in

Pagelle F1, GP Brasile 2022: Russell firma la prima, Verstappen nervoso

Tempo di lettura: 3 minuti

Vince il suo primo Gran Premio in carriera George Russell, un successo stra-meritato figlio di una gestione gara pressoché impeccabile. Il pilota inglese replica il successo della Sprint Race, confermando ancora una volta il suo talento cristallino. Dopo la seconda safety car è semplicemente perfetto, non cede alla pressione di Hamilton e ora gli basta un punto per stargli davanti in classifica mondiale. Voto 10

Altra ghiotta chance gettata alle ortiche per Lewis Hamilton, che finisce secondo per la terza volta consecutiva. Stavolta la gara se la rovina nel duello con Verstappen, sempre troppo duro da parte di entrambi. Non gli riesce di vincere quest’anno e stavolta il compagno di squadra lo tiene per bene a cuccia. Voto 6,5

Terza piazza per Sainz, che a consuntivo ottiene il massimo vista anche la sua penalizzazione di 5 posizioni per la sostituzione del motore. Gara complicata la sua, risolta solo dalla sua bravura nel gestire le varie fasi. Ora è a 6 punti da Lewis Hamilton e deve provare ad arrivare quinto in classifica piloti. Voto 8,5

E’ visibilmente frustrato Charles Leclerc, perché aveva altri piani, soprattutto visto l’inizio di stagione. La realtà è che spesso la squadra non è stata all’altezza del suo talento, e invece di fare passi avanti la Ferrari si sta facendo pericolosamente rimontare dalla Mercedes. L’incidente con Norris gli rovina la gara e il suo quarto posto finale gli permette di agganciare Perez nella rincorsa al secondo posto in classifica piloti, che ora si dovrà giocare ad Abu Dhabi. Voto 7,5

Semplicemente strepitoso Fernando Alonso. Il suo quinto posto finale è un risultato davvero incredibile, considerando che partiva diciassettesimo dopo le solite sfighe inenarrabili, ovviamente non dovute a lui. Risultato che cementa il quarto posto costruttori per Alpine e non è roba da poco. Voto 9,5

Conclude la sua gara al sesto posto Max Verstappen, in un weekend dove né lui né la sua Red Bull si sono dimostrati troppo all’altezza. Il duello con Hamilton come al solito troppo acceso, gli distrugge le velleità di vittoria, poi nel finale si rifiuta di regalare il suo sesto posto a Perez e francamente è un comportamento poco comprensibile visto la mano che gli ha sempre dato Checo. Voto 5

Protagonista del venerdì Kevin Magnussen che conquista una pole position incredibile sfruttando il meteo incerto. In sprint race si difende come può e chiude ottavo, poi in gara Ricciardo decide di rovinargli i sogni di gloria e lo manda fuori gara. Un finale non degno per un weekend che poteva essere memorabile. Voto 10

Altro giro, altro flop per Ricciardo, che stavolta a inizio gara decide di colpire Magnussen e nella carambola ci rimette anche lui finendo con la sua McLaren distrutta. Ennesimo risultato deludente di un finale di campionato che sta sporcando la sua figura, visto che Daniel è tutto, tranne che un somaro. Voto 4

Tirata d’orecchie anche per Stroll, che si comporta troppo spesso in maniera assurda in pista. Stavolta rischia di rimetterci seriamente il compagno di squadra Vettel con l’ennesima manovra scriteriata. Vettel in radio risponde da signore, ma Lance deve cambiare registro e in fretta. Voto 4

Nono posto finale per Bottas che tiene vivo il lumicino per Alfa di tenere il sesto posto in classifica costruttori. Risultato che sarà da difendere con le unghie e con i denti ad Abu Dhabi. La Aston Martin ha ripreso consistenza e se non fanno pasticci ai box potrebbero tentare un incredibile colpaccio. Voto 7

Occhio alla Ferrari che conserva il margine di 19 punti sulla Mercedes in classifica costruttori. Se la Rossa dovesse perdere il secondo posto sarebbe un risultato indecente ed inaccettabile, vista la base di partenza dalla quale si partiva e dalla quale partiva Mercedes. Ad oggi a Maranello appaiono in confusione anche nelle dichiarazioni. Voto 5

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    McLaren Danno Carro

    McLaren Senna va in frantumi dopo un incidente [VIDEO]

    Lamborghini Huracan Sterrato concept fronta

    Lamborghini Huracan, le prime foto senza veli della Sterrato ecco quando arriverà