in

Il Politecnico di Milano e Dallara hanno creato l’auto a guida autonoma da record

Tempo di lettura: < 1 minuto

Oltre 300 km/h senza pilota, questo è il futuro delle corse?

La guida autonoma è già realtà da tempo, ma mentre sulle auto di serie l’attenzione e la presenza del pilota è ancora imprescindibile, i prototipi e gli sforzi dei tecnici non si fermano e adesso le vetture senza pilota sono già alle prese con un nuovo record. Il team PoliMove, composto da alcuni studenti del Politecnico di Milano e una minoranza dell’Univercity of Alabama, ha infatti spinto una monoposto Dallara AV-21 senza occupante fino a 311,9 km/h. Il test è avvenuto lo scorso 26 aprile sul rettilineo della pista di atterraggio NASA a Cape Canaveral (circa 1 km), percorso in entrambi i sensi per annullare l’influenza del vento sul risultato finale.

Si tratta di un primato storico conquistato dallo stesso team che detiene il precedente record conquistato nel 2019, anno in cui la loro vettura a guida autonoma toccò i 282,4 km/h. Nelle prossime settimane l’obbiettivo è portare la vettura sul circuito di Atlanta, più tecnico e ricco di curve. 

Non sarà qualcosa di mai fatto, dal momento in cui gli stessi tecnici, a gennaio, hanno vinto, con la stessa auto, l’Indy Autonomous Challenge (IAC), una competizione per auto a guida autonoma, durante la quale la Dallara aveva toccato i 278,4 km/h. L’obbiettivo sarà ancora alzare la posta in gioco. Che questo sia l’inizio della…fine per il mondo del motorsport così come lo conosciamo nessuno può dirlo, ma dal profondo del cuore speriamo di no.

Che questo e altri prototipi siano, tuttavia, un buon laboratorio sperimentale per le tecnologie del domani non c’è alcun dubbio.

Autore: Nicola Accatino

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Renault sceglie il tennis e scende in campo a Roland-Garros

    No allo stop dei motori endotermici dal 2035: a Bruxelles l’aria è tesa