in

Nuovo Fiat Ducato 2014: prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 6 minuti

Il Nuovo Fiat Ducato è l’ultima evoluzione di un best seller che da ben 33 anni, alla quinta generazione, domina il panorama italiano ed europeo. Oggi si rinnova mettendo in mostra tante novità e moltissimi miglioramenti, dal design all’efficienza, dalla sicurezza alla tecnologia.

Vero e proprio “passepartout” per il marchio Fiat, il Ducato ha valicato le frontiere europee per raggiungere Russia, America Latina, Medio Oriente e Australia. Attualmente è commercializzato in più di 80 Paesi nel mondo, compreso il Nord America che dallo scorso anno lo vede protagonista con il nome “PROMASTER” sotto il marchio RAM. Il nuovo modello è già in commercio sul mercato italiano a un prezzo di partenza di circa 22.000 €.

Esterni

Il nuovo veicolo di Fiat Professional sviluppa ulteriormente il concetto di “design abbinato alla funzionalità” che da sempre caratterizza il modello.

La carrozzeria si compone di due volumi ben definiti –superiore e inferiore. Oggi questa “separazione” è resa meno geometrica e più dinamica grazie a un nuovo approccio dimensionale.In particolare, il nuovo frontale è caratterizzato dai montanti anteriori che arrivano a integrarsi attraverso il muscoloso cofano con l‘importante calandra anteriore il cui disegno abbraccia tutto il frontale mediante  la linea dei proiettori.

Ducato 2

L’ampia calandra può essere personalizzata con due trattamenti differenti (”chrome shadow” o “piano black”) come l’interno dei proiettori. Ulteriori novità del nuovo modello sono le maniglie esterne e i paraurti anteriori verniciati in tinta carrozzeria, lo skid-plate di protezione (anch’esso disponibile nei due trattamenti estetici) e i nuovi cerchi in lega leggera o acciaio da 16” . Completano l’inconfondibile aspetto esteriore i nuovi proiettori DRL (Day Running Lights) a LED (Light Emitting Diods), veri e propri oggetti di design posizionati in alto per una maggiore protezione.

Il nuovo veicolo propone un design specifico del cofano al fine di contrastare le infiltrazioni d’acqua, un accesso al vano motore più agevole e proiettori montati su guide scorrevoli – in modo da ridurre i tempi di manutenzione – un cofano integrale senza elementi in plastica separati e il paraurti diviso in 4 parti per ridurre sensibilmente i costi di riparazione.

Sul posteriore i nuovi gruppi ottici richiamano la forma a “L” e migliorano anche la visibilità laterale e la durata delle lampade grazie alla tecnologia Pulse With Modulation e alla presenza della doppia luce di posizione.

Interni

Il Nuovo Ducato propone importanti novità anche dentro l’abitacolo. Del resto, gli interni del modello Ducato sono sempre stati moderni e funzionali, in linea con una delle linee guida che contraddistingue il brand Fiat Professional: “creare un ambiente di lavoro eccellente per chi guida il veicolo”.

Ducato 3

Il cliente può scegliere fra tre ambienti – Classic, Techno e Lounge – per dare diverse connotazioni di sportività ed eleganza, e tra 2 tipologie di nuovi sedili che mantengono il livello di comfort al top di gamma. Il sedile standard presenta un’elegante doppia ribattitura sui fianchi e un tessuto antimacchia, mentre i nuovi appoggiatesta con l’emblema ‘Ducato’, disponibili come optional, arricchiscono gli interni e i sedili in tessuto floccato, con riflessi color bronzo di serie su versioni Panorama, richiamano la plancia Lounge.

Il Nuovo Ducato è il primo veicolo del segmento a offrire l’esclusivo Supporto multifunzionale utilizzabile con tutti i device quali smartphone, tablet oltre ai normali block notes.

Nuovo anche il porta-bicchieri integrato nella console centrale che può contenere due bottiglie da 0,75 litri, svariati oggetti quali smartphone o lettori MP3 e comprende le prese USB e ‘aux-in’ per la ricarica dei device e l’utilizzo come sorgente di musica per la radio, in alternativa è disponibile un cassetto portaoggetti spazioso tanto da contenere un laptop da 15″.

Gamma e motori

All’interno della gamma furgoni – tutti, come da tradizione, con la trazione anteriore o 4×4 – è possibile scegliere tra otto capienze diverse, che variano da 8 a 17 m³ e possono vantare la miglior efficienza della categoria. Inoltre, il Nuovo Ducato è disponibile in 4 varianti di lunghezza e 3 varianti di altezza per i furgoni, 6 varianti di lunghezza per i cabinati e gli scudati.

Ducato 4

Contribuisce alla massima efficienza del nuovo veicolo la rinnovata gamma di propulsori Multijet (Euro 5+) – quattro in tutto – che conferma la filosofia di pensiero “one-mission – one engine” di Fiat Professional. Il 2.0 MultiJet 115 CV e 280 Nm di coppia massima (cambio a 5 marce), ideato per l’utilizzo cittadino, 2.3 MultiJet 130 CV, 320 Nm di coppia massima (cambio a 6 marce), la risposta ideale per un utilizzo misto, con emissioni e consumi pari a 153 g/km di CO2 e 5,8 l/100 km.

Terzo motore in gamma il 2.3 MultiJet 150 CV, 350 Nm di coppia massima (cambio a 6 marce), l’ideale per gli impieghi più gravosi e il 3.0 MultiJet 180 CV, 400 Nm di coppia massima (cambio a 6 marce) capace di soddisfare sia i professionisti che privilegiano la potenza, la coppia e la ripresa sia coloro che necessitano di allestimenti più pesanti quali motorhome di grandi dimensioni.

Entro un anno è previsto anche il lancio del 3 litri Natural Power (Euro 6) da 140 CV e 350 Nm di coppia a doppia alimentazione metano/benzina.

Per ridurre ulteriormente il consumo di carburante, il Nuovo Ducato adotta altre tre tecnologie: il cambio automatizzato Comfort-matic (disponibile sui motori 2.3 e 3.0 litri) che offre fino al 5% di risparmio di carburante e maggiore comfort di guida; lo Start & Stop in grado di ridurre i consumi fino al 15% sui percorsi urbani (disponibile sui motori 2.3 Multijet 130 e 150 CV); e il nuovo Gear Shift Indicator che aiuta a ottimizzare lo stile di guida, suggerendo la marcia giusta per risparmiare carburante.

Alla guida del 3.0 180 Multijet

Ducato 05

È il motore più potente del nuovo Ducato con una cilindrata di 2999 cc, una potenza massima di 180 CV (130 kW) a 3500 giri/min e con una coppia di 400 Nm. Abbiamo deciso di provare questa motorizzazione sia per la versione Panorama, sia per la trasporto merci, in abbinamento al cambio robotizzato a sei marce.

Alla guida, le vibrazioni e i fruscii aerodinamici sono ridotti al minimo e, tra una sosta e l’altra al semaforo, le ripartenze, i cambi marcia e le frenate risultano molto fluide. Merito anche di un cambio che è sì semplicemente un “elettro attuato”, ma che svolge il suo onesto lavoro senza creare vuoti particolari tra una marcia e quella successiva.

Il sedile ammortizzato e tarato sul peso del conducente, disponibile a richiesta, regala un comfort inaspettato, mettendo a proprio agio anche il guidatore più esigente. I chilometri passano dolcemente a velocità di crociera, segno distintivo del fatto che, nonostante la mole, viaggiare a lungo non rappresenta minimamente un problema per il Ducato.

Non è un problema neanche a livello di consumi: se si dosa bene l’acceleratore si raggiungono tranquillamente consumi ed emissioni di 7,7 l/100 Km e 203  g/km di CO2. Mica male per un 3.0 da 180 CV.

Sicurezza e infotainment

Sull’intera gamma è di serie il sistema di controllo elettronico della stabilità (ESC) che interviene in condizioni di emergenza sulla dinamica del veicolo. La versione che equipaggia il Nuovo Ducato integra altre funzioni di sicurezza quali il nuovo sistema anti-rollio (ROM – Roll Over Mitigation e RMI – Roll Movement Intervention); il sistema di riconoscimento del baricentro (LAC – Load Adaptive Control); il sistema che agevola le partenze in salita (Hill Holder); il sistema anti-pattinamento (ASR – Anti Slip Regulation) e di controllo della coppia motrice (MSR), il sistema di assistenza elettronica alla frenata (EBA) e il sistema antibloccaggio (ABS) con correttore elettronico della frenata (EBD).

Per quanto concerne l’offerta dei dispositivi dedicati alla sicurezza passiva, il nuovo Ducato, oltre all’airbag del guidatore, dispone di airbag “full-size” da 120 litri per i passeggeri anteriori o singolo in caso di sedile passeggero monoposto. A richiesta, può essere dotato di airbag laterali e di window bag.

A richiesta è possibile equipaggiare il Nuovo Ducato con ulteriori ausili alla guida. Ad esempio, è il primo veicolo della sua categoria a essere dotato di ‘Traction+’ con Hill Descent Control.

Ducato 6

Novità anche nel campo dell’Infotainment  dove il nuovo modello offre un’ampia gamma di radio con  tecnologia Bluetooth e  lettore MP3. Inoltre è disponibile l’esclusivo sistema Uconnect con touchscreen a colori da 5″, telecamera per retromarcia e navigazione integrata. Infine, l’intera offerta è disponibile con decoder per la riproduzione radio digitale (DAB), oltre a quella tradizionale analogica.

I dispositivi dispongono inoltre del sistema RDS (Radio Data System), della funzione TA (notiziari del traffico), del PTY (il codice con il quale le emittenti radio segnalano il genere musicale trasmesso, consentendo all’apparecchio di selezionare automaticamente solo la musica preferita dall’ascoltatore).

Il nuovo Ducato in sintesi:

• Versioni trasporto merci, veicoli trasporto persone e basi per trasformazioni e allestimenti

• 2 architetture di meccanica: Standard (PTT da 2.6, 2.8, 3.0, 3.3 e 3.5 ton) e MAXI (PTT da 3.5 a 4.25 ton – 4.4 ton per versioni camper)

• Portate utili (compreso il conducente) da 800 a 2100 Kg

• 3 passi, 4 lunghezze e 3 altezze per la gamma furgoni

• 8 volumetrie del vano di carico da 8 a 17 m3

• 3 differenti dimensioni di porta laterale scorrevole e di porta posteriore

• 5 passi e 6 lunghezze per la gamma basi da trasformazione (cabinati, cabinati con pianale, doppia cabina, scudati); oltre a Cabine Motrici e Scudati Motore per il collegamento di telai posteriori speciali Al-Ko AMC ed una gamma Special a telaio ribassato per le versioni Tempo Libero

• Cambi Manuali a 5 o 6 marce e cambi robotizzati Comfort-matic a 6 marce; specifici rapporti del cambio per gamma Maxi e Ducato Camper

• Carichi massimi ammessi fino a 2100 Kg sull’asse anteriore e fino a 2500 kg su quello posteriore

• 6 motori: Gamma Euro 5+ (2.0 Multijet 115 CV, 2.3 Multijet 130 CV, 2.3 Multijet 150 CV, 3.0 Multijet 180 CV); Gamma Euro 4, per mercati Extra CEE (nuovo 2.3 Multijet 130 CV); Gamma CNG Euro 6, disponibile successivamente al lancio (nuovo 3.0 Natural Power 140 CV)

• 12 colori esterni tra i quali spicca l’esclusivo “Bianco Ducato”  e 120 tinte speciali

• Oltre 250 optional disponibili

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Yokohama presenta il nuovo BluEarth-A

Infiniti Q50: protagonista a Monza per il Company Car Drive