martedì, 16 gennaio 2018 - 8:58
Home / Notizie / Curiosità / Porsche brilla in Cina con le sue storiche

Porsche brilla in Cina con le sue storiche

Tempo di lettura: 2 minuti. 

Porsche si afferma al terzo Rally Classic di Auto Motor Sport e Motor Klassik China con la partecipazione di due auto appartanenti alla collezione del Museo Porsche  di Stoccarda.

Una Porsche 911 2.0 del 1964 ed una Porsche 911 Carrera (993) del 1998 hanno sfidato più di 1.000 chilometri del percorso rallistico che si snoda tra Pechino e Shanghai. Nella prima tappa di oltre 500 chilometri, le due vetture sono state guidate da Lutz Meschke, membro del Consiglio Direttivo con incarico per le finanze e gli appalti di Porsche AG, e da Achim Stejskal, Direttore del Museo Porsche. La tappa di due giorni è partita da Yanqing, distretto di Pechino, per concludersi nell’entroterra montano della città.

La meta era la città di Zhangjiakou, dove le 35 vetture storiche che partecipavano al rally hanno entusiasmato il pubblico cinese, sicuramente non abituato a vedere questo tipo di vetture anche a causa delle norme sull’importazione di auto storiche che sono un’assoluta rarità nel paese asiatico. Destinazione finale Shangyi, non lontano dal confine con la Mongolia.

È stato un percorso fantastico in un paesaggio incredibilmente verde e vario. Spero che, in tempi brevi, i numerosi appassionati di auto storiche in Cina possano condividere con noi il piacere della guida di una Porsche d’epoca“, ha affermato Meschke.

La seconda tappa lunga circa 600 chilometri partiva dal centro di Shanghai per raggiungere Qiandaohu, la più vasta area boschiva della Cina nella quale si trova il grande lago Qiandaohu con una superficie di 573 chilometri quadrati. Franz Jung, Direttore di Porsche Cina, anche lui in gara con una 911 d’epoca ha commentato: “Da tre anni, il Museo Porsche mette a nostra diposizione per gli eventi nel mercato cinese una parte della sua collezione. L’interesse dimostrato dai media e dai clienti per queste splendide vetture storiche non accenna a diminuire“.

Le due vetture storiche di Stoccarda sono giunte al traguardo senza registrare problemi di sorta e hanno ricevuto ben tre premi per la partecipazione all’evento: “The Most Popular Brand Award of the Event” per il marchio più apprezzato e “The Most Wanted Classic Car of the Event” per la vettura storica più desiderata, la Porsche 911. Nella classifica generale del rally, Porsche è prima con la 911.

A questo rally, la nostra vettura sportiva Classic 911 ha dimostrato ancora una volta la sua affidabilità e sportività. Siamo contenti che per le vetture del nostro Museo sia stato individuato anche un impiego concreto a livello internazionale. In questo modo, soprattutto in Cina, possiamo avvicinare i nostri clienti alla storia Porsche“, spiega Stejskal.

Come accade per le vetture della collezione FCA Heritage, non ultima la Fiat 508 CS Balilla “Coppa d’Oro” del 1934 di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, anche le vetture del Museo Porsche partecipano ad oltre 200 eventi in tutto il mondo durante l’anno per far rivivere la storia del marchio tedesco. La mostra speciale intitolata “Roadbook“, in programma dal 30 Ottobre 2016 al 23 Aprile 2017 a Stuttgart- Zuffenhausen, dedica una sezione a tutte le partecipazioni internazionali del “Museo itinerante“.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Tom Hanks

La passione di Tom Hanks per le auto italiane

Tempo di lettura: 1 minuto. Ieri sera milioni di italiani sono rimasti incollati davanti al teleschermo per seguire Tom Hanks …

something