in

La Panda M Sport dimostra in pista perchè è già un oggetto di culto [VIDEO]

Tempo di lettura: < 1 minuto

Della Panda M Sport vi abbiamo già parlato nei giorni scorsi ma torniamo a parlarne perchè crediamo sia giusto così: questa Panda modificata merita più spazio per parlarne una volta sola. Quindi, oltre a vederla driftare come se non ci fosse un domani, merito dei suoi 300 CV distribuiti magistralmente da due differenziali distinti controllati dal cambio sequenziale a 5 rapporti della Sadev, vale la pena spenderci due parole in più.

I ragazzi di M Sport hanno creato per lei un nome ad hoc, ovvero “Pandamonium“, che esprime molto bene l’idea dietro a questa one-off temporanea visto che chi lo vorrà potrà richiederla al preparatore inglese. Prezzi? Sconosciuti. A gommare la Panda M Sport un set di Pirelli P-Zero e, se guardate bene, noterete anche che la Panda così come appare è più lunga dell’originale, essendosi dovuta adattare al pianale della Fiesta R5, di ben 32 centimetri. La Panda M Sport è anche più larga, di 36 centimetri, complici i passaruota aerodinamici.

Dell’originale è rimasto poco, forse il look dei fanali e della mascherina frontale. Immaginiamo, però, guardando questo video, quali possano essere le sensazioni seduti dietro il suo volante e avvolti da un roll bar di protezione. IMPAGABILI!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    alfa romeo 155 jagermeister

    All’asta l’Alfa Romeo 155 DTM: questo esemplare con livrea Jegermeister è del 1995

    incidente condove 2017

    Condannato a 14 anni per l’omicidio stradale di Condove: la sentenza è definitiva