lunedì, 16 luglio 2018 - 20:13
Home / Notizie / Storiche / Peugeot 301: la nonna di nuova Peugeot 308

Peugeot 301: la nonna di nuova Peugeot 308

Tempo di lettura: 2 minuti.

Oggi la nuova Peugeot 308 è già disponibile sul mercato con tutta la sua ventata di novità, ma forse pochi sanno che 85 anni fa nasceva la Peugeot 301, quella che potremmo chiamare la nonna dell’ultima nata per la Casa del Leone.

Si torna indietro con la macchina nel tempo nel 1932, quando in Germania stava per conquistare la scena politica in Germania un certo Adolf Hitler. L’Europa sentiva ancora gli effetti della Grande Guerra e, senza considerare l’oceano Atlantico, della crisi di Wall Street del 1929 che, come uno tsunami, stava travolgendo l’economia di tutto il globo.

In questo clima di forte incertezza che sul finire del decennio porterà alla Seconda Guerra Mondiale Peugeot decise di non arrendersi e di continuare a investire sulle auto, ovvero un settore che stava conoscendo un vero e proprio boom, nonostante appunto la crisi. Fu proprio la Peugeot 301 l’auto che aprì il ciclo della Serie 300, così importante per la Casa francese nei decenni successivi.

Con la Peugeot 301 la marca francese propose sul mercato una vettura di classe media, paragonabile a quella che è oggi sul mercato la nuova 308. Nella gamma del Leone, la 301, vettura piuttosto elegante a ruote anteriori indipendenti, si posizionava subito sopra la 201. La prima versione fu la 301 C prodotta tra il marzo 1932 e l’agosto 1933 come berlina, limousine, coupé, cabriolet e roadster. Riscosse subito un buon successo, con quasi 21.000 unità vendute nel giro di poco più di un anno di presenza sul mercato.

Grazie al suo successo iniziale, la 301 venne proposta successivamente anche in versione che oggi chiameremmo station wagon, con più posti a sedere e, per l’uso commerciale, anche come autocarro (la 301 T). Nel 1934 arrivò poi la 301 D, con la sua carrozzeria molto arrotondata e profilata.

Peugeot 301

La Peugeot 301 fu prodotta in 70.497 esemplari dal marzo 1932 al settembre 1936 nelle versioni 301 C (limousine, limousine passo lungo, berlina, berlina aerodinamica, coupé, coupé apribile, roadster, coupé golf, coupé golf apribile), 301 M (familiare, commerciale), 301 CR (berlina, berlina aerodinamica, coupé, coupé apribile, roadster, coupé golf, coupé golf apribile), 301 LR (familiare, berlina aerodinamica, coupé aerodinamico, taxi), 301 T (furgone, pick up), 301 L (limousine commerciale), 301 D (berlina, limousine, coupé, coupé apribile, berlina commerciale).

Durante l’intero arco di produzione, la Peugeot 301 adottò un unico propulsore per tutte le versioni: un 4 cilindri di 1465 cc che erogava 35 CV a 4000 giri/min.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

DS19

Una stella decapottabile a Hollywood: la Citroen DS19 di Cary Grant

Tempo di lettura: 2 minuti. Cary Grant e Doris Day hanno lasciato un segno nel cinema holliwoodiano con un film …

something