in

Nuovo direttore generale Juventus: chi è Maurizio Scanavino e il suo passato nel mondo dell’auto

Tempo di lettura: 2 minuti

Le dimissioni di massa presentate dal Consiglio di Amministrazione della Juventus hanno letteralmente scosso il labile equilibrio del calcio italiano da qualche ora a questa parte. È stato un vero colpo di scena quello che hanno generato le dimissioni dell’intero CdA della Vecchia Signora, mettendo fine ad un’era, quella guidata da Andrea Agnelli, che prese il via ben 12 anni fa e che ora sancisce un nuovo inizio con nuove figure. Un nuovo volto nel CdA della Vecchia Signora, nonché nuovo direttore generale Juventus, sarà quello di Maurizio Scanavino. In questo articolo approfondiamo i legami del nuovo direttore generale Juventus con il mondo dell’auto, il suo passato alle dipendenze di Marchionne e il forte legame con il tessuto industriale e la storia del capoluogo torinese

Nuovo direttore generale Juventus: sarà un ex Fiat dell’era Marchionne

Col CdA della Juve completamente da riallestire, si profileranno a brevissimo i nomi e le facce di nuovi dirigenti, come quanto accaduto per la carica di nuovo direttore generale Juventus, che sarà ricoperta da un ex dirigente Fiat nella persona del già citato Maurizio Scanavino.

Il suo nome è Maurizio Scanavino, il quale sarà una figura di riferimento fino alla prossima assemblea dei soci del 23 gennaio 2023. Il nuovo manager bianconero è nato nel 1973, ha conseguito la laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni al Politecnico di Torino ed ha svolto la sua attività professionale in vari settori sia in Italia che all’estero, lavorando prima in Accenture ed in seguito nello sviluppo di servizi digitali e di e-commerce.

Una svolta importante nella sua carriera professionale arriva nel 2004, quando Sergio Marchionne lo assume nel Gruppo Fiat investendolo della carica di direttore di Brand Promotion con responsabilità di marketing e comunicazione per i marchi Fiat, Alfa Romeo e Lancia. Continua a lavorare nell’orbita della famiglia AgnelliElkann anche nel 2007, quando si sposta nel settore editoriale del Gruppo come direttore dell’area digitale e marketing dell’editrice del quotidiano d’informazione “La Stampa” e diventando tre anni dopo direttore generale della concessionaria di pubblicità Publikompass. Da lì il passaggio al Secolo XIX nell’ottica di completare la fusione con La Stampa. A John Elkann lo lega un rapporto di stima reciproca che negli ultimi anni lo ha visto protagonista in ruoli dirigenziali presso GEDI, sempre di proprietà della famiglia (Exor) nel campo della comunicazione, tanto che fino a ieri sera Scanavino è stato Direttore Generale di GEDI Gruppo Editoriale.

A fianco del nuovo presidente Gianluca Ferrero, che prende il posto che è stato fino a ieri sera di Andrea Agnelli, il nuovo direttore generale Juventus Maurizio Scanavino avrà il non facile compito di traghettare la squadra più titolata della serie A fuori dalle acque mosse in cui si è ritrovata. Per i nomi di grido, si dice Alex Del Piero e Giorgio Chiellini, ci sarà tempo.

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    licenziato binotto dimissioni monza 2022

    Licenziato Binotto, dimissioni accettate dalla Ferrari

    Buche giovanni storti

    Giovanni Storti denuncia le buche e il Comune le ripara: quando l’influencer funziona [VIDEO]