in

Peugeot Sport festeggia 40 anni di innovazioni e guarda al futuro

storia peugeot sport
Tempo di lettura: 2 minuti

Nata nel 1981, Peugeot Sport, originariamente Peugeot Talbot Sport, è pronta a festeggiare 40 anni e a ripercorrere i suoi successi nelle varie categorie. La prima Peugeot a vincere una corsa risale al 1895, alla Parigi-Bordeaux-Parigi, la prima corsa automobilistica cronometrata del mondo. 

Da pochi mesi è ufficiale il ritorno con la Peugeot 9×8 e il programma Hypercar per tornare a vincere a Le Mans e nel campionato Endurance (FIA WEC), ecco perché il quinto decennio di vita di Peugeot Sport porta con sé l’ambizione di aggiungere un capitolo vittorioso alla sua grande avventura sportiva che incarna perfettamente la sua ricerca di eccellenza con l’obiettivo di emozionare i tanti appassionati. 

Lo sport è un laboratorio tecnologico eccezionale per l’automobile – ricorda Linda Jackson – direttore generale di Peugeot. È un formidabile acceleratore della ricerca e del progresso. Per il nostro Marchio è fondamentale per la visibilità delle nostre auto e per i nostri piani di mobilità futura. Questi 40 anni di Peugeot Sport sono un successo, un motivo di orgoglio e, in particolare, una base per i nostri successi di oggi e, soprattutto, di domani. Questa eredità guida il nostro futuro.”

Fondata da Jean Todt, ora presidente della FIA che si prepara ad affrontare la parte finale del suo secondo mandato, Peugeot Talbot Sport, diventata poi Peugeot Sport, ha prodotto vetture leggendarie, come le indimenticabili 205 T16, 405 T16, 206 WRC, 306 Maxi, 905 o, più recentemente, la Peugeot 908, la 208 T16 Pikes Peak, la 2008 DKR, la 3008 DKR, la 208 WRX, prima della già rivoluzionaria 9X8. 

Negli specchietti retrovisori di Peugeot Sport ci sono le immagini spettacolari e storiche dei vari titoli conquistati nel Campionato del Mondo Rally o, più recentemente, nel Campionato del Mondo Rallycross, i successi sulle piste della Dakar in tempi diversi, le vittorie nella 24 Ore di Le Mans o nella gara sulle nuvole di Pikes Peak, così come sui circuiti francesi o i podi in F1 come costruttore di motori. La lista è tutt’altro che esaustiva…

In 40 anni, Peugeot Talbot Sport prima e Peugeot Sport dopo ha vinto:

  • 5 titoli di campione del mondo rally costruttori (1985, 1986, 2000, 2001, 2002)
  • 4 titoli di campione del mondo rally piloti (Timo Salonen, Juha Kankkunen e Marcus Gronholm due volte) 
  • 3 titoli piloti e costruttori nell’Intercontinental Rally Challenge (2007, 2008, 2009)
  • Titoli di campione nazionale rally in moltissimi paesi
  • 3 vittorie alla 24 ore di Le Mans (1992, 1993, 2009)
  • 3 successi nella cronoscalata di Pikes Peak (1988, 1989, 2013)
  • Vari titoli del Campionato Superturismo, tra cui uno dei più prestigiosi in Germania con la 406 
  • 7 vittorie alla Dakar (1987, 1988, 1989, 1990, 2016, 2017 e 2018)
  • 1 titolo nel Campionato del mondo Rallycross nel 2015

Peugeot Sport guarda (sempre) al futuro

Oggi, l’elettrificazione incarnata dal programma Hypercar con Peugeot 9X8 nel FIA WEC e alla 24 Ore di Le Mans simboleggia le sfide della mobilità futura per Peugeot. Dal circuito alla strada, la ricerca si estende, si fanno progressi, il pilota prova e passa il testimone agli automobilisti. È un ciclo consolidato e virtuoso. 

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0
    multe smartphone in auto

    Revisione Codice della Strada: multe più severe per chi fuma e usa lo smartphone al volante

    Peterhansel

    “La trazione elettrica è puro piacere di guida”: parola di Mister Dakar