domenica, 23 settembre 2018 - 16:20
Home / Notizie / Curiosità / Peugeot 20Cup Concept: auto o moto?
Peugeot 20Cup

Peugeot 20Cup Concept: auto o moto?

Tempo di lettura: 1 minuto.

La Peugeot 20Cup concept venne presentata al Salone di Francoforte nell’ormai lontano 2005 e catturò subito l’attenzione per una chiara e unica caratteristica: era una concept car metà auto, metà moto.

Di concept così se ne sono viste tante ma Peugeot andò oltre portando con questa show car, almeno guardandola frontalmente, lo stile di quella che sarebbe poi diventata la compatta di successo 207, prodotta a partire dal 2006 fino al 2015 quando venne definitivamente sostituita dalla 208.

Vista frontalmente, infatti, la Peugeot 20Cup, così come la più estrema 907 Concept, ricorda chiaramente la compatta francese e soprattutto una due posti da competizione tanto il suo DNA voleva essere marcatamente racing, con tanto di rollbar per la sicurezza dei due occupanti. Si nota poi lo splitter all’anteriore mentre due sfoghi d’aria in prossimità dei passaruota aiutavano a smaltire il flusso d’aria verso i lati della “vettura”.

Vista invece dal lato B, la Peugeot 20Cup sembrava una vera e propria moto da competizione, con quel ruotone (377/71 R18) e relativo gruppo molla/ammortizzatore dotato di un bilanciere che assicurava la variazione dell’elasticità.

Peugeot 20Cup

La Peugeot 20Cup montava il quattro cilindri da 170 CV figlio dell’alleanza tra gruppo PSA e BMW, motore in grado di fornire prestazioni all’altezza su una concept car dal peso ridotto, solo 500 chilogrammi, e motore che finì dritto anche sulla MINI introdotta nel 2006. D’altronde l’adozione di un’unica ruota al posteriore, oltre a caratterizzarla esteticamente, i suoi frutti li diede anche sul fronte bilancia.

Il “triciclo” non passò mai quella sottile linea tra concept car d’avanguardia e immissione sul mercato, forse considerata troppo ardita per l’epoca. È inutile infatti rimarcare che 13 anni nel mondo dell’automobile rappresentano un’era ma sarebbe stato interessante osservarla per le strade di tutti i giorni.

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

F1 clienti

Sulla pista di Barcellona il meglio delle F1 Clienti e Programmi XX

Tempo di lettura: 2 minuti. Oltre trenta vetture di F1 Clienti e dei Programmi XX hanno partecipato alla due giorni …

something