in

Prove Libere GP Portogallo: comanda Bottas, con due bandiere rosse

prove libere gp portogallo 2020
2020 Portuguese Grand Prix, Friday - LAT Images
Tempo di lettura: < 1 minuto

Non ci sta Valtteri Bottas a lasciare tutta la scena a Lewis Hamilton, che già pensa a quando festeggiare il suo settimo titolo. Su una pista praticamente sconosciuta per tutti, o quasi (nel 2009 ci furono diverse sessioni di test), il finlandese ha svettato con il nuovo record della pista (1:17.940), seguito da Verstappen e da un arrembante Lando Norris su Mclaren.

Leclerc e Vettel si sono messi in luce ottenendo il quarto e il sesto posto: sembra che il nuovo fondo funzioni. La seconda sessione, dopo che nella prima tanti piloti sono caduti in errore nel valutare i tanti saliscendi dell’affascinante pista portoghese, ha visto però ben due bandiere rosse interrompere i giri dei piloti.

Indietro Hamilton, che non è riuscito a completare un giro veloce su gomma soft. Stessa sorte per Antonio Giovinazzi, finito in fondo con la sua Alfa Romeo Racing.

In uno dei due episodi l’Alpha Tauri si è fermata lungo la pista e in pochi secondi si è sprigionato il fuoco dalla AT01 di Pierre Gasly, che si è scaraventato fuori dalla monoposto dopo che si era issato fino al 5° posto.

Nella seconda interruzione, la Racing Point di Lance Stroll, che ha ammesso di aver saltato la tappa del Nurburgring dopo aver effettuato un responso positivo dal tampone, ha urtato la Red Bull di Verstappen che si stava lanciando per una simulazione di qualifica, il tutto a più di 300 km/h. Spavento per entrambi e qualche danno alle monoposto, ma è andata peggio al canadese.

https://twitter.com/F1/status/1319657525147480065

La classifica dopo il venerdì di prove libere del GP Portogallo 2020

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    500 elettrica

    Fiat 500 elettrica 2021 | Prova in anteprima, interni, motore e prezzo

    gmc hummer ev

    Hummer elettrico: il ritorno del mito americano è a batterie [VIDEO]