in

Pagelle GP Stiria: promossi e bocciati sui saliscendi del Red Bull Ring

Pagelle GP Stiria
Tempo di lettura: 3 minuti

Vince e convince ancora una volta Max Verstappen che nel Gp di casa per Red Bull consolida il suo primato in classifica irridata e conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che la sua monoposto è pronta per interrompere il dominio Mercedes. Tra 7 giorni si fa il bis in Austria e l’occasione di allungare ancora è davvero ghiotta. Voto 9

Limita i danni Lewis Hamilton con un ottimo secondo posto al traguardo. Per la prima volta dal 2014 probabilmente non ha a disposizione la monoposto migliore in assoluto e difatti sono ben 4 le gare consecutive dove non vince la Mercedes e questa è una novità per tutti. La prossima settimana dovrà inventarsi una magia o non ci sarà modo di fermare Max, vicino alla tripletta. Voto 8

Stavolta riesce a centrare il podio Bottas da sempre a suo agio in Austria e al netto di tutto è un risultato soddisfacente. In qualifca aveva addirittura battuto Hamilton, poi la penalità di tre posizioni per un testa coda ai box forse un po’ troppo severa lo costringe a partire più indietro e alla fine fa il massimo possibile. Voto 7

Stavolta un pelino sottotono il risultato finale di Perez, che ottiene sì un quarto posto importante per la classifica costruttori ma con questa Red Bull così dominante la settimana prossima deve trasformarsi in una doppietta anche per abbattere il morale dei rivali. Voto 6,5

Continua a stupire per costanza e velocità Lando Norris che ancora una volta bastona un Ricciardo ormai irriconoscibile e mantiene la McLaren come terza forza nel mondiale costruttori. Una certezza il ragazzino inglese. Voto 8,5

Menzione d’onore va a George Russel, che per pochissimi millesimi non riesce a piazzare la sua Williams (sì avete letto bene la Williams) in Q3 e in gara per poco non gli riesce il colpaccio di portare punti pesantissimi per il suo team. La solita sfortuna lo costringe al ritiro, ma questo ragazzo è un talento cristallino e merita di meglio. Domenica si farà il bis su questo circuito e ha una nuova occasione ed è l’unica nota positiva. Voto 10

Il pubblico lo premia come pilota di giornata ma francamente a Charles Leclerc toccherebbe una tiratina d’orecchie per il contatto con Gasly al via che di fatto gli rovina la gara. Ok la rimonta è stata ottima, ma a conti fatti partiva settimo ed è arrivato al traguardo settimo. Voto 6,5.

Bravo invece Carlos Sainz, sesto al traguardo che rimedia ad una qualifica davvero deludente. In gara avrebbe il passo ma la sua Ferrari fatica nei sorpassi, poi però conferma le sua qualità nell’ottenere il massimo in gara dalle situazioni difficili e ora ha solo 8 punti meno di Lecler in classifica mondiale ed è tutto dire. Voto 7

Probabilmente il rinnovo di contratto per Esteban Ocon non è stato un toccasana perchè il ragazzo dopo un inizio di stagione brillante si è via via spento e ora sono quattro le gare consecutive fuori dai punti, mentre il compagno di squadra nelle ultime tre gare ha sempre portato a casa punti. Occorre una decisa sterzata. Voto 4,5

La settimana scorsa avevamo elogiato un Daniel Ricciardo finalmente in palla, in Austria però il passo indietro è stato nuovamente troppo fragoroso. Non riuscire a portare la sua monoposto in Q3 e in gara non portare in saccoccia nemmeno un punticino è un bottino francamente imbarazzante. Norris in classifica mondiale ha più del doppio dei suoi punti. Voto 3

Delude anche Sebastian Vettel che dopo i fasti di Baku, due gare fa, è autore di una gara sottotono. Al Red Bull Ring è sembrato non essere mai in grado di trovare il feeling giusto con la monoposto e stavolta non gli riesce nessuna magia nella gestione gomme, portando uno zero nella casella dei punti mondiali. Semplicemente non ci siamo. Voto 4,5.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Mazda 3 2021 come va skyactiv-x

    Mazda 3 Skyactiv-X: Prova su strada, motore, consumi e prezzo

    Ferrari 296 GTB: il sound del V6 ibrido plug-in [VIDEO]