giovedì, 27 Giugno 2019 - 12:42
Home / Notizie / Motorsport / Gli orari del Gran Premio di Cina 2019: la millesima gara della F1 è alle porte
Gran Premio di Cina 2019

Gli orari del Gran Premio di Cina 2019: la millesima gara della F1 è alle porte

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il millesimo GP è ormai alle porte. Il Gran Premio di Cina 2019 si prospetta come una gara già decisiva per determinare gli equilibri del mondiale iniziato un mese fa, circa, a Melbourne. Dopo due doppiette consecutive per Mercedes, e il massimo bottino di punti disponibile portato a Stoccarda, la Ferrari è chiamata alla riscossa dopo aver buttato all’aria la vittoria in Bahrain.

L’anno scorso Vettel, partito in pole, fu centrato sul finire della gara da un Verstappen su di giri, che venne a sua volta sovrastato da Ricciardo, vincitore con la RB14 della sua sesta gara in F1, poi replicata con la sua ultima affermazione al Gran Premio di Monte Carlo 2018.

Il circuito di Shanghai, lungo 5,451 km e in calendario dal 2004, quando Barrichello firmò un’edizione memorabile innaffiando di champagne un incredulo Luca Cordero di Montezemolo sul podio. Non mancano le possibilità di sorpasso grazie al lunghissimo rettilineo con la possibilità di attivare il DRS.

Gli orari del Gran Premio di Cina 2019 (ora italiana)

Si inizia con le prove libere, in diretta su Sky Sport F1 HD venerdì notte dalle 04:00 alle 05:30 e dalle 08:00 alle 09:30. Il sabato si prosegue con la terza sessione, dalle 05:00 alle 06:00, mentre le qualifiche partono alle ore 08:00, sempre in diretta su Sky e in differita su TV8 alle 14:00.

La gara scatta alle 08:10 di domenica mattina, con replica della gara alle 14:00 sul digitale terrestre.

Le dichiarazioni dei Ferraristi prima del Gran Premio di Cina 2019

Sebastian Vettel: “Il Gran Premio di Cina è in calendario da parecchio tempo ormai e si disputa su una delle piste più tecniche e difficili della stagione. Specialmente due curve sono fondamentali, la prima e la 13 che immette sul lunghissimo rettilineo da oltre un chilometro. Sono entrambe molto tecniche e non è sempre facile trovare la linea migliore per affrontarle perché in entrambi i casi la pista è molto larga. Sono difficili non solo in qualifica, quando devo dare tutto in un giro, ma anche durante la corsa. Salvaguardare le gomme a Shanghai è la cosa più importante, è il compito che tutti sanno di dover fare nel modo migliore la domenica per poter far durare gli pneumatici ed essere competitivi per tutta la gara. Storicamente io ho vissuto diverse belle gare qui, sono andato più di una volta vicino alla vittoria, addirittura sfiorandola. Magari se anche un po’ di fortuna ci assiste questa è la volta buona, tanto più che qui festeggiamo la gara numero mille della Formula 1…”

Charles Leclerc: “Quella di Shanghai è una delle piste che conosco meno avendoci gareggiato solo una volta lo scorso anno. Ho un bel ricordo della qualifica, meno della gara, anche se nel complesso il tracciato mi piace molto perché propone curve molto diverse da quelle che poi troveremo nel resto del calendario, in particolare la curva 1 e la 13 che immette nel lungo rettilineo. Di solito quella cinese è una gara divertente perché le condizioni meteo sono spesso imprevedibili e magari la pioggia arriva all’improvviso quando meno te la aspetti. È la millesima gara della storia della Formula 1 e io spero di poter avere una vettura forte come l’ho avuta in Bahrain per continuare ad andare in cerca di quel risultato che meritiamo.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

GP Francia 2019, gara: imprendibili le Mercedes sotto il sole della Francia

Tutto pronto sulla griglia di partenza del GP Francia 2019, ottava prova del mondiale di …