mercoledì, 22 novembre 2017 - 2:29
Home / Notizie / Anteprime / La nuova BMW M5 con trazione integrale M xDrive
xDrive

La nuova BMW M5 con trazione integrale M xDrive

Tempo di lettura: 3 minuti

Presentando la nuova BMW M5, BMW M porta in strada la berlina high-performance più emozionante e affascinante finora costruita grazie alla tecnologia M xDrive.

La sesta generazione della sportiva ad alte prestazioni esordisce nel 2017 con M xDrive, una tecnica di trazione integrale che consente di vivere con maggiore intensità il potenziale di dinamica di guida della berlina tedesca. La nuova BMW M5 va però oltre con un sensibile aumento della performance, evolvendo un concetto automobilistico di grande successo, introdotto nel 1984 con il debutto della prima BMW M5.

Superiorità a livello di trazione sulla nuova BMW M5 grazie al sistema M xDrive

Da un lato dinamica di guida high-performance e dall’altro le qualità di una berlina Business: questo descrive il tipico concetto fondamentale comune a tutte le vetture M, i cui componenti della trasmissione sono tarati alla perfezione.

La nuova BMW M5 con M xDrive reagisce in modo prevedibile alle sbandate e resta controllabile per il conducente anche quando si esagera col gas, così da permettere al guidatore di vivere con maggiore intensità la performance della berlina Business.

Il guidatore dispone di cinque configurazioni che si basano sulle differenti combinazioni delle modalità del DSC (DSC On, MDM; DSC Off) e delle modalità M xDrive (4WD; 4WD Sport, 2WD). Le configurazioni consentono alla nuova BMW M5 di variare la trazione in base alle preferenze personali e all’uso momentaneo. I puristi dispongono della possibilità di disattivare completamente il sistema di trazione integrale e di optare a favore della classica trazione posteriore per il massimo piacere di guida.

Il risultato offre qualità di guida sportiva che sorprendono addirittura esperti piloti DTM, il Campionato Turismo Tedesco: “Io sono un grande fan della M5. Devo affrontare spesso delle lunghe distanze, ho bisogno di spazio per la mia famiglia, ma allo stesso tempo non vorrei rinunciare alla possibilità di guidare la mia auto anche sportivamente. Grazie a M xDrive la nuova BMW M5 non si lascia guidare solo con la famosa precisione e agilità, ma offre anche, nella mia qualità di cittadino elettivo della Svizzera, un netto aumento di trazione e controllabilità a condizioni meteorologiche critiche, come pioggia e neve, e ciò sia nella guida giornaliera che quando mi avvicino al campo limite della dinamica di guida”, Timo Glock, pilota ufficiale BMW, descrive così i pregi del concetto.

xDrive

All’avviamento la nuova BMW M5 è sempre nelle modalità 4WD con DSC On. Già nella configurazione di base, che tollera inizialmente lo slittamento delle ruote posteriori per assicurare la tipica agilità M, M xDrive offre dei notevoli vantaggi nell’accelerazione all’uscita dalle curve. Nell’accelerazione da 0 a 100 km/h oppure 200 km/h, la berlina marca tempi che si differenziano notevolmente da quelli raggiunti dal modello precedente e che sorprenderanno ogni appassionato di alta velocità.

Diverse modalità di guida grazie a M xDrive

Quando viene disattivato il DSC sono disponibili tre modalità di guida (4WD, 4WD Sport e 2WD). Nella modalità 4WD M xDrive, la vettura ha un’impostazione neutra per favorire una controllabilità ottimale e una trazione eccellente. Questo è vantaggioso soprattutto in presenza di condizioni uniformi e critiche del fondo stradale. Contemporaneamente, la modalità 4WD offre al guidatore la possibilità di scoprire il potenziale dinamico della nuova BMW M5 a sistema di regolazione disattivato.

Nella modalità 4WD Sport M xDrive è configurato per favorire l’agilità e la sportività. Questa combinazione di precisione assoluta, handling leggero e trazione sicura garantisce il massimo divertimento di guida. La taratura della modalità 4WD Sport è stata eseguita in collaborazione con tecnici altamente esperti ed è stata ottimizzata per la guida in pista e a condizioni asciutte.

Nella modalità 2WD la nuova BMW M5 offre al guidatore impegnato il divertimento di guida purista e affascinante che può regalare solo una berlina high-performance azionata esclusivamente dalle ruote posteriori. Il differenziale attivo M provvede a una maneggevolezza dall’agilità straordinaria, abbinata a un elevato livello di dosabilità e controllabilità.

Oltre alla modalità M xDrive e al programma di cambiata Drivelogic, è possibile memorizzare le caratteristiche del motore e delle sospensioni, la linea caratteristica dello sterzo Servotronic e le visualizzazioni dell’head-up display. Le impostazioni desiderate vengono selezionate attraverso il menu iDrive. L’attivazione del setup memorizzato dei due profili M1/M2 viene segnalata al guidatore attraverso dei simboli nella strumentazione combinata.

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Tesla Roadster

Nuova Tesla Roadster: le supercar della concorrenza impallidiscono

Tempo di lettura: 2 minutiIn tanti attendevano il già annunciato “Semi”, ovvero la risposta di Tesla nel trasporto merci, …