in

Oltre 65.000 visitatori per Automotoretrò e Automotoracing

Tempo di lettura: 2 minuti

Automotoretrò e Automotoracing chiudono l’edizione 2017 con un successo di pubblico inaspettato e meritato, un ottimo modo per festeggiare la 35° edizione della classica manifestazione torinese.

Un risultato eccellente quello conseguito dalla 35° edizione di Automotoretrò, la fiera dedicata al motorismo storico, organizzata da Bea srl in collaborazione con GL events Italia – Lingotto Fiere. Con Automotoracing, l’evento all’Oval dedicato al tuning e alle “alte prestazioni”, la rassegna rappresenta oggi un indiscusso polo di attrazione per un pubblico sempre più variegato proveniente da tutta Europa: collezionisti, appassionati di auto d’epoca e da corsa, addetti ai lavori e semplici curiosi.

Sono stati tantissimi gli appassionati che hanno affollato gli spazi di Lingotto Fiere e dell’Oval – afferma Beppe Gianoglio, organizzatore di Automotoretrò – Il nostro pubblico arriva ormai da tutta Europa: gli acquirenti migliori sono stati soprattutto tedeschi e francesi, che vengono da noi alla ricerca di auto di lusso. Quest’anno, infatti, gli scambi commerciali si sono spostati dalla fascia 20 – 30.000 Euro a quella tra i 100 e i 400.000, con una forte attenzione sui marchi italiani. É stata un’edizione davvero ricca ed emozionante, ma da domani inizieremo a lavorare alla rassegna del 2018, che ci auguriamo sia ancora migliore.”

Questa 35° edizione di Automotoretrò non si poteva festeggiare in modo migliore – sottolinea Daniele Villa, amministratore delegato GL events Italia – I numeri dell’evento parlano chiaro: con oltre 65.000 visitatori, 100.000 metri quadri occupati, 4 padiglioni, 1.200 espositori, 14 case automobilistiche e 300 piloti coinvolti, la manifestazione raccoglie un ulteriore meritato successo e può guardare al futuro forte di importanti partecipazioni ufficiali”.

Gli eventi che si sono succeduti in questa tre giorni hanno coperto un largo ventaglio di offerte riscuotendo grande successo. In particolare il pubblico è stato positivamente colpito dalle dimostrazioni di guida sportiva che si sono susseguite nell’area esterna e che hanno visto piloti del calibro di Graziano Rossi e Paolo Diana entusiasmare il pubblico con le loro acrobazie al volante. Non sono, poi, mancate le celebrazioni che hanno visto festeggiare i 70 anni della Ferrari e della Lambretta, a cui è stata dedicata un mostra tematica, i 60 anni della Bianchina e della Fiat 500.

Dì la tua

Subaru festeggia un milione di vetture dotate di EyeSight

Garage Italia Customs mette la sua firma su Jeep Renegade