martedì, 11 dicembre 2018 - 17:31
Home / Notizie / Curiosità / Peugeot Exalt: la concept del Leone con la “pelle di squalo”
Peugeot Exalt

Peugeot Exalt: la concept del Leone con la “pelle di squalo”

Tempo di lettura: 2 minuti.

Prima al Salone di Pechino, per il debutto nel 2014, poi a Ginevra, per l’anteprima europea nel 2015. In ben due occasioni tantissime persone poterono ammirare la bellezza della Peugeot Exalt, la futuristica concept car che, a ben guardarla, ha anticipato di qualche anno l’arrivo della nuova ammiraglia del Leone, la 508.

Potendo estremizzare i suoi canoni, come solo le concept car permettono di fare, la berlina 5 porte Peugeot Exalt si presentava con una carrozzeria in varie tonalità di grigio, dovute al materiale con il quale venne realizzata.

Per il muso venne scelto l’acciaio grezzo, per il posteriore un tessuto chiamato Shark Sin (con la tipica zigrinatura della pelle di squalo) andava a rivestire il lato b (anche a fini aerodinamici) dando anche un taglio netto di colorazione come molto spesso accade sui modelli più sportivi del Leone (con la cosiddetta tinta Coupe Franche).

Sotto al portellone una novità inedita, ovvero l’HYbrid-kick, una sorta di monopattino elettrico per lasciare l’auto fuori città o in un parcheggio e muoversi comodamente coadiuvati da un piccolo motore elettrico. Come per la Onyx, già estrema nell’uso dei materiali, anche la Peugeot Exalt mantenne quella strada azzardando sugli accostamenti e sull’uso di abbinamenti mai sperimentati prima.

Dentro la Exalt, a un primo sguardo, rivela tutta la somiglianza con il concetto di design che è stato portato sulla nuova ammiraglia. Ecco quindi comparire i tasti da “pianoforte” che già abbiamo visto sulla nuova gamma SUV e l’abbassamento di uno dei due schermi dell’i-Cockpit, scelta mantenuta su nuova 508. 

Si nota all’interno una grande lavorazione dei legnami con addirittura il simbolo della Casa stessa, un Leone, scolpito in esso. Tutta questa eleganza mossa a dovere, con un HYbrid4 da 340 CV, in grado di viaggiare completamente in elettrico, solo a benzina o nella modalità ibrida.

Se ancora Peugeot non ha voluto portare sulla sua nuova ammiraglia, la 508 presentata al Salone di Ginevra in anteprima mondiale, il motore ibrido, state pur certi che in pochi anni arriverà anche quello. Intanto, lo stile, quello non manca mai.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

mobilità sostenibile

Open Source Lab: la rotta sulla mobilità sostenibile per Volkswagen

Open Source Lab darà una nuova direzione e un orientamento di base per i prossimi …