martedì, 25 settembre 2018 - 19:49
Home / Notizie / Curiosità / Peugeot Hoggar concept: tra le dune del deserto con 360 CV
Peugeot Hoggar
Peugeot Hoggar

Peugeot Hoggar concept: tra le dune del deserto con 360 CV

Tempo di lettura: 2 minuti.

Tra i tanti concept Peugeot che vi stiamo presentando il 2003 fu l’anno della Peugeot Hoggar, una concept car proprio 15 anni fa e, se vogliamo, parente dell’altrettanto inedita Touareg, di qualche anno più vecchia.

Dotato di tecnologie all’avanguardia, per l’epoca, arrivate poi al debutto sui modelli Peugeot degli anni successivi, la Hoggar rappresentava la concezione di un fuoristrada estremo adatto agli amanti della vita all’aria aperta. La foto di copertina lo ritrae sulle dune ed è proprio per i terreni più ardui e poco convenzionali che venne messo a punto.

Il dune buggy del Leone misurava quasi quattro metri di lunghezza per due di larghezza, dimensioni che lo rendevano perfettamente stabile in tutte le condizioni, complici le ruote e gli pneumatici Michelin dall’ampio raggio e soprattutto dal battistrada scolpito.

Per la Peugeot Hoggar vennero installati due motori turbo diesel HDi da 2.100 cc per una potenza complessiva capace di toccare i 360 CV. Montati verticalmente, i due propulsori, sui due assi, permettevano alla Hoggar la comoda installazione della quanto mai necessaria trazione integrale. Due motori ma un solo pedale, il resto lo faceva l’elettronica, compreso il comando del cambio.

Peugeot Hoggar
Peugeot Hoggar

Il roll bar contribuiva alla protezione dei due passeggeri mentre la scocca venne realizzata in fibra di carbonio con due centine longitudinali in acciaio inox a rinforzarne la struttura.

All’epoca, quando si iniziarono a vedere i primi schermi a bordo delle vetture di serie, la Peugeot Hoggar anticipò le mode portando in abitacolo un display multifunzione suddiviso su più pagine (oggi la normalità per un’auto di media gamma) e altre chicche tecnologiche adatte alla guida in fuoristrada.

7 anni più tardi un’altra Peugeot Hoggar arrivò sulle scene, questa volta per essere commercializzata in Brasile. Si trattava di un pick-up dinamico e robusto che tradiva una certa parentela con la versione concept della Hoggar pur condividendo il telaio con la 206 in commercio nel continente sudamericano in quel periodo.

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Passione Alfa Romeo

A Passione Alfa Romeo la Svizzera si scopre alfista

Tempo di lettura: 3 minuti. Chi ha detto che la Svizzera è un paese noioso? Nota per i suoi assurdi …

something