sabato, 21 Settembre 2019 - 9:13
Home / Notizie / Motorsport / Primo giorno di scuola Alfa Romeo Racing per Raikkonen e Giovinazzi
Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi

Primo giorno di scuola Alfa Romeo Racing per Raikkonen e Giovinazzi

Tempo di lettura: 2 minuti.

Un bel sole ha accolto i due nuovi piloti del team Alfa Romeo Racing oggi al Proving Ground di Balocco, da sempre territorio “privato” di FCA. Una giornata all’insegna del brand Alfa Romeo per i due piloti chiamati a riportare ancora più in alto il team brandizzato dal Biscione. Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi si sono così fatti immortalare accanto a pezzi storici della storia Alfa e non hanno perso l’occasione per effettuare alcuni giri a bordo delle Giulia e Stelvio Quadrifoglio messe a disposizione per il…lieto evento.

A Balocco, provincia di Vercelli, per chi non lo sapesse, vennero realizzati e assemblati i primissimi modelli del Biscione. Da allora, la sua leggenda sportiva si è arricchita di vittorie e podi nei diversi campionati internazionali, inclusa la Formula 1. Fu proprio il marchio del Biscione, infatti, ad aggiudicarsi l’edizione inaugurale del massimo campionato, nel 1950 con Nino Farina a bordo di un’Alfa Romeo 158. E l’anno successivo Juan Manuel Fangio su Alfa Romeo 159 bissò la conquista del titolo iridato.

Queste ed altre motivazioni, in buona parte bisogna dire grazie a Sergio Marchionne, hanno spinto alla creazione del team Alfa Romeo Racing. Un vero primo giorno di scuola per questa nuova realtà subito calatasi in un luogo strategico per l’intera FCA e, come abbiamo visto, anche per il  Biscione.

Durante l’esperienza di Balocco, Antonio e Kimi sono stati accolti ricevendo in dono un “Welcome kit” Alfa Romeo dedicato e si sono sentiti subito a casa: a fare da palcoscenico, il celebre “Alfa Romeo Track”, un tracciato di 5,6 chilometri che offre tutte le emozioni di una pista di Formula 1. Il contesto ideale per esaltare le caratteristiche della gamma Alfa Romeo.

Riflettori puntati, dunque, sulla bellezza e sulle performance di Giulietta Veloce, Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio, che sono state protagoniste insieme ai piloti di coinvolgenti ed emozionanti attività di driving. I modelli Quadrifoglio, simbolo leggendario adottato da Alfa Romeo nel 1923, sono un concentrato di stile, preziosità tecniche e prestazionali. Sono equipaggiate con l’esclusivo 2.9 V6 Bi-Turbo benzina, in alluminio e ispirato da tecnologie e competenze tecniche Ferrari, che eroga 510 CV di potenza massima e sviluppa una coppia di 600 Nm.

Accanto alle vetture che hanno definitivo il paradigma del brand, spazio alla compatta Alfa Romeo. Giulietta continua ad evolvere mantenendo inalterato il suo inconfondibile stile e lo spiccato carattere sportivo. Da sempre capace di conquistare clienti attenti al design italiano e all’eccellenza tecnica finalizzata al piacere di guida in totale sicurezza, le sue caratteristiche hanno trovato espressione sul tracciato di Balocco in una giornata irripetibile specie nell’allestimento “Veloce”.

La gamma Alfa Romeo: manca solo Stelvio

Questa versione rappresenta il massimo della sportività e offre di serie sia specifici elementi estetici Miron-look per un aspetto ancora più aggressivo, sia contenuti tecnico-sportivi per un comportamento su strada senza compromessi.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

prove libere gp singapore 2019

Prove libere GP Singapore 2019: Hamilton su un altro pianeta, solo Verstappen vicino

Dopo l’abbuffata di vittorie a Spa e Monza, Ferrari ha iniziato questa prima giornata di …