato alla fibra di carbonio a vista, crea un ambiente molto pregiato ma al contempo anche sportivo, impreziosito ulteriormente dalle cuciture nel colore di contrasto blu e dalle sigle M stampate su dettagli selezionati. Grazie ai sedili sportivi, al volante sportivo M e alla leva del cambio M, il pilota della BMW M2 ha sempre il controllo sulla sua vettura.

Il motore sei cilindri in linea da 3.000 cc della nuova BMW M2, sviluppato ex novo, eroga con la modernissima tecnologia M TwinPower Turbo 272 kW/370 CV a 6.500 g/min (consumo di carburante nel ciclo combinato: 8,5 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 199 g/km)*, creando un nuovo riferimento nel segmento delle sportive compatte ad alte prestazioni.

Questo vale anche per l’erogazione di coppia. La coppia massima di 465 Nm è potenziabile temporaneamente tramite overboost fino a 500 Nm. Equipaggiata con l’optional cambio a doppia frizione M a sette rapporti (M DKG) e Launch Control, la nuova BMW M2 Coupé accelera da 0 a 100 km/h in 4,3 secondi.

BMW M2 2

La velocità massima viene limitata dall’elettronica a 250 km/h. Grazie al cambio M DKG e al consumo omologato di 7,9 litri di carburante per 100 chilometri ed emissioni di CO2 di solo 185 g/km, la vettura sottolinea ulteriormente la propria straordinaria efficienza.

Dotata dell’asse anteriore e posteriore in lega leggera di alluminio dei modelli BMW M3/M4, di cerchi in lega da 19 pollici in alluminio fucinato e di pneumatici differenziati, di sterzo Servotronic M con due linee caratteristiche e del performante freno Compound M, la nuova BMW M2 Coupé eleva nuovamente il parametro di riferimento della dinamica di guida nel segmento delle sportive compatte high-performance. Il Differenziale attivo M regolato gioca un ruolo importante nell’ottimizzazione della trazione e la stabilità di guida. L’ M Dynamic Mode (MDM) del Dynamic Stability Control assicura un divertimento di guida ancora più intenso tollerando lo slittamento delle ruote sul circuito, permettendo così delle leggere derapate controllate. A richiesta, collegamento intelligente in rete.

La nuova BMW M2 Coupé è dotata già di serie di un ampio equipaggiamento che tiene conto della configurazione orientata alla performance. Come optional è disponibile il cambio a doppia frizione a sette rapporti M (M DKG) con Drivelogic che esegue i cambi-marcia in modo estremamente veloce, senza interruzione della forza di trazione. Inoltre viene offerta un’ampia gamma di sistemi di assistenza del guidatore e di servizi di mobilità di BMW ConnectedDrive. Gli opzionali BMW ConnectedDrive Services formano la base dell’ampio collegamento in rete della vettura. Questa dotazione offre anche la possibilità di utilizzare innovative app, integrabili perfettamente nella vettura attraverso BMW ConnectedDrive. Per esempio, con la GoPro app, l’iDrive Controller e la visualizzazione sul Control Display è possibile controllare una telecamera ‘action’ montata sul cruscotto che documenta i giri più veloci sul circuito. La M Lap Timer app offre un’analisi perfetta dello stile personale di guida sul circuito. Le velocità e i punti di frenata sono inoltre facilmente condivisibili per e-mail oppure su Facebook.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Carrera Cup Italia 2015: al Mugello la sfida finale tra Agostini e Ledogar

Automotoretro e Automotoracing a Torino dal 12 al 14 febbraio 2016