in

Nuova Porsche Cayenne

Autoappassionati
Tempo di lettura: 4 minuti

La Casa di Stoccarda rinnova il suo SUV di punta e lo fa regalandole maggiore efficienza e dinamicità unitamente ad un design affinato e ad un equipaggiamento di serie ampliato.

La nuova Porsche Cayenne è disponibile sul mercato in cinque versioni: Cayenne S, Cayenne Turbo, Cayenne Diesel, Cayenne S Diesel e la Cayenne S E-Hybrid.

I designer Porsche hanno ulteriormente perfezionato il look esterno della vettura, slanciando il design con linee nette e profili definiti posizionati ad arte.

La parte frontale, i passaruota anteriori e il cofano motore sono completamente nuovi. Così come le alette delle prese d’aria laterali che, collocate a destra e a sinistra del frontale della vettura, convogliano efficacemente l’aria all’intercooler e allo stesso tempo sono un prezioso dettaglio di design. Anche la parte posteriore della nuova Cayenne è stata ampiamente rivisitata: il gruppo ottico posteriore, ora è di tipo tridimensionale e le luci stop sono realizzate a quattro LED come le luci diurne anteriori. Nel complesso, i progettisti hanno affilato le linee orizzontali, con un risultato: la vettura appare ancora più incollata alla strada. Inoltre i terminali di scarico riconfigurati sono integrati nella parte inferiore del paraurti posteriore.

Negli interni, i designer si sono concentrati, tra l’altro, sul posto di guida, dotandolo di serie di un nuovo volante sportivo multifunzione con paddle. Ma hanno riservato ulteriore attenzione ai sedili posteriori, ora ancora più confortevoli, e disponibili su richiesta anche in versione ventilata.

Le migliorie non hanno riguardato solo il look esterno ed interno ma anche il comparto motoristico che ha ora una maggiore efficienza. Infatti a fronte di migliori valori di potenza e coppia, tutte le diverse motorizzazioni dei modelli Cayenne fanno registrare consumi di carburante inferiori rispetto alle rispettive versioni precedenti.

Cayenne3

Risultati resi possibili grazie anche alla funzione “Veleggiare”, alla funzione automatica “Start-Stop Plus” ulteriormente sviluppata e alla ottimizzazione della gestione termica. Inoltre, per la prima volta nei modelli Cayenne, vengono impiegate alette di ventilazione attive collocate dietro alla presa d’aria centrale e regolate dalla gestione elettronica del motore.

Le alette si aprono e si chiudono in base alla situazione di guida e alla necessità di raffreddamento regolando la quantità d’aria disponibile per il raffreddamento stesso. In posizione chiusa migliorano l’aerodinamica riducendone la resistenza, con una conseguente diminuzione dei consumi.

Fiore all’occhiello del SUV tedesco è la Cayenne S E-Hybrid: la prima vettura a trazione ibrida plug-in nel segmento dei SUV Premium che, insieme con la Panamera S E-Hybrid e alla 918 Spyder, rende Porsche l’unico costruttore al mondo ad offrire in listino tre modelli di vetture con sistema ibrido plug-in. L’evoluzione tecnica rispetto all’attuale Cayenne S Hybrid è enorme: la batteria agli ioni di litio ha ora una capacità maggiorata di 10,9 kWh e può raggiungere un’autonomia esclusivamente elettrica da 18 a 36 chilometri, inoltre la potenza del motore elettrico è più che raddoppiata passando da 47 CV a 95 CV.

La potenza combinata di complessivi 416 CV (306 kW) a 5.500 giri/min del motore V6 da 3,0 litri sovralimentato (333 CV/245 kW) e del motore elettrico (95 CV/70 kW) e il surplus di coppia complessiva di 590 Nm tra 1.250 e 4.000 giri/min consentono prestazioni degne di una vettura sportiva. L’accelerazione da 0 a 100 km/h viene coperta in soli 5,9 secondi e velocità massima di ben 243 km/h, a fronte di consumi nel ciclo combinato che sono ora pari a 3,4 l/100 km con emissioni di CO2 dell’ordine dei 79 grami al chilometro.

Il nuovo motore biturbo V6 da 3,6 litri della Cayenne S, sviluppato completamente da Porsche, è un ulteriore esempio di come il downsizing della cilindrata e un numero inferiore di cilindri non compromettano i valori fondamentali della vettura. Capace di 420 CV A 6.000 giri/min e 550 Nm tra 1.350 e 4.500 giri/min, accelera da 0 a 100 km/h in soli 5,5 secondi e raggiunge una velocità massima di 259 Km/h consumando solo tra i 9,5 e i 9,8 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato.

Cayenne2

Ancora più performante la Cayenne Turbo con una cilindrata di 4,8 litri, 8 cilindri e sovralimentazione biturbo che consentono di sviluppare una potenza di 520 CV a 6.000 giri/min e una coppia di 750 Nm tra 2.250 e 4.000 girmi/min. Numeri che le permettono di coprire lo 0 – 100 Km/h in soli 4,5 secondi e di raggiungere una velocità massima di 279 Km/h con consumi tra gli 11,2 e 11,5 litri ogni 100 Km nel ciclo combinato.

Anche le versioni diesel della nuova Porsche Cayenne, estremamente efficienti dal punto di vista dei consumi, risultano piacevolmente sportive. Il motore V6 da tre litri della Cayenne Diesel sviluppa 250 CV a 4.000 giri/min e 580 Nm tra 1.750 e 2.500 giri/min che le permettono di coprire lo 0 – 100 Km/h in 7,3 secondi e di raggiungere una velocità massima di 221 km/h a fronte di consumi tra i 6,6 e i 6,8 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato.

La Cayenne S Diesel è spinta da un motore V8 da 4,2 litri che eroga 385 CV a 3.750 giri/min e 850 Nm tra 2.000 e 2.750 giri/min. Raggiunge i 100 km/h da ferma in 5,4 secondi e una velocità massima di 252 km/h. I consumi sono pari a 8,0 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato.

La configurazione delle sospensioni della nuova Cayenne è stata ottimizzata in funzione di un comfort ancora più elevato, naturalmente senza compromettere l’impostazione più dinamica della guida. In questo modo la flessibilità tra comfort e sportività è ulteriormente migliorata rispetto al passato.

I nuovi modelli Cayenne saranno presenti sul mercato a partire dall’11 ottobre 2014. I prezzi in Italia partiranno dai 69.784 Euro per la Cayenne Diesel fino ai 133.468 Euro per la Cayenne Turbo passando dai 85.553 Euro per la Cayenne S E-Hybrid.

 

Dì la tua

#FollowLeon day one: Torino – Montecarlo [LIVE]

Volkswagen: numeri record nel primo semestre 2014