in

Prezzo Diesel: il Ministro Cingolani vorrebbe aumentare le accise

benzina vs diesel pompa di benzina
Tempo di lettura: 2 minuti

Il Governo, nello specifico il ministro per la transizione energetica Roberto Cingolani, starebbe studiando come ridurre le agevolazioni che favoriscono l’utilizzo di carburanti derivati da idrocarburi, quindi inquinanti. La mente corre subito al Diesel, vituperato, molte volte senza una reale causa, come la causa di tutti i guai relativi all’inquinamento. 

La novità riguarderebbe per l’appunto lo “sconto” applicato al prezzo del Diesel, derivato almeno per quanto riguarda l’Italia da una diversa tassazione per quanto riguarda le accise. Non è ovviamente passato in secondo piano l’aumento spropositato dei prezzi dei carburanti alla pompa, con rincari che oggi vedono la benzina più vicina ai 2 euro e il prezzo Diesel attorno ai 1,7 euro, ma presto tutto potrebbe cambiare. 

Prezzo Diesel: perchè oggi costa meno della benzina

Tecnicamente, il prezzo del Diesel è inferiore al benzina perchè l’accise che viene applicata per ogni litro di quel prezioso liquido di origine fossile è rispettivamente di 0,617 per il gasolio e 0,728 per la benzina grazie al SAD (sussidi ambientalmente dannosi). Il ministero della transizione energetica, che è chiamato a gestire il non facile compito del investire bene i fondi che arriveranno col PNNR, intanto vorrebbe allineare il costo dei due carburanti più diffusi, per poi intervenire sul resto.

Con le vendite delle auto a gasolio che già sono precipitate se confrontate anche solo al periodo pre-pandemia (siamo intorno al 21% di quota del mercato, prima si superava di slancio il 30%), questa mossa, cioè quella di aumentare il prezzo Diesel, potrebbe realmente porre la parola addio al carburante che, a scanso di equivoci, ancora oggi offre i vantaggi migliori sulle lunghe distanze. 

Prezzo Diesel: tra tutti gli aumenti, mancherebbe solo questo

Crisi dei conduttori, assenza di ricambi, ritardi sulle consegne e spese che crescono, basti pensare al caro bollette che svuoterà le tasche degli italiani durante il periodo invernale. Anche il prezzo del Diesel più alto? Ci deve essere qualcuno che ha fatto male i suoi calcoli. Non vogliamo poi pensare alle aziende che, specie per quanto riguarda le flotte aziendali, non sono ancora pienamente convinte di sposare in pieno l’elettrificazione: le auto plug-in sono fortemente incentivate ma vanno ricaricate spesso per non diventare un costo in più (senza carica, i consumi salgono vertiginosamente), le elettriche a buon mercato non sono ancora in grado di affrontare lunghe distanze senza doversi fermare a ricaricare perdendo tempo prezioso. 

Se il prezzo del Diesel aumenterà, però, quel 21% sarà destinato a diventare ancora più basso, forse tra qualche anno avrà una percentuale più simile a metano e GPL. Caro “vecchio” Diesel, è stato bello finchè è durato. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    range rover 2022 teaser

    Nuova Range Rover 2022: cosa sappiamo a pochi giorni dal lancio

    dubai police alfa romeo

    La Polizia di Dubai sceglie Giulia e Stelvio Quadrifoglio per pattugliare l’Emirato