in

Pagelle GP Olanda 2021: promossi e bocciati in quel di Zandvoort

pagelle gp olanda 2021
Tempo di lettura: 3 minuti

Riparte la Formula Uno dopo un weekend, quello del Belgio, dove questo sport ha mostrato il fianco a critiche e polemiche del tutto giustificabili, perché la scelta di assegnare metà punteggio con un mondiale così combattuto rischia di essere un fattore di non poco conto per l’assegnazione del titolo. Si volta pagina con il ritorno della F1 in Olanda a distanza di 36 anni dall’ultima volta, era il 1985. Ecco le nostre pagelle del GP Olanda 2021.

Nel Gran Premio di casa Max Verstappen non commette errori, pole e vittoria che lo rilanciano come leader del campionato, davanti ad un pubblico in festa che ha regalato spettacolo per tutto il weekend. Il pilota olandese sembra davvero poter spodestare Sir Hamilton. Voto 10

Ci ha provato fino in fondo Hamilton che semplicemente non aveva a disposizione una Mercedes all’altezza, forse con una strategia perfetta avrebbe potuto provare ad avvicinarsi maggiormente a Max, ma la sensazione è che oggi non ci fosse storia. Ha pochi rimpianti e non è roba da poco. Voto 8

Valtteri Bottas difficilmente sarà il pilota Mercedes per il 2022 (è arrivato l’annuncio dell’ingaggio pluriennale in Alfa Romeo Racing) e diciamo che la scelta è assolutamente comprensibile perché pare abbia perso un pochino di smalto. A conti fatti il terzo posto è il massimo risultato ottenibile, peccato che ogni qual volta possa aiutare Hamilton contro Verstappen commetta sempre un errorino che finisce per compromettere tutto. Voto 6,5

Semplicemente weekend strepitoso di Pierre Gasly, quarto al traguardo, un pilota che ha trovato una consistenza importante, soprattutto in termini risultati. Basti pensare che con un’Alpha Tauri il giovane francesino è ottavo in classifica irridata piloti, davanti a gente come Ricciardo, Alonso, Vettel e con più del triplo dei punti del compagno di squadra. Voto 10

Quinto posto per Leclerc, che subirà pure l’umiliazione del doppiaggio da parte dei primi tre di classifica. Una Ferrari che semplicemente non è all’altezza e che su questo circuito ha fatto un po’ troppa fatica. La gara di Charles è una gara onesta, ma non riuscire ad essere davanti a Gasly è una piccola macchia ma non del tutto imputabile al pilota monegasco. Voto 7

Bravissimo anche Fernando Alonso, sesto al traguardo, autore di una partenza (l’ennesima) da manuale e di una gara solidissima che nel finale gli permette pure di sopravanzare la Ferrari del connazionale Sainz. Poco altro da dire su questo fenomeno di pilota. Voto 8,5

Non raggiunge la sufficienza in pagella Carlos Sainz, che già nelle prove libere distrugge la sua monoposto e poi in gara a conti fatti parte sesto e finisce settimo dietro Alonso che partiva nono e questo non può renderlo soddisfatto della sua prestazione. Voto 5,5

Flop anche delle McLaren, stavolta Norris (voto 5) parte tredicesimo e quanto meno riesce a centrare i punti con il decimo posto finale. Un bottino troppo magro per il pilota che attualmente occupa il quarto posto in classifica irridata. 

Ancora male, molto male Daniel Ricciardo. Che in qualifica riesce a stare davanti al compagno di squadra, mentre in gara come troppo spesso gli accade quest’anno crolla e finisce di nuovo fuori dai punti. Voto 4,5

Sfortunatissimo Antonio Giovinazzi, che probabilmente deve ricorrere a qualche esorcista, perché dopo una qualifica eccellente, in gara è vittima nuovamente di una serie di sfortune, tra cui l’ennesima foratura, che iniziano davvero ad essere troppe. Animo Antonio che domenica si corre a casa a Monza e il momento è delicato: ci si gioca la riconferma accanto a Bottas. Voto 7

Non una gara positiva anche per le Aston Martin di Vettel e di Stroll, entrambi fuori dalla zona punti. Il pilota tedesco commette qualche errore di troppo e anche la strategia di gara ha più di qualche punto interrogativo; discorso simile per Stroll, che ottiene un risultato migliore in termine di posizione finale, ma che magra consolazione… Voto 4 a entrambi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Mercedes EQS elettrica amg

    Mercedes-AMG EQS 53 4MATIC+: arriva la prima AMG elettrica

    Porsche Mission R

    Porsche Mission R: da Monaco il concept da 1.088 CV per pensare alla pista