in

Nuova Volkswagen Golf: Il futuro elettrico della berlina è già scritto?

Tempo di lettura: 2 minuti

Diciamolo subito perché per gli appassionati potrebbe essere davvero un colpo al cuore: il futuro della nuova Volkswagen Golf non è affatto in pericolo come si era vociferato tempo fa. La vettura di punta della Casa tedesca è saldamente presente nei listini dal 1974, e di sicuro la storia della compatta di Wolfsburg non finirà le pagine del suo libro.

Questo, però, non significa che non sarà obbligata ad adattarsi alle nuove esigenze di mercato, normative incluse, per questo non si esclude che possa diventare anche lei 100% elettrica. A dare questa notizia è stato lo stesso Thomas Schafer, il CEO di Volkswagen, durante un’intervista rilasciata ad Autocar mentre era al Salone di Los Angeles.

La nuova Volkswagen Golf resterà nella gamma, ma a una condizione

Il numero uno di Wolfsburg ha sottolineato e confermato che la Casa tedesca manterrà in vita la Golf. La stessa cosa accadrà anche per altri nomi storici per il marchio. È probabile, quindi, che anche modelli come Polo, Passat o Touareg potranno dire ancora la loro nella gamma del marchio. Sembra quasi scongiurato il “cannibalismo” interno tra la ID.3 e le compatte del Marchio tedesco, data per molti come erede designata della storica media europea.

Al tempo stesso, Volkswagen non abbandonerà i nuovi modelli con nome ID, anzi. Schafer ha comunicato che non per forza le ID continueranno ad avere un numero, ma potranno avere un nome. Avete presente qualche idea? È presto detta, basti pensare al nuovo successo che sta facendo registrare l’ID.Buzz, dove appunto non vi è alcun numero. Prende, così, forma l’idea di una futura “Volkswagen ID.Golf”, evoluzione 100% elettrica che si baserebbe sulla piattaforma MEB destinata a diventare protagonista conclamata del piano di elettrificazione dei tanti brand della galassia Volkswagen.

ID.3 e ID.Golf, così chiamiamo la probabile Volkswagen Golf elettrica, potranno tranquillamente convivere all’interno della gamma, così come non è escluso che la Golf elettrica possa inserirsi perfettamente a metà tra la futura ID.2, già data in dirittura d’arrivo, e la seconda generazione della ID.3 che vedremo prima della fine del decennio nel quale stiamo vivendo.

La nuova Volkswagen Golf pronta a scrivere un rinnovato capitolo di storia

Assodato quindi che il nome resterà tale anche nella nuova gamma, la Volkswagen Golf potrebbe comunque essere completamente rivoluzionata. I motivi? Ovviamente possono essere molteplici ed i più variegati, ma ció che pesa maggiormente è sicuramente l’arrivo dell’Euro 7, unito alla necessità di aumentare le vendite di auto elettriche in vista del 2035. Queste rivoluzioni e scadenze non sono certo a vantaggio dei motori benzina e Diesel che rappresentano una fascia decisamente alta. Questi andranno quindi a sostituirsi progressivamente all’elettrico.

Messa sotto un’altro punto di vista per Volkswagen non converrebbe più avere nella gamma una Golf con motore termico questo perché il prezzo di listino potrebbe risultare poco appetibile per gran parte della sua clientela. A quel punto, la Casa di Wolfsburg sarebbe obbligata a concentrare i suoi sforzi verso una versione full electric, magari utilizzando le stesse tecnologie e architetture impiegate su altri modelli del Gruppo ad oggi in produzione.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    geely panda

    Geely Panda: in Cina si ispirano alla best seller italiana per una nuova citycar elettrica

    Federica Masolin si commuove per il ritiro di Vettel: il VIDEO della conduttrice in lacrime