in

Peugeot Electric Experience, si tirano le somme del tour sulla mobilità sostenibile

Peugeot Electric Experience
Tempo di lettura: 2 minuti

Partito da Milano lo scorso 4 giugno, il Peugeot Electric Experience è arrivato alla sua conclusione dopo aver toccato 16 città italiane su un percorso di oltre 3.000 km, tutto lungo lo stivale. Obiettivo spiegare alla gente comune la transizione energetica, effettuare test drive di vetture elettriche e raccontare una mobilità diversa. 

Nel contempo a Roma si è tenuto il battesimo delle 30 Peugeot e-208 che sono già operative per la Guardia di Finanza, mentre nella tappa conclusiva di Bari del 17 luglio si è tenuto l’incontro “La ripartenza – liberti di pensare” cui hanno partecipato anche il Ministro dello Sviluppo Economico ed il Presidente del Senato oltre che Stefano Accorsi, da anni Peugeot brand Ambassador. 

Se possono non sembrare tante le 2.000 persone che sono entrate nel motorhome allestito per l’occasione, pensate che grazie ai social sono state create 200.000 interazioni ma soprattutto sono stati raggiunti 27 milioni di utenti: la Peugeot Electric Experience ha fatto centro sotto tutti i punti di vista. Sono stati poi oltre 1.000 i test drive realizzati sulla gamma LEV della Casa francese, per 4.000 km complessivi e 4.200 kW di energia elettrica ricaricata. Numeri significativi che confermano il grande interesse per la transizione energetica dimostrato dagli italiani anche in tutte le tappe del tour.

Peugeot Electric Experience
La Peugeot 508 Peugeot Sport Engineered (PSE) durante una delle tappe del Peugeot Electric Experience

Salvatore Internullo, direttore generale di Peugeot Italia, è stato forte sostenitore della realizzazione del roadshow: “Oggi tutti noi ci troviamo di fronte ad una grande opportunità. Il tema della transizione energetica rappresenta una tematica delicata e importante con un potenziale incredibile. La transizione ecologica va accompagnata, non va osteggiata, perché è una grande opportunità per le persone e per l’ambiente, ma va adeguatamente spiegata, fatta toccare con mano. Oggi l’automobile elettrificata può e dev’essere utilizzata ogni giorno, le autonomie sono tali da non limitare gli spostamenti delle persone e in questo ambito la tecnologia ha fatto passi da gigante, ma bisogna fare una giusta opera di diffusione della cultura dell’auto elettrica.”

Mentre il roadshow era all’alba del suo percorso, inoltre, si è tenuto il Meet the Media Guru Around Mobility, cui la Casa del Leone ha partecipato attivamente contribuendo al dibattito sulle opportunità offerte dalla nuova mobilità elettrificata. L’architetto e ingegnere Carlo Ratti, docente presso il Massachusetts Institute of Technology di Boston, ha dato il via al progetto, realizzato da MEET in collaborazione con Peugeot, per esplorare il panorama della società che si rimette in movimento nel post Covid-19, e che vuole cogliere le nuove opportunità date da nuove forme di mobilità.

Peugeot Electric Experience
Si è partiti dalla centralissima piazza Gae Aulenti, a Milano, per un tour che ha toccato 16 città italiane

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    polo industriale di torino

    Intel interessata a investire su Torino: “bene, ma non dimentichiamo automotive”

    Colonnine ricarica auto elettrica

    Ecco 7 falsi miti sulle auto elettriche da sfatare