in

Nuova tassa contro i SUV: la Francia colpisce ancora

tassa suv francia
Tempo di lettura: 2 minuti

Non bastava la tassa, paventata per il 2022, che costringerà i possessori di supercar a un supplemento extra, come vi abbiamo spiegato qui. Ora l’attenzione si sposta sui SUV XL, quelli oltre i 1.800 kg di massa. E con l’avvento dell’ibrido plug-in anche sui mostri a quattro ruote, hai voglia a tener conto del peso…

L’idea è semplice, il Governo francese vorrebbe far pagare 10 euro al chilo per ogni chilogrammo in più rispetto ai 1.800 imposti come limite…per non pagare gli extra. Sembra di parlare di merce del supermercato e invece è proprio così. 

Se il tentativo delle case è quello di elettrificare un po’ ovunque, dalle citycar ai grandi SUV per famiglie numerose, la Francia tenta di tarpare le ali imponendo tasse ai ricchi, perchè di questo si parla. 

Sembrano particolarmente interessate all’argomento i SUV della case tedesche, come Audi Q7/8, Mercedes GLE/GLS e la BMW X7 che vedete ritratta in copertina, pesante più di 2.300 kg.  Vengono esclusi, ma non vale per tutti, i SUV di segmento D, più “corti” e quindi meno pesanti. Ovviamente fatta la legge, qui si parla di proposte, trovato l’inganno, ossia esenzioni per veicoli completamente elettrici o intestati a famiglie con più di 2 figli, e allora già avrebbe un senso. 

Si tratta di una proposta nata dall’organo “Citizens Convention for Climate”, istituita da Emmanuel Macron nel 2019 e sorta per radunare cittadini comuni e trovare soluzioni che riescano ad abbattere le emissioni nocive. L’introduzione del peso come parametro di giudizio dei veicoli poco amici dell’ambiente non è un’assoluta novità, infatti prima di parlava addirittura di abbassare il limite a 1.400 kg.

Come spesso accade, la Francia e i francesi non guardano oltre il loro naso. Se è vero che poche auto prodotte nel paese di Gerard Depardieu la sola Renault Koleos andrebbe a pagare un’extra minimo, essendo pesante 1.845 kg nella versione BlueDCi da 190 CV con trazione integrale. Tra le italiane, ride meno Maserati: per una Levante V& il futuro acquirente sborserebbe un’extra di circa 4.000 euro, 1.000 euro circa per uno Stelvio Quadrifoglio.

Facendo due calcoli, semplici semplici, chi non ride per niente sono i produttori di auto tedeschi, quelli che in gamma possiedono SUV oltremisura, che esportano in Francia: 10 euro al chilo per la BMW X7 xDrive40d 48V, 340 CV e 2.470 kg in ordine di marcia, il supplemento sarebbe, su per giù, di circa 6.700 euro o un po’ meno tenendo conto del peso a secco…altro che superbollo!

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    500 leclerc

    Leclerc e la foto sui social: perchè la 500 è finita a testa in giù?

    cavalli marini alfa romeo

    Cavalli marini: al Museo Alfa Romeo vanno in mostra le F1 del mare