mercoledì, 12 dicembre 2018 - 3:48
Home / Prove / Primo Contatto / Opel Grandland X Ultimate | Prova su strada in anteprima
Opel Grandland X Ultimate

Opel Grandland X Ultimate | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 3 minuti.

Ogni Casa automobilistica, generalista o premium che sia, ha sempre un occhio di riguardo per quei clienti che quando prendono in considerazione un modello vogliono il massimo in termini di allestimento e di equipaggiamento.

Questa particolare attenzione è motivata dal fatto che un prezzo di listino più alto, anche se l’auto è conseguentemente dotata di accessori più costosi, genera una marginalità maggiore e non bisogna mai dimenticarsi che per le Case i profitti sono al primo posto. Poi c’è anche il discorso legato all’immagine e alla percezione positiva del marchio che un’auto colma di gadget e di rifiniture pregiate genera sia nel cliente che la compra che in tutti quelli che ci salgono o la vedono in giro. Opel ovviamente non fa eccezione e questa Grandland X in allestimento Ultimate ne è la dimostrazione.

Esterni: proporzioni piacevoli e niente colpi di testa

Con una lunghezza di 4,48 metri la Grandland X si inserisce nella parte alta del segmento C-SUV, dove ha tantissime concorrenti. La versione Ultimate si riconosce per i cerchi in lega da 19 pollici e per il trattamento bicolore della carrozzeria con il tetto scuro che può anche essere completato con il tetto panoramico in vetro.

Parlando di design, questa Opel è un’auto piuttosto tradizionale che non si lascia tentare da soluzioni stilistiche particolari – come le sue sorelle PSA – ma mantiene il pragmatismo tipico delle vetture di Russelsheim. Tutto questo senza rinunciare a delle proporzioni molto equilibrate o a dei tocchi di classe come le luci a LED.

Interni: molto silenziosa e comoda, soprattutto davanti

Quello che stupisce subito quando si sale a bordo della Grandland X Ultimate è senza dubbio la comodità e la perfetta ergonomia dei sedili AGR, che oltre ad avere regolazioni millimetriche e molto sensibili, sostengono benissimo il corpo del guidatore.

Opel Grandland X Ultimate
Gli interni della Opel Grandland X Ultimate

La posizione di guida, dunque, è ottima e consente una bella impugnatura sul volante in pelle cucito a mano. La stessa pelle che si ritrova in alcuni inserti al centro della plancia e migliora la qualità globale dell’abitacolo.

La capacità minima del bagagliaio di 514 litri è sicuramente adeguata al tipo di auto mentre lo spazio a disposizione dei passeggeri posteriori non è da primato. L’insonorizzazione di tutto l’abitacolo, invece, è ottima.

Motori: col 2.0 turbodiesel da 177 CV è pronta per le autobahn

La gamma della Grandland X è composta da diverse motorizzazioni benzina e diesel, ma oggi ci concentriamo sulla più potente: il 4 cilindri 2 litri PSA da 177 CV e 400 Nm, abbinato al nuovo cambio automatico con convertitore di coppia a 8 rapporti fornito dalla Aisin.

Opel, inoltre, ha annunciato che nel corso del 2018 il 1.6 turbodiesel da 120 CV sarà sostituito da un nuovo 1.5 con due livelli di potenza – 100 e 130 CV – ma arriverà anche il 1.6 turbo benzina da 180 CV, che si potrà ordinare anche con il cambio automatico, allo stesso modo del 1.2 Turbo da 130 CV che oggi si può avere solo col manuale. Infine, nel 2019 arriverà anche la Grandland X plug-in ibrida, che avrà la trazione integrale, si posizionerà al vertice della gamma per potenza e sarà la prima Opel ad adottare questa tecnologia.

Alla guida della Opel Grandland X Ultimate: perfetta viaggiatrice

Opel Grandland X Ultimate
La Opel Grandland X Ultimate con il motore 2.0 da 177 CV e 400 Nm di coppia

Pur non avendo velleità sportive, questa Grandland X Ultimate è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 9,1 secondi e di raggiungere i 214 km/h. Nelle riprese, invece, se la cava ancora meglio sia per la generosa coppia del motore che per l’azione del cambio automatico che è estremamente rapida.

A proposito di cambio automatico, in alcuni momenti si è impuntato in P prima di ripartire, ma potrebbe anche essere un difetto del singolo esemplare. Il powertrain, in ogni caso, è promosso senza riserve e se proprio si vuole trovare il pelo nell’uovo, lo stacco della frizione da fermo potrebbe essere un po’ più fluido in alcuni frangenti.

Ottimo lo sterzo, che ha il giusto carico, è abbastanza preciso per il tipo di auto e non troppo demoltiplicato. Ottimo anche l’assetto che riesce a filtrare bene le imperfezioni dell’asfalto, ma riesce anche a non fare rollare troppo l’auto nelle tortuose autostrade spagnole intorno a Bilbao, garantendo al contempo una ottima stabilità. Gli ammortizzatori, poi, rispondono molto bene sulle sconnessioni breve che sono tipiche in città, contesto in cui si apprezza pure la buona visibilità e la maneggevolezza del crossover Opel.

Prezzi e allestimenti

L’allestimento della Grandland X Ultimate, come dicevamo, è quello più caro e parte da 34.400 euro. La dotazione è particolarmente completa e, a meno di esigenze specifiche, non serve aggiungere altro.

Autore: Alessandro Vai

Le auto e i motori, una passione diventata una ragione di vita. Volevo fare il pilota ma poi ho studiato marketing e ora il mio mestiere è scrivere

Potrebbe interessarti

Audi e-tron

Audi e-tron | Prova su strada in anteprima

Il primo modello di serie a propulsione totalmente elettrica della casa dei quattro cerchi è …