martedì, 22 Ottobre 2019 - 18:00
Home / Notizie / Novità / Nuovo Mercedes-Benz GLB: novità assoluta per la Stella a tre punte
mercedes glb

Nuovo Mercedes-Benz GLB: novità assoluta per la Stella a tre punte

Tempo di lettura: 2 minuti.

Una compatta dopo l’altra. Se il 2018 ha portato la rivoluzione Classe A, il 2019 si sta proiettando, per la Casa di Stoccarda, sempre più sui SUV. Al debutto assoluto arriva infatti la nuova Mercedes GLB, inedita nel segmento grazie all’opzione della terza fila di sedili in 4,6 metri di lunghezza e ottavo modello di nuovo stampo in appena due anni dall’arrivo della compatta tedesca.

Già il design è improntato al fuoristrada alla generosa superficie frontale di tipo verticale, sulla quale spiccano i nuovi gruppi ottici con due elementi a LED per le luci diurne mentre le proporzioni sottolineano la vocazione offroad del modello grazie agli sbalzi particolarmente corti sia davanti sia dietro. Inoltre, i cladding protettivi continui definiscono le proporzioni e sottolineano il carattere offroad al pari della protezione paracolpi anteriore e posteriore.

A richiesta, per GLB sono disponibili sia i fari a LED High Performance sia i MULTIBEAM LED. Questi ultimi consentono di adeguare elettronicamente le luci di marcia alle condizioni del traffico con estrema rapidità e precisione. A richiesta ci sono anche i fendinebbia a LED e, per le GLB provviste di trazione integrale, è disponibile la particolare funzione di illuminazione offroad.

La nuova Mercedes GLB è lunga 4,63 metri, larga 1,83 e alta 1,66 metri. Il passo, di 2,83 metri, è maggiore di dieci centimetri rispetto alla nuova Classe B: questo ha permesso di ricavare non solo più spazio per la testa e per le gambe nel vano posteriore (nella versione cinque posti), altresì viene resa disponibile la terza fila di sedili costituita da due sedili singoli per passeggeri non superiori a 1,68 metri di altezza, in altre parole, i vostri figli o figlio con l’amichetto. C’è poi la possibilità, grazie ai fissaggi ISOFIX e Top Tether, di fissare fino a quattro seggiolini compatibili nel vano posteriore.

Il vano bagagli offre lo spazio di carico di una Station Wagon, con un volume compre­so tra 560 e 1.755 litri (valori riferiti alla versione cinque posti). A richiesta, la seconda fila di sedili scorre in senso longitudinale, mentre l’inclinazione degli schienali è regolabile già di serie su più posizioni. Si ottengono così fino a 179 litri di capacità in più, che consentono un uso estremamente versatile del bagagliaio.

interni Mercedes GLB

Volgendo lo sguardo alla plancia di Mercedes GLB, quest’ultima appare molto simile a quanto già visto a partire dall’arrivo di Classe A: c’è il sistema MBUX mentre è nuovo l’elemento tubolare in look alluminio, il quale va a delimitare inferiormente la plancia portastrumenti e accoglie le tre bocchette centrali.

I motori di Mercedes GLB

Sul piano tecnologico, GLB approfitta di tutti i punti di forza dell’attuale generazione di compatte Mercedes-Benz. Dai motori (benzina: 1.3 GLB 200 163 CV, 2.0 GLB 250 4Matic 224 CV; Diesel: GLB 200 150 CV, 2.0 GLB 220d 190 CV), passando per i sistemi di assistenza alla guida ereditati direttamente da Classe S, alla gestione del comfort di bordo con i programmi Energizing: tutte caratteristiche della nuova Mercedes GLB.

Parlando di tecnica, la trazione 4Matic è settabile sui parametri Eco/Comfort (trazione 80:20), Sport (70:30) e Offroad, con la frizione che blocca la distribuzione della trazione al 50% sui due assi. Oltre alle già citate luci Offroad,  il pacchetto tecnico Offroad comprende un programma di marcia aggiuntivo, che adegua l’erogazione di potenza del motore e la regolazione ABS alle condizioni di guida nel fuoristrada leggero.

Prodotto nello stabilimento di Aguascalientes (Messico) e, il suo debutto in concessionaria è previsto per la fine dell’anno.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Copen GR Sport

Toyota Copen GR Sport: la “mini” spider, ma solo in Giappone

La divisione Gazoo Racing allestisce la piccola spider Copen, venduta in Giappone ora anche da …