in

Nuovo Renault Master: continua il rinnovo dei veicoli commerciali

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo il rinnovo della furgonetta Kangoo lo scorso anno e di Trafic pochi giorni fa, Renault si prepara a lanciare Nuovo Master, una nuova fase del grande furgone prodotto a Batilly che, oltre alla calandra ridisegnata, propone nuove motorizzazioni e tecnologie inedite.

Motori e consumi

La principale evoluzione di Master è rappresentata dalla nuova gamma di motorizzazioni 2.3 dCi, da 110 cv a 165 cv (da 100 cv a 150 cv in precedenza). Le versioni 110 cv e 125 cv offrono un buon compromesso tra prezzo di acquisto e consumi.

Il 135 cv e il 165 cv sono equipaggiati con la tecnologia Twin Turbo e per la versione 165 cv il vantaggio in termini di consumi tocca 1,5 l/100 km, offrendo 15 cavalli, 10 Nm supplementari e un consumo che scende così sotto la soglia dei 7 l/100 km, con 6,9 l/100 km (180 g di CO2/km) per L2H2 165 cv.

L’attivazione del pulsante “ecomode” consente di ridurre ulteriormente il livello di consumi fino al 10%, grazie all’intervento sulla coppia motrice, il climatizzatore e il riscaldamento.

Tutte le novità

Nuovo Master adotta equipaggiamenti di comfort e di sicurezza: di serie l’ESP di ultima generazione, con controllo adattativo del carico, Assistenza alle partenze in salita ed Extended Grip, che consente di recuperare aderenza su fondo scivoloso con neve, fango o sabbia.

È proposto anche un sistema antislittamento del rimorchio – associato all’opzione gancio di traino – che alternativamente frena e limita la coppia del motore, per decelerare il veicolo trainante fino ad annullare l’oscillazione.

Sulle versioni Twin Turbo, Nuovo Master dispone di un servosterzo equipaggiato con un gruppo elettropompa, che migliora la manovrabilità del veicolo riducendo gli sforzi sullo sterzo a bassa velocità, e consente inoltre di diminuire il consumo di 0,1 l/100 km.

Il sistema di controllo della pressione dei pneumatici (sulle versioni combi) informa il conducente di qualunque anomalia, tra cui il gonfiaggio insufficiente o la foratura.

Altra novità, lo Specchietto Wide View – integrato nell’aletta parasole lato passeggero – consente al conducente di individuare più facilmente la presenza di un veicolo nella zona dell’angolo morto, a vantaggio di una maggiore sicurezza.

Nuovo Master grazie alla grande diversità della gamma si rivela uno strumento su misura, con oltre 350 versioni, 4 lunghezze, 3 altezze, furgone, combi, pianale o telaio cabinato, trazione anteriore e posteriore, che offrono da 8 a 22 m3 di volume utile. Si aggiunge oggi una nuova versione: L4H2 e H3 Furgone trazione posteriore ruote singole. Equipaggiato con ponte lungo, è destinato in particolar modo ai clienti che percorrono lunghe distanze e alle società di consegna merci. I passaruota più larghi consentono di caricare europallet nel vano posteriore.

Nuovo Master sfoggia una nuova calandra che adotta l’identità della marca Renault. Il logo, più grande e in posizione verticale, è oggi presente su tutta la gamma di veicoli commerciali della marca N°1 in Europa dal 1998. Il completo rinnovo della gamma, realizzato quest’anno, consentirà di consolidare tale posizione (14,5% di quota di mercato nel 2013). Nel 2013, Master ha realizzato a sua volta un bel risultato nel suo segmento, con una quota di mercato di 11,9% in Europa e di 13,4% in Euromed-Africa (Top 2).

Nuovo Master sarà disponibile nella Rete italiana dopo l’estate 2014. Gli ordini saranno aperti da giugno.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Dal 6 maggio nuovi incentivi per le auto ecologiche: la risposta di Federauto

Nuovo sito per Arexons che approda anche su Twitter e Facebook