giovedì, 9 Aprile 2020 - 16:04
Home / Notizie / Novità / Nuova Kia Sportage al Salone di Ginevra
Autoappassionati

Nuova Kia Sportage al Salone di Ginevra

Tempo di lettura: 2 minuti.

Fra le novità più significative del Salone di Ginevra la versione rinnovata della Sportage ha un posto di rilevo in qualità di modello di maggior successo della gamma Kia in Europa. Grazie ai miglioramenti della carrozzeria e degli interni il restyling del SUV Coreano ha sorpreso e non poco il pubblico del Salone dell’Automobile Svizzero.

L’estetica beneficia della nuova griglia frontale, delle nuove luci posteriori a LED (di serie sulla versione top), degli inediti cerchi in lega da 17 e 18 pollici e della nuova antenna a pinna di squalo sul tetto.

All’interno i miglioramenti riguardano l’uso esteso di materiali soft-touch nella plancia e nella parte superiore dei pannelli porta, il nuovo cruscotto Supervision con display da 4,2 pollici (disponibile in opzione su tutta la gamma e di serie sulle versioni alto di gamma) e nuova selleria bicolor di serie sulla versione top.

Novità non meno importanti riguardano l’ambito tecnologico. Un impianto multimediale che dispone di uno schermo da 4,3 pollici collegato alla telecamera posteriore, un sistema sonoro di alta qualità Infinity by Harman (abbinato al display da 4,3 pollici o allo schermo da 7 pollici del navigatore) con amplificatore separato, sette altoparlanti e sub-woofer sono le novità HI TECH che equipaggiano la nuova Kia Sportage.

Altre chicche sono lo sterzo FlexSteer a regolazione multipla, il volante riscaldato, il sedile guida regolabile elettricamente e una ulteriore connettività USB per iPod che apportano quel tocco di qualità e di lusso che non possono di certo mancare.

Gli ingegneri coreani hanno provveduto ad apportare ulteriori migliorie specie sul confort di marcia. Alcune soluzioni meccaniche hanno permesso un’ulteriore riduzione dei livelli di NVH (Noise Vibration Harshness). Inoltre il nuovo parabrezza isolante, con un film antivibrazioni inserito fra gli strati di vetro, riduce la rumorosità aerodinamica.

Per minimizzare le vibrazioni della meccanica sono stati adottati tre perfezionamenti tecnici: il sottotelaio anteriore non è più imbullonato ma è fissato alla scocca attraverso supporti elastici, i semiassi anteriori sono ora di uguale lunghezza con l’utilizzo di un albero intermedio e il gruppo trasmissione è supportato più rigidamente per eliminare la formazione di risonanze.

Ulteriori modifiche alle sospensioni hanno ottenuto il risultato di migliorare sia il comfort sia le caratteristiche di guida. La nuova barra antirollio anteriore ammorbidisce l’assorbimento delle asperità e riduce la tendenza al sottosterzo, mentre i nuovi ammortizzatori hanno tarature che migliorano il bilanciamento e la sensazione di controllo. Modificati anche i supporti dei montanti (ora più isolanti) mentre le molle posteriori sono state leggermente irrigidite per adattarsi meglio alla marcia a pieno carico o in caso di traino.

Il sistema ESC (Electronic Stability Control), è stato ulteriormente evoluto e integra ora le funzioni antiribaltamento e di stabilizzazione del rimorchio.

Autore: Matteo Di Lallo

Potrebbe interessarti

C5 aircross hybrid

Citroen C5 Aircross Hybrid: cosa cambia rispetto alle versioni termiche

Citroen C5 Aircross Hybrid è il primo di sei modelli della gamma elettrificata Citroen. In …