in

Opel Omega: una Top Wagon degli anni 90

Opel Omega Top Wagon
Tempo di lettura: 2 minuti

Le attuali ammiraglie della gamma Opel sono due station wagon, le due shooting brake Opel Insignia Sports Tourer e Insignia GSi, l’ultima espressione in ordine di tempo della lunga tradizione Opel nel settore delle station wagon.

Una tradizione che affonda le sue radici addirittura nel 1953 quando la Casa tedesca presentò la versione station wagon di Olympia Rekord e fece un passo avanti sul piano dell’immagine nel 1970 quando realizzò la Opel Ascona Voyage con le fiancate parzialmente rivestite in legno come era di moda in Nord America.

Passo dopo passo Opel divenne la maggiore protagonista del mercato europeo delle station wagon che la vedeva presente in ogni segmento. Alla fine degli Anni Ottanta le station wagon facevano tendenza. Un segnale di questa tendenza è rappresentato dalla Opel Omega-A Top Wagon presentata 30 anni fa che, equipaggiata con un 6 cilindri in linea 3,0 litri bialbero a 24 valvole da 200 CV, alla fine del 1990 fece da apripista alla realizzazione di nuove potenti e dinamiche station wagon e shooting brake.

Si trattava insomma di una di una sorta di “granturismo”, simbolo di una operazione immagine che investiva tutta la linea delle station wagon Opel. Abbondante spazio interno, ambienti eleganti e discreti, prestazioni, attenzione alle problematiche ecologiche, comfort e insonorizzazione trovano un punto di convergenza in questa “top wagon” in grado di raggiungere una velocità di 230 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in 8 secondi netti.

Esteticamente, la Opel Omega 3000 24V Station Wagon era sottolineata dal suo aspetto aggressivo: spoiler inferiori anteriore e posteriore, bandelle sottoporta, fendinebbia integrati, rivestimenti in velluto spigato facevano parte del suo “abbigliamento”. Lo stesso dicasi per le ruote in lega da 7.00 J x 15, il check control, il computer di bordo, la regolazione elettrica dell’inclinazione dei fari, il sedile guida regolabile in altezza e nel supporto lombare, i retrovisori esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, l’impianto stereo con 6 altoparlanti e volante in pelle regolabile in altezza. Finiture di prim’ordine, elevate prestazioni, grande capacità di carico (fino a 1.850 litri con il sedile posteriore ripiegato) ponevano Opel Omega 3000 24V Station Wagon fra le più interessanti automobili del segmento medio-alto.

Gentlemen driver

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

opel x-factor 2020

Opel Corsa-e protagonista nella nuova edizione di X Factor

FordPass Connect come si attiva

Ford Pass Connect: come si attiva?